Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

WineMeridian
sabato 18 novembre 2017 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers


http://www.principedicorleone.it/ mackenzie Iron3 Consorzio Soave InternationalWineTraders IWSC www.farinatransparency.com www.bellenda.it Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Cortemoschina wbwe IWSC registration Wine Monitor Fondazione Edmund Mach Social Meter Analysis Michele Shah Siddura winethics Vini Cina WineNet Bixio Ceccheto Farina

Wine events

Wine events are an increasingly effective tool to promote your wines. There are thousands of them worldwide. We will try to find out more to tell you about them.



venerdi 03 novembre

Tenute Piccini e Teatro Verdi di Firenze insieme per la stagione 2017/18

Vino e teatro si incontrano per rivivere insieme i grandi classici


Tenute Piccini e Teatro Verdi di Firenze insieme per la stagione 2017/18
Al via la stagione del Teatro Verdi di Firenze in cui al vino sarà riservato un ruolo da protagonista. Una collaborazione tra Tenute Piccini e il celebre teatro fiorentino, realtà storiche nate entrambe nella seconda metà dell’800, per promuovere la cultura e lo spettacolo nel capoluogo toscano. L’apertura è fissata per oggi venerdì 3 novembre con Ambra Angiolini e Matteo Cremon che si esibiranno nella “La guerra dei Roses”. Tutto esaurito invece per l’atteso musical “Mamma Mia”, in scena martedì 14 novembre, dove i vini delle Tenute Piccini saranno in degustazione gratuita nel foyer e durante la cena che seguirà l’evento.
“Tenute Piccini già da anni sostiene attività legate al territorio e al sociale- afferma Mario Piccini, amministratore delegato dell’azienda di famiglia - Consideriamo il teatro in particolare un luogo d’incontro, attraverso il quale tramandare tradizioni e cultura. Valori, questi, che sono alla base della nostra  storia aziendale e contribuiscono all'unicità del territorio che ogni anno raccontiamo e promuoviamo in 80 paesi diversi.”

La stagione proseguirà fino maggio 2018 includendo musical di grande successo quali Romeo e Giulietta, Dirty Dancing e la Febbre del Sabato Sera oltre all’esibizione di artisti del calibro Massimo Ranieri, Edoardo Bennato e Massimo Lopez. In quanto fornitore ufficiale di vino, Tenute Piccini organizzerà alcune degustazioni gratuite in occasioni prestabilite nell’arco della stagione teatrale



Download scheda formato PDF



lunedi 30 ottobre

Più del 75% del vino sfuso esportato a livello internazionale alla World Bulk Wine Exhibition

Produttori provenienti da 22 differenti Paesi parteciperanno alla 9° edizione della WBWE, la più grande fiera al mondo, dedicata al commercio del vino sfuso


Più del 75% del vino sfuso esportato a livello internazionale alla World Bulk Wine Exhibition
Quasi ogni Paese al mondo, produttore di vino sfuso (Germania, Argentina, Armenia, Australia, Belgio, Cile, Cina, Stati Uniti, Slovacchia, Spagna, Francia, Georgia, Olanda, Ungheria, Italia, Malesia, Moldavia, Nuova Zelanda, Portogallo, Romania, Regno Unito e Sud Africa) sarà presente alla WBWE, che avrà luogo il 20 e 21 Novembre 2017 alla RAI di Amsterdam, in un anno di particolare importanza per l’intero settore internazionale.In questa fiera, è possibile trovare circa il 70-80%, del vino sfuso esportato, perciò la WBWE è il posto perfetto per chi non vuole perdersi la possibilità di sfruttare un’occasione così importante per il commercio del settore. 

A causa degli esigui raccolti a livello mondiale, la WBWE è diventata un punto di incontro di vitale importanza per produttori, che puntano a mantenere un buon posizionamento nel settore.
La percezione sociale del vino sfuso come vino di qualità si sta a poco a poco rafforzando. Ad oggi, infatti, quasi
il 40% del vino esportano su scala mondiale è sfuso; è un trend che non sembra smettere di espandersi, poiché si registra un aumento di consapevolezza per quanto riguarda l’importanza che l’imbottigliare a destinazione possa avere a fini commerciali. Un secondo motivo dell’espansione di questo trend, è legato a questioni di responsabilità ambientale: l’imbottigliamento a destinazione, riduce l’”impronta di carbonio”, ovvero l’emissione di anidride carbonica.

