Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
venerdi 28 febbraio 2020 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine  www.cantinatollo.it pradellaluna.com catullio.it cantina settesoli mossi 1558 Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Cantina di Custoza WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri way to go Vigna Belvedere https://www.marchesibarolo.com/
lunedi 17 settembre 2018

Wine scores: come promuovere i punteggi ottenuti in 8 semplici passi

Una classifica Top #8 dei migliori suggerimenti per promuovere alti riconoscimenti a livello internazionale


Wine scores: come promuovere i punteggi ottenuti in 8 semplici passi
Avete ottenuto punteggi importanti per i vostri vini, ne siete orgogliosi e vorreste che questi punteggi parlino direttamente ai vostri clienti e aumentino sensibilmente le vendite? Avere dei punteggi elevati a livello internazionale non basta più, bisogna promuovere i risultati ottenuti, perché ne siano al corrente tutti, altrimenti a cosa sono serviti i vostri sforzi?

Grazie ad una preziosa classifica di Beverage Trade Network abbiamo deciso di riproporre una nostra versione della
Top #8 delle idee migliori per non rendere vani gli sforzi investiti per ottenere i tanto amati punteggi e promuoverli su larga scala. Ottenere un punteggio superiore a 90 da un famoso critico del settore non farà automaticamente spostare le bottiglie dai vostri stabilimenti; tenete presente che, ad esempio, Wine Spectator, leader indiscusso nel campo dei magazine del comparto, recensisce oltre 15000 vini ogni anno e, di questi, oltre centinaia ottengono un punteggio superiore ai 90 punti. Perciò non sentitevi troppo speciali, ma nemmeno abbandonati: è ora di rimboccarsi le maniche perché c’è bisogno di un po’ di creatività, e noi abbiamo qualche buona idea da darvi.

1. Discutete dei vostri vini su un blog

Se già la vostra cantina ne ha uno, siete a metà strada: gli articoli su di un blog sono la via perfetta per dare spiegazioni in merito all’ottenimento di premi o recensioni positive, condendo il tutto con un po’ di storytelling sul prodotto vincente. Un esempio concreto, anzi due. Se avete appena tirato fuori dal cilindro il primo biodinamico di vostra produzione, potrebbe essere interessante sfruttare la notizia per far sapere l’alto punteggio che il vino si è guadagnato. Oppure, se siete in possesso di qualcosa di davvero particolare riguardo al terroir o conoscete un aneddoto insolito apparso in fase di produzione, anche questo rappresenta un’ottima occasione per parlare di un vino dall’alto punteggio. Se sarete davvero bravi, qualche altro blogger potrebbe decidere di recensirvi.

2. Promuovete i punteggi sui canali social

Una grossa fetta di informazioni legate al mondo del vino oggi passa per i social media, specialmente per Facebook, Twitter e Instagram. Il compito più difficile però, quando si decide di interagire sui social, è creare contenuti e linguaggi adatti ad ogni specifico canale. Al contrario dei blog, sui social comunicare che un vostro prodotto ha ottenuto un buon punteggio non richiede necessariamente anche un articolo di accompagnamento per informare i lettori a riguardo, occorrerà solamente postare una foto con i giusti tag (se parliamo di Instagram) oppure scrivere un post accattivante (se parliamo di Facebook) mostrando semplicemente il vino e dando breve motivazione della vincita.

3. Sfruttate gli “spazi” per promuovere un punteggio
Pensiamo ad uno scaffale di esposizione dei vini e proviamo ad entrare nella mente di un consumatore comune che si avvicina a dare un’occhiata. Inutile dirlo forse, ma anche il palato più esperto compra prima di tutto con gli occhi. Oltre ad eventuali targhette che spesso si trovano sugli scaffali, come ad esempio note in merito a varietà o annate particolari, un’idea sarebbe quella di segnalare lì il punteggio ottenuto. Sicuramente una bottiglia con attaccato un grosso e vistoso “90+” si farà notare maggiormente e lascerà incuriosire il consumatore.

4. Create un’etichetta speciale per sottolineare il punteggio
L’idea di base è simile a quella del punto precedente, ma perché non sfruttare direttamente l’etichetta e non lo scaffale per rendere il messaggio inconfondibile?

