IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Tasting

I tasting di Wine Meridian non vogliono limitarsi a raccontare le caratteristiche dei vini ma riuscire ad entrare nella filosofia produttiva di un’azienda, nell’anima più autentica di un territorio al fine di poter comunicare al mondo la straordinaria ma complessa eterogeneità del nostro giacimento vitienologico.
Tasting Venerdi 23 Luglio 2021

Wine Pager

Autoctoni - Spoleto Trebbiano Spoletino 2019, Azienda Agraria Scacciadiavoli

di Giovanna Romeo

Torna il sole sulla pelle e con il mese di luglio una nuova edizione di Wine Pager tutta a ritmo d’estate. Etichette versatili, poliedriche, fresche e mai scontate; bianchi e rossi che interpretano con forza quanto noi di Wine Meridian, quotidianamente ci ostiniamo a cercare: identità e riconoscibilità. Il vino è sempre una bella sfida. Si confronta con il gusto, con le tendenze, con la forza dei brand che spesso si estraniano dalla più intima forma di personalità. La nostra selezione, bella e democratica, anche questa volta trova le certezze nel nostro Icone con un nome che ha contribuito a definire in modo univoco le caratteristiche stilistiche del Barolo. Torniamo a raccontare di un vitigno variegato, versatile, che ne rappresenta un’intera famiglia, e di un Centro Italia enologico capace puntualmente di sorprenderci con "varietà" come con il Petit Manseng in terra Agro Pontina. 

Sonorità di un vitigno ritrovato che in meno di dieci anni è cresciuto al punto da ritagliarsi il proprio spazio nelle cantine di molti produttori da Spoleto e Montefalco. Prima di tutto una precisazione dovuta: quando parliamo di Trebbiano usiamo un termine molto ampio che indica vitigni spesso neanche minimamente imparentati tra loro. Questo è proprio il caso dello Spoletino, di cui i produttori vorrebbero solo l’uso del termine Spoletino per non generare quella confusione che il prefisso Trebbiano genera. Il Trebbiano spoletino è una varietà molto distante dal Trebbiano d’Abruzzo, dal Trebbiano toscano o di Soave, tipica per i suoi profumi tropicali ma contestualmente freschi ed eleganti, costruiti su un’acidità e una vitalità che è il vero fascino di quest’uva. Scacciadiavoli è un’azienda agricola famigliare (Liù e Jacopo Pambuffetti) nel cuore di Montefalco, giunta alla quarta generazione e con cento anni di tradizione vinicola. Nome curioso Scacciadiavoli, parrebbe derivare da un episodio di esorcismo in cui il vino servì per scacciare il Diavolo. Il Trebbiano Spoletino della cantina Scacciadiavoli è un calice corale, che rifugge le categorie, dimostrandosi complesso e ricco di sfumature a tal punto da rendersi unico e attraente. Vinificato in anfora, maturato ancora in anfora e in legni non tostati per un periodo di 9 mesi, cattura il desiderio, si fa protagonista di una mineralità calcarea e di una stravaganza che incontra la frutta a polpa gialla, la resina, il miele di castagno, la pienezza del palato sempre in pieno equilibrio tra loro.

Ci mangio: scaloppa di foie gras con composta di cipolla rossa di Breme

Bottiglie prodotte: 3000

www.cantinascacciadiavoli.it