La WBWE è la prima e più grande fiera al mondo dedicata al commercio di vino sfuso; è considerata una fiera di grande successo non solo perché mette in contatto fra loro un gran numero di produttori e acquirenti provenienti da tutto il mondo, ma anche perché dedica una parte significativa del suo programma al dialogo tra i capisaldi del settore vitivinicolo e i settori ad esso collegati. Alla fiera sono presenti, infatti, conferenze di altissimo livello, degustazioni uniche, corsi di approfondimento e perfezionamento, una competizione di ricerca scientifica, spazi di gastronomia e una vasta area prodotti. Come se non bastasse, contemporaneamente alla fiera, si svolge la International Bulk Wine Competition, ovvero l’unica competizione al mondo pensata per promuovere questa categoria di vini, e l’unica che permette di ottenere grande conoscenza e trasparenza riguardo alla qualità del vino promosso.


In questa 9°edizione, la WBWE lancerà due nuove iniziative che potrebbero rivoluzionare l’industria del vino sfuso.
La prima: il Bulk Wine Club, ossia il più grande forum per professionisti dell’industria vitivinicola. Questo club si propone come punto di incontro per informazioni e commercio di vino, ma è anche un forum informativo che permette l’accesso diretto ai membri e fornisce aggiornamenti in tempo reale su ciò che accade nel settore: dati di vendita, prezzi, flussi e trend commerciali.
La seconda: il Master “The art of Blending Wine”. Si tratta di un seminario a livello avanzato per professionisti del settore, a cui interessa accrescere le proprie conoscenze e condividerle, apprendendo nuove tecniche e metodi. 
Il corso dura due giorni e prevede l’intervento di rinomati ospiti internazionali. 




http://www.worldbulkwine.com/ing/inicio.php
Redazione Wine Meridian

Download scheda formato PDF



lunedi 23 ottobre

VINEXPO atterra a New York

Partecipa con noi il 5/6 marzo 2018 nell’area collettiva di Wine Meridian!


VINEXPO atterra a New York
Gli USA sono il più grande mercato di consumo al mondo. Il 2016 si è contraddistinto come ventiquattresimo anno consecutivo di crescita delle vendite di vino negli Stati Uniti con una media dell'1-3% di crescita in volume e 2-4% in valore.
Le vendite di vino hanno raggiunto più di 59 bilioni di dollari nel 2016, a fronte di un 36% di americani adulti che bevono vino e un 38% che lo beve almeno una volta a settimana. Numeri molto incoraggianti, soprattutto per il vino europeo, italiano e francese in primis.
Dunque una meta che sicuramente molte aziende vinicole italiane, e non solo, non si possono lasciar sfuggire.
Per questo motivo quest’anno
Vinexpo, l'evento nato a Bordeaux nel 1981 e che rappresenta uno degli appuntamenti da non perdere nel panorama vinicolo mondiale, ha deciso di spostarsi oltreoceano e di fare tappa a New York, per accorciare le distanze tra i produttori mondiali e il grande mercato americano.
E dove meglio che nella grande “Big Apple”, centro del business e sede di alcuni dei migliori ristoranti americani, oltre che crocevia di culture?

Vinexpo New York si terrà il 5 e 6 marzo 2018 al Javis Convention Center nel cuore di Manhattan, prevede la presenza di 200 aziende e almeno 3.000 professionisti del nord America alla ricerca di nuove opportunità di business. Sarà dunque luogo di incontro di produttori, gruppi, associazioni, cooperative di vino e altri gruppi industriali provenienti da tutto il mondo. Ma attenzione la fiera sarà aperta solo al trade nazionale e dunque a importatori, distributori, retailer, brokers, esperti di e-commerce, venditori on-trade e sommeliers.