5. Raggiungere anche i media tradizionali
Fino a qualche anno fa, questo punto sarebbe stato al top della classifica; ora è sceso ma ciò non significa che perda di importanza. La stesura dei comunicati stampa e l’invio ai principali giornali del settore è sempre una pratica utile. Oggi però, seppure può sembrare assurdo in certi casi, è più utile farlo raggiungendo le pubblicazioni locali e al massimo regionali e non quelle nazionali. In queste ultime c’è meno spazio per raccontare i prodotti e meno rilevanza del vostro punteggio rispetto ai tanti vini da 90 punti in su presenti all’interno stesso numero. Se invece puntate ad una pubblicazione locale, sarà più semplice spiccare come eccellenza della zona e, di conseguenza, essere ricordati e apprezzati di più.

6. Aggiornate costantemente le informazioni sul vostro vino all’interno delle wine apps
Da Vivino a Wine Searcher, oggi sono molte le app su cui essere presenti. Se vi capita di ottenere un punteggio alto, vi occorrerà aggiornare le informazioni perché ad oggi, le recensioni degli users di queste app contano sempre di più.

7. Abbinate il punteggio ad una bella storia
Anche se già ne abbiamo parlato in moltissime occasioni, non dimentichiamoci dei millennials, quella fascia di consumatori che a breve occuperà la parte più consistente della clientela mondiale. I millennials non rimangono impressionati da un punteggio molto alto, o almeno, non solo da quello. Perché si fidino del nostro prodotto e si sentano invogliati a provarlo, dobbiamo fornire loro una bella storia su di esso e sulla forza del nostro brand. Questi consumatori rispondono più facilmente a stimoli emozionali e, perché no, romantici quando si parla di produzione.

8. Non scordatevi di organizzare eventi e degustazioni per promuovere il prodotto vincente
Avete una cantina giusto? Quindi niente scuse, nulla viene più apprezzato che una degustazione in cantina, un’esperienza unica e piacevole. A chi non piacerebbe degustare un vino riconosciuto e premiato? Dà l’idea di qualcosa di esclusivo e l’esclusività paga. Anche ristoranti, enoteche e distributori sono luoghi perfetti per promuovere i prodotti attraverso le degustazioni, se il vino piace ai gestori del locale ospitante, perché non dovrebbero proporlo in futuro ai propri clienti?

Certo le vie sono molteplici, e potrebbero essere necessari diversi tentativi per capire cosa meglio funziona per voi, ma alla fine ciò che conta è che tutte queste vie, a loro modo, creano quello che fra tutti è forse il mezzo più potente: il passaparola, niente di meglio.

Noemi Mengo

Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Nel Customer Comunication Report, realizzato da Twilio, emerge come 7 aziende su 10 pensano di comunicare efficacemente con i propri clienti, ma solo 2 su 10 consumatori sono d’accordo
venerdi 28 febbraio 2020

Ma i consumatori sono soddisfatti della comunicazione delle aziende?

Nel Customer Comunication Report, realizzato da Twilio, emerge come 7 aziende su 10 pensano di comunicare efficacemente con i propri clienti, ma solo 2 su 10 consumatori sono d’accordo

Fabio Piccoli
Oltre 5 miliardi di perdite, turismo già in difficoltà, PIL 2020 stimato a -0,1%: a rischio 15mila aziende e 60mila posti di lavoro. giovedi 27 febbraio 2020

Coronavirus e stime PIL Italia, tutti concordi sarà recessione

Oltre 5 miliardi di perdite, turismo già in difficoltà, PIL 2020 stimato a -0,1%: a rischio 15mila aziende e 60mila posti di lavoro.

Emanuele Fiorio
I nemici da affrontare nel 2020? A parte le guerre commerciali e la situazione politica, il vino dovrà fare i conti con un surplus di prodotto, con la fine della premiumizzazione e nuove generazioni che non interagiscono come sperato. giovedi 27 febbraio 2020

Le previsioni 2020 nel mercato americano

I nemici da affrontare nel 2020? A parte le guerre commerciali e la situazione politica, il vino dovrà fare i conti con un surplus di prodotto, con la fine della premiumizzazione e nuove generazioni che non interagiscono come sperato.

