IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Tasting

I tasting di Wine Meridian non vogliono limitarsi a raccontare le caratteristiche dei vini ma riuscire ad entrare nella filosofia produttiva di un’azienda, nell’anima più autentica di un territorio al fine di poter comunicare al mondo la straordinaria ma complessa eterogeneità del nostro giacimento vitienologico.
Tasting Venerdi 24 Giugno 2022

Wine Pager - Icone

Mathias Sauvignon Blanc Riserva 2019 di Pfitscher

di Giovanna Romeo

                                            

            

Dove compriamo il vino? Una bella domanda a cui ha provato a dare una risposta il report di Nomisma Wine Monitor. Dopo il 2020, le vendite del vino negli Iper, nei Super e nei Discount hanno tirato il fiato. Interessante è vedere come siano cresciute non solo in volume ma anche in valore, (il 5% a volume, il 13% a valore) per una proposta che è qualitativamente migliorata, indirizzata a uno spostamento dei consumi in GDO verso vini di prezzo più alto, sia nella stessa categoria che tra tipologie differenti. Cresce anche l’e-commerce che dopo l’anno record della pandemia, ha confermato nel 2021 la progressione degli acquisti. È incredibile come ancora cresca a doppia cifra il consumo di Champagne (+23%), testimonianza di una “premiumizzazione” che sta coinvolgendo proprio tutti. Vince la qualità anche nei supermercati.

Se pensate al classico Sauvignon siete sulla strada sbagliata, perché Mathias, nome preso in prestito dell’istrionico fondatore dell’azienda famigliare Pfitscher, posta nel cuore della Bassa Atesina nel borgo di Montagna, non ha davvero nulla in comune con tutti gli altri Sauvignon. La prima vendemmia è del 2016 – nel 2017 è entrato nella classifica dei migliori vini d'Italia per Forbes -, e per la famiglia Pfitscher è il bianco da invecchiamento più importante; non a caso hanno scelto per lui la destinazione “riserva”. I vigneti sono a 900 metri di altezza, si tratta di Vigna “Kathreinerfelder” a Fiè allo Sciliar, (l’azienda ha la maggior parte delle vigne oltre i 500 metri) dove la luce intensa del sole e la frescura della notte portata dalle montagne, compie il miracolo di sviluppare intensità e aromaticità molto tipica dell’Alto Adige e per il quale si può parlare di Mountain Wines. La vendemmia si svolge verso la fine di ottobre; dopo una macerazione di circa sei ore prima della pressatura, la fermentazione avviene per il 50% in piccole botti di rovere e per il 50% in botti d’acciaio a una temperatura controllata di 18° C. Affinamento su lieviti per diciotto mesi in botti di rovere e acciaio. Infine un po' di bottiglia. Frutta esotica, maracuja, papaya, pesca gialla, pietra focaia, profondità e lunghezza gustativa, caratterizzano questo vino che su terreni di porfido grigio si esprime uniformandosi al suolo e al clima. Freschezza, croccantezza, complessità, intensità, lo rendono davvero straordinario. Puristi e minimalisti in cantina, l’azienda è certificata dal 2011 anche CasaClima Wine. 

Ci mangio: Pansoti con erbe e speck 

Bottiglie prodotte: 3.300

www.pfitscher.it