IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Export

Trova le informazioni per approfondire la conoscenza dei mercati internazionali e per sviluppare un business vincente. Troverai una suddivisione per zona geografica.

Export Martedi 17 Maggio 2022

Mercato vino UK: la ripresa favorisce la premiumisation

Abbiamo intervistato un importatore ed un enotecario che operano sul mercato UK: entrambi concordi, volumi stabili ma aumento del consumo in valore.

di Veronica Zin

Per sondare il mercato del Regno Unito abbiamo voluto ascoltare le testimonianze di Dario Langella direttore di Vineyards Direct a Enfield, (importatore e grossista di vini del Regno Unito) e Matt Paice, direttore operativo di Enoteca Da Luca a Londra.

Langella ha posto l’attenzione sulla rinnovata ripresa dell’hospitality, Paice ha evidenziato le ottime performance dei vini italiani nel Regno Unito. Entrambi concordano sull’aumento del livello qualitativo degli acquisti e del consumo in valore.

Come sta andando il mercato del vino e le vendite nel Regno Unito?

Langella
Il settore hospitality sta avendo una marcata ripresa, soprattutto a Londra. Logicamente la ripresa è stata rallentata dal conflitto in Ucraina e dagli strascichi burocratici della Brexit.

Paice
Stiamo assistendo a un lento aumento degli scambi da gennaio poiché i clienti stanno tornando negli uffici.
Il 90% della nostra lista di vini è italiano e i nostri clienti continuano ad abbracciare il vino italiano.

È cresciuto il consumo di vino durante questa fase si riapertura?

Langella
Non mi sembra che il consumo inglese di vino sia aumentato in volume, soprattutto perché storicamente è già a livelli forse troppo alti. Ma sicuramente si è registrato un aumento nel livello qualitativo degli acquisti. Rimane da vedere se questo trend, alimentato dai 'risparmi obbligati' dovuti alla pandemia, continuerà  a crescere.

Paice
Il consumo di vino in volume è simile agli anni precedenti, ma stiamo assistendo a un aumento del consumo in valore.

Stai sfruttando le nuove occasioni che nascono dalla ripresa delle fiere in presenza? Per esempio, è da poco terminato il Vinitaly, avete presenziato? Se sì, come è andato? Qual è stato il clima generale che hai trovato in fiera?

Langella
Purtroppo non sono riuscito a liberarmi per il Vinitaly, ed è stato un vero peccato.
Ma c'è indubbiamente un ottimo fermento riguardo alla London Wine Fair, a cui parteciperemo dal 7 al 9 giugno. Tutti gli operatori del settore non vedono l'ora di incontrarsi nuovamente di persona!

Paice
Sì, partecipiamo di nuovo a degustazioni e fiere in presenza. Il Regno Unito è uscito dalla chiusura pandemica molto prima dell'Italia.