Anche Wine Meridian ha deciso di partecipare a quest’evento con un'area collettiva nella quale ospiteremo un gruppo di selezionate aziende italiane.
Partecipando alla fiera all'interno dell'area collettiva di Wine Meridian, assistiti dagli esperti del nostro team, avrai la possibilità di:
⁃ vendere i tuoi prodotti a importanti stakeholder provenienti da tutto il mondo
⁃ esporre i tuoi migliori prodotti
⁃ incontrare nuovi partner e aprirti nuove prospettive
⁃ utilizzare le conoscenze e le competenze di Vinexpo nell'esportazione dei mercati
⁃ espandere le tue conoscenze attraverso conferenze e masterclass

Se sei interessato a ricevere maggiori informazioni e partecipare contattaci a redazione@winemeridian.com

www.vinexponewyork.com


Download scheda formato PDF



giovedi 05 ottobre

Venezia, la vite, il vino e la bellezza dei luoghi

Sabato 28 ottobre 2017 presso il Convento dei Carmelitani Scalzi un evento delle Donne della Vite e il Consorzio Vini Venezia


Venezia, la vite, il vino e la bellezza dei luoghi
La storia, la bellezza del paesaggio e la sostenibilità sono principi chiave per legano l'Associazione delle Donne della Vite e il Consorzio Vini Venezia, che promuove legando Venezia, le sue isole e il suo entroterra ai vini dell’area attraverso la storia e la bellezza dei luoghi.
Da questo punto di vista comune nasce l’idea di “Venezia, la vite, il vino e la bellezza dei luoghi", una giornata, sabato 28 ottobre, alla scoperta del doppio filo che da sempre lega Venezia alla vite e al vino, dalla produzione nelle isole della laguna e dell’entroterra veneto, all'importazione e all'esportazione di vini provenienti dal Mediterraneo orientale.
Il Consorzio Vini Venezia sta valorizzando questo legame dal punto di vista storico e attraverso il recupero e l’identificazione delle varietà di vite presenti in broli, giardini pubblici e privati e nei Conventi della città e delle Isole della Laguna.
Frutto del Progetto, avviato nel 2010 in collaborazione con le Università di Milano, Padova e con il Crea-Viticoltura Enologia di Conegliano, sono due “vigneti collezione” che il Consorzio Vini Venezia ha piantato a Torcello e nel Convento dei Carmelitani Scalzi.
Durante la giornata verrà visitato quest’ultimo e il Giardino Mistico - in cui, tra l’altro, viene coltivata la Melissa “moldavica” da cui i Padri producono un infuso alcolico noto fin dal 1700 - prima di degustare alcuni vini delle cinque denominazioni riunite sotto il Consorzio Vini Venezia che accompagneranno il buffet preparato con i prodotti dell’orto dei Padri.
A seguire la visita guidata della chiesa di Santa Maria di Nazareth o degli Scalzi - costruita nei primi anni del XVIII secolo su progetto di Baldassarre Longhena - tra le più interessanti e meno conosciute di Venezia in cui si possono ammirare affreschi di Giambattista Tiepolo.
Infine tra calli e campielli di Venezia si percorrerà l’itinerario che ripercorre le vie dei mercanti veneziani e fa rivivere il commercio delle merci preziose della Serenissima, uno dei tre percorsi enoturistici, messi a punto dal Consorzio Vini Venezia, che hanno come fil rouge il vino.

L’iscrizione è obbligatoria dal sito www.eventbrite.it all'evento “
Venezia, la vite, il vino e la bellezza dei luoghi”, entro e non oltre il 25 Ottobre prossimo.




Download scheda formato PDF



mercoledi 04 ottobre

Le “Food & Wine Experience” 
nel nuovo progetto permanente di Collisioni

Tutti i week-end dal 7 ottobre al 26 novembre 2017, al Castello di Barolo, degustazioni dei vini 
di prestigiose cantine delle Langhe in abbinamento a prodotti agroalimentari di eccellenza


Le “Food & Wine Experience” 
nel nuovo progetto permanente di Collisioni
La Strada del Barolo e grandi vini di Langa e Collisioni hanno siglato un accordo per includere le Food & Wine Experience nel nuovo progetto permanente inaugurato lo scorso maggio presso il cortile del Castello Comunale Falletti di Barolo e interamente rivolto alla didattica e alla divulgazione dei territori di eccellenza del Piemonte in chiave turistica.
L’obiettivo del nuovo progetto permanente di Collisioni è quello di
far innamorare del Piemonte i milioni di turisti che ogni anno giungono nella regione da ogni parte del mondo, raccontando loro al meglio i posti meravigliosi che possono visitare, i grandi vini e i prodotti gastronomici di eccellenza. 

Il progetto Wine Tasting Experience® condivide a pieno lo spirito di questa iniziativa: ecco il motivo di questa partnership, che prevede innanzitutto un primo calendario di
16 appuntamenti con le Food & Wine Experience, speciali Wine Tasting Experience® abbinate a prodotti agroalimentari d’eccellenza del Piemonte. Esclusive degustazioni rivolte a un pubblico di wine-lover internazionali, nel corso delle quali i grandi vini di Langhe e Roero incontrano formaggi e salumi D.O.P. ed altre specialità gastronomiche della regione in un eccezionale connubio di gusto.

Gli incontri si terranno
dal 7 ottobre al 26 novembre 2017 tutti i sabati (in inglese) e tutte le domeniche (in italiano) alle 11.30 presso il cortile del Castello Comunale Falletti di Barolo.

Gli argomenti che si alterneranno saranno “Il gusto del territorio” e “I Cru del Barolo”: il primo è un percorso introduttivo tra le produzioni più caratteristiche del Piemonte, con la degustazione di quattro differenti vini fra Arneis, Dolcetto, Barbera, Nebbiolo, Barolo e Moscato, il secondo è una sorta di viaggio scandito dalla degustazione di tre diverse etichette di Barolo.  La durata delle degustazioni è di circa un’ora e mezza e comprende la degustazione di 3 o 4 vini (a seconda dell’argomento) e 3 o 4 assaggi di prodotti agroalimentari. 

I biglietti potranno essere acquistati online su www.winetastingexperience.it o direttamente sul posto al costo di 30 euro persona.

Oltre a questi appuntamenti, l’accordo con Collisioni prevede l’utilizzo degli spazi presso il cortile del Castello anche per le Wine Tasting Experience® on demand, inoltre sarà allestito un corner promozionale con i vini dei soci della Strada del Barolo all’interno del Wine Bar, situato anch’esso nel cortile del Castello di Barolo.
Date e orari delle Wine & Food Experience nel cortile del Castello di Barolo: www.winetastingexperience.it


Download scheda formato PDF




News from homepage
Si può rimanere se stessi, autenticamente legati alla vocazionalità del proprio territorio e dei propri vitigni e garantirsi comunque un appeal adeguato sul mercato? Si se si accettano i limiti, a partire da quelli quantitativi

Quando la risposta è racchiusa nel limite

Si può rimanere se stessi, autenticamente legati alla vocazionalità del proprio territorio e dei propri vitigni e garantirsi comunque un appeal adeguato sul mercato? Si se si accettano i limiti, a partire da quelli quantitativi

Fabio Piccoli
Per il secondo anno consecutivo Winemeridian e WinePeople hanno “esportato” il format #HiremeVinitaly alla International Wine & Spirits Fair di Hong Kong che si è tenuta dal 10 al 12 novembre 2017.

Lo speed-dating made in Hong Kong

Per il secondo anno consecutivo Winemeridian e WinePeople hanno “esportato” il format #HiremeVinitaly alla International Wine & Spirits Fair di Hong Kong che si è tenuta dal 10 al 12 novembre 2017.

I gusti giapponesi si evolvono e ci sorprendono: cosa proporre ai palati asiatici? giovedi 16 novembre

Vini italiani in Giappone

I gusti giapponesi si evolvono e ci sorprendono: cosa proporre ai palati asiatici?

Redazione Wine Meridian


WineMeridian