Agnese Ceschi
I produttori che verranno a Vilnius il 22 e 23 maggio troveranno una porta aperta verso i Paesi Baltici e la Bielorussia giovedi 27 febbraio 2020

Un viaggio alla scoperta del promettente mercato lituano

I produttori che verranno a Vilnius il 22 e 23 maggio troveranno una porta aperta verso i Paesi Baltici e la Bielorussia

Traduzione di un articolo di Michele Shah
Un approfondimento di due giornate per affrontare al meglio il “nuovo” mercato italiano del vino giovedi 27 febbraio 2020

Seminari Wine Meridian 2020: 18 e 19 giugno focus Vendita Italia

Un approfondimento di due giornate per affrontare al meglio il “nuovo” mercato italiano del vino

Cristian Fanzolato
Dal 22 al  23 maggio in Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande. giovedi 27 febbraio 2020

Vyno Dienos 2020: partecipa con Wine Meridian ad uno dei principali appuntamenti dedicati al vino nell’est Europa

Dal 22 al 23 maggio in Lituania, un mercato dinamico dove l’interesse per i vini italiani è sempre più grande.

Cristian Fanzolato
Decisione concertata con le principali associazioni di settore, il presidente della Regione del Veneto ed il sindaco di Verona. Il dg Mantovani: «Il settore vino sia svolta positiva per il Paese». mercoledi 26 febbraio 2020

Veronafiere: Vinitaly conferma la data nella terza decade di Aprile 2020 (19/22)

Decisione concertata con le principali associazioni di settore, il presidente della Regione del Veneto ed il sindaco di Verona. Il dg Mantovani: «Il settore vino sia svolta positiva per il Paese».

In controtendenza, aumentano consumi, categorie, produzione, superfici, export, il biologico appare inarrestabile. mercoledi 26 febbraio 2020

Mercato vino in flessione? il bio crescerà a 3 cifre

In controtendenza, aumentano consumi, categorie, produzione, superfici, export, il biologico appare inarrestabile.

Emanuele Fiorio
Realtà storica, leader nella distribuzione con un occhio di riguardo per piccole realtà dal grande potenziale. mercoledi 26 febbraio 2020

Gruppo Meregalli, inossidabile certezza

Realtà storica, leader nella distribuzione con un occhio di riguardo per piccole realtà dal grande potenziale.

Emanuele Fiorio
Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud
mercoledi 26 febbraio 2020

B2B a Toronto: ultimi giorni per aderire

Dall'1 al 2 aprile 2020 saremo a Toronto (Ontario) per un tour con b2b attraverso appuntamenti organizzati in partnership con Wonderfud

Strumenti pratici ed efficaci per espandere il vostro business all’estero, una singolare combinazione di conoscenze linguistiche, commerciali e di marketing relazionale martedi 25 febbraio 2020

Seminari Wine Meridian 2020: 16 e 17 giugno due giornate di “English for wineries”

Strumenti pratici ed efficaci per espandere il vostro business all’estero, una singolare combinazione di conoscenze linguistiche, commerciali e di marketing relazionale

Cristian Fanzolato
We have tasted for you Azienda Vitivinicola Cantamessa's Ciòt - Barbera d'Asti DOCG Superiore tuesday 25 february 2020

Italian wines in the world: Azienda Vitivinicola Cantamessa's Ciòt - Barbera d'Asti DOCG Superiore

We have tasted for you Azienda Vitivinicola Cantamessa's Ciòt - Barbera d'Asti DOCG Superiore

Come imparare a gestire le situazioni “critiche” di vendita, analizzando il proprio stile di comunicazione.

Come si conduce una trattativa di vendita?

Come imparare a gestire le situazioni “critiche” di vendita, analizzando il proprio stile di comunicazione.

Circa 4mila visitatori per il debuttto dell'annata 2015. lunedi 24 febbraio 2020

Vino: chiusura a 5 stelle per Benvenuto Brunello 2020

Circa 4mila visitatori per il debuttto dell'annata 2015.

Due giornate dedicate ad una figura sempre più strategica per l’export del vino, in dettaglio programma e modulo di iscrizione lunedi 24 febbraio 2020

Seminari Wine Meridian: Multibrand Export Manager il 6 e 7 maggio

Due giornate dedicate ad una figura sempre più strategica per l’export del vino, in dettaglio programma e modulo di iscrizione

Cristian Fanzolato
Dazi americani e coronavirus cinese sono una combo micidiale per il mercato 2020, previsioni al ribasso e allarme diffuso. lunedi 24 febbraio 2020

Il coronavirus contagia l’industria degli alcolici

Dazi americani e coronavirus cinese sono una combo micidiale per il mercato 2020, previsioni al ribasso e allarme diffuso.

Emanuele Fiorio


WineMeridian