IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Tasting

I tasting di Wine Meridian non vogliono limitarsi a raccontare le caratteristiche dei vini ma riuscire ad entrare nella filosofia produttiva di un’azienda, nell’anima più autentica di un territorio al fine di poter comunicare al mondo la straordinaria ma complessa eterogeneità del nostro giacimento vitienologico.
Tasting Venerdi 16 Settembre 2022

Wine Pager - Autoctoni

Pra di Bosso Storico di Casali Viticultori

di Giovanna Romeo

                                            

            

È tempo d’estate finalmente. Ho pensato dunque di lasciarvi proposte che sappiano di vacanza partendo dall’Alto Adige con un Blauburgunder Riserva di eccellente livello, l’azienda che lo produce offre anche la possibilità di soggiorno in un castello gotico alquanto suggestivo; l’Emilia in tutta la sua veste più storica e tradizionale per accompagnare le lunghe serate calde ed estive, - per entrambi i vini basterà qualche minuto in glacette per gustarli al meglio -. Infine un metodo classico unico come Talestri Pas Dosé, un ritratto del territorio della Valpolicella in una cuvée piuttosto particolare di uve a bacca rossa tipiche della Valpolicella (non vi svelo oltre), per concludere con un Trentodoc rosato Maso Martis vendemmia 2017. Un brindisi all’estate.

Dall’unione di Lambrusco Salamino, Lambrusco Maestri e Malbo Gentile nasce il Lambrusco Reggiano DOP Storico Pra di Bosso frizzante secco, un vino dalle molteplici sfumature omaggio alla storia e alla cultura di un territorio che è stato capace di superare i propri confini geografici per parlare a tutto il mondo di territorialità emiliana, di qualità, di fattori umani e di conoscenza, di rapporti sinergici tra uomo e vigna, di valori e tradizioni agricole ancestrali, di una cultura produttiva di cantine oggi sinergicamente composte intorno al brand di successo Emilia Wine. Casali Viticultori fa parte dal 2014: 726 soci per 1900 ettari di vigneti tra la via Emilia e l’Appennino, i numeri di una cooperazione quintessenza emiliana. Dodicimila bottiglie prodotte, di cui seimila numerate e destinate esclusivamente al mondo Ho.Re.Ca.. Un lavoro importante per un vino “storico” appunto, il cui nome deriva dalla pianta del bosso usata localmente per delimitare i vigneti. Il Lambrusco che è stato capace di ripensarsi, di sdoganare stili, abbinamenti, interpretazioni si eleva a vino simbolo, rinnovato nel linguaggio ma non nel gusto che rimane energico, fresco, frizzante grazie a una carbonica delicata e fine. Le tre uve, vendemmiate separatamente e poi vinificate insieme, conferiscono tutte le caratteristiche necessarie per grande equilibrio e gradevolezza: la nota fruttata del Salamino, il timbro acido del Maestri ben riconoscibile dal carattere e dal tannino, infine il Malbo Gentile per una morbida densità gustativa. Naso fruttato con un piacevole ricordo di violetta, si inserisce nel più tradizionale profumo di mosto, raccontando tutta la vocazione al suo territorio con definita precisione stilistica

Ci mangio: pizza gourmet con pomodoro San Marzano, fior di latte, prosciutto di Parma 24 mesi, basilico fresco

Bottiglie prodotte: 12.000

www.emiliawine.eu