IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Esperienze Aziendali

Le aziende sono un osservatorio privilegiato per capire le dinamiche del mercato ma anche i diversi modelli di comunicazione. Per questo abbiamo scelto di raccontare le esperienze aziendali non per pubblicizzare alcuni brand ma per evidenziare quelle realtà produttive che sono riuscite ad essere originali e vincenti attraverso le loro scelte in vigna, in cantina, sui mercati.
Esperienze Aziendali Martedi 29 Settembre 2020

Tommasi punta sul Lugana doc ed il suo territorio il Lago di Garda

Il nuovo progetto per la valorizzazione del vino bianco è stato presentato durante un esclusivo evento estivo su un veliero in navigazione sul Lago di Garda.

di Agnese Ceschi

La brezza mite del Lago più grande d’Italia, il Garda, ci ha raccontato l’eleganza e la fragranza del nuovo Lugana Doc firmato Tommasi Family Estates. Lo abbiamo scoperto con piacere durante un recente evento di fine estate realizzato su un imponente veliero in navigazione sul Garda, la perfetta “culla climatica” che valorizza le caratteristiche di un’uva come la Turbiana.

Proprio in terra di Lugana, nel comune di Desenzano del Garda, nei pressi della nota località di San Martino della Battaglia (luogo simbolo della Seconda Guerra di Indipendenza), la famiglia Tommasi ha scelto di investire inizialmente, acquistando un vigneto di circa 5 ettari, e scommettendo su questo vino bianco inconfondibile, rigoroso e di classe, tipico di quest’area. 

Fin da subito il nome del vigneto fu Le Fornaci, per via di un sito archeologico unico nel suo genere: una fornace romana datata al I-II secolo d.C., nelle vicinanze, a metà strada tra Brescia e Verona, dedicata alla produzione di laterizi per la costruzione dei primi insediamenti urbani, grazie all’abbondanza di argilla ed acqua. Le Fornaci sono diventate dunque il simbolo in etichetta di questo vino, che ha preso il nome dal sito archeologico e reca il disegno della caratteristica Torre Monumentale, simbolo di San Martino della Battaglia. 

Dopo diverse ricerche nel territorio, nel 2013 sono stati fatti ulteriori investimenti, tutti nel comune di Desenzano. La Tenuta Le Fornaci si compone dunque oggi di tre vigneti principali dislocati in differenti aree del Lugana DOC per un totale di 45 ettari: due parcelle situate nell’entroterra e una più grande verso il Lago di Garda, alle porte di Sirmione. Tutti i vigneti sono stati completamente impiantati con il solo vitigno autoctono, la Turbiana, con il sistema guyot alta densità di impianto (5.000 ceppi per ettaro circa).

Per il prossimo futuro, a completamento del progetto, è prevista la costruzione di una cantina totalmente destinata alla vinificazione del Lugana ed una struttura dedicata alla ospitalità e all’enoturismo, con un punto di degustazione e ristoro. Nel 2021 è previsto il lancio di due nuove referenze a completamento del progetto: Le Fornaci Lugana doc versione Riserva, annata 2018 e Le Fornaci Rosé, un rosato premium dedicato alla ristorazione.

Note di degustazione: Lugana Le Fornaci 

Giallo paglierino intenso e brillante all’olfatto il Lugana Le Fornaci è fruttato e fragrante, con note di frutta tropicale e pompelmo. Al gusto è secco e armonico e presenta un’elegante freschezza gustativa. È intenso e persistente, nel finale sapido, minerale con il tipico sentore di mandorla. 

Il Lugana Le Fornaci è ottenuto da una accurata raccolta delle uve. Seguono fermentazione lenta a temperatura controllata (14°/18°) e sfecciatura per sedimentazione naturale. Affinamento per 3 mesi circa su fecce e lieviti fini a cui segue la maturazione in acciaio. Ottimo con primi piatti saporiti, risotti, carni delicate e con formaggi freschi. Esalta le preparazioni a base di pesce di lago e di mare.