IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

Italian Wine Tour

Italian Wine Tour: 6 settimane, 90 aziende e 7000km in camper alla scoperta della nostra Italia del vino con focus l'Hospitality. Un viaggio che ci porterà a scoprire i servizi enoturistici e le risorse umane delle cantine italiane che hanno fatto dell'accoglienza un asset strategico della loro azienda.
Italian Wine Tour Lunedi 12 Luglio 2021

L’accoglienza che nasce dalle storie di successo di italiani nel mondo

Tolaini: Il racconto delle persone che ci hanno accolto nelle loro aziende.

di Lavinia Furlani

Siamo arrivati da Tolaini grazie alla segnