IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Export

Trova le informazioni per approfondire la conoscenza dei mercati internazionali e per sviluppare un business vincente. Troverai una suddivisione per zona geografica.

Export Giovedi 07 Aprile 2022

Focus vino Grecia: crescono qualità ed export, obiettivo Cina

Dopo la rovinosa crisi terminata nel 2018, il vino greco sta crescendo sui mercati export, la Cina è il prossimo obiettivo.

di Emanuele Fiorio

Alla fiera Oenorama 2022, la più grande mostra di vini greci nel mondo tenutasi il 12, 13 e 14 marzo 2022 ad Atene, sono stati presentati circa 3.000 vini prodotti da circa 250 aziende vinicole greche.
Nel paese, per quanto riguarda il vino, si contano 120 Indicazioni Geografiche Protette (IGP) e più di 30 Denominazioni di Origine Protetta (DOP).

I vini greci stanno scalando il ranking mondiale grazie alle ottime recensioni di esperti, critici e media, nonostante le imprese greche si siano dimostrate lente nel commercializzare i prodotti, spesso lasciando spazi di mercato ad altri paesi produttori.

Enterprise Greece, l'agenzia ufficiale del paese per la promozione del commercio e degli investimenti, ha riferito che il valore totale delle esportazioni di vino greco nel 2020 è stato di 72,05 milioni di euro (79,65 milioni di dollari) e nel 2021 di 84,83 milioni di euro (93,78 milioni di dollari).

Come riporta il National Herald (giornale di riferimento della comunità greco-statunitense), nel 2020 la Cina ha importato solo lo 0,59% della produzione di vino della Grecia, ma l'International Trade Center (ITC) Export Potential Map Greece (strumento online gratuito che trasforma l'analisi economica in informazioni commerciali pratiche) mostra che il paese asiatico è un obiettivo per gli esportatori greci, come sottolinea il direttore generale di Oenorama, Constantine Stergidis: "È potenzialmente un mercato importante, penso che i cinesi siano molto ben informati sulla storia della Grecia e il vino è parte della nostra storia. Molti dei nostri vigneti sono in aree di interesse archeologico o sono destinazioni turistiche, come Santorini".

Il Master of Wine Konstantinos Lazarakis ha ribadito che "La Cina è un mercato potenzialmente importante per i vini greci. Penso che man mano che il vino diventerà più popolare in Cina, vedremo sempre più consumatori cinesi avvicinarsi al vino greco".

Aris Tselepos titolare di Tselepos Wines ha aggiunto: "Negli ultimi anni il vino greco si è affermato nel mercato mondiale e sta facendo i suoi prossimi passi anche nel mercato asiatico. La Cina è un mercato con una crescita enorme negli ultimi anni. Esportiamo i prodotti di tutte e tre le nostre cantine e vediamo una crescita enorme anno dopo anno".

"Abbiamo molte piccole cantine che stanno aprendo, ciò è buono perché questo crea una massa critica per il vino greco e l'industria vinicola greca all'estero", ha rivelato il direttore generale Stergidis. Lo dimostra il fatto che gli ultimi cinque anni hanno visto un aumento costante del prezzo medio delle bottiglie di vino greco.

Durante la crisi economica che ha coinvolto la Grecia durata ben 8 anni (dal 2010 al 2018 circa), il paese ha ricevuto 326 miliardi di euro (360,39 miliardi di dollari) di aiuti in tre trances. I produttori di vino hanno preso la palla al balzo e le cantine sono raddoppiate da 635 a 1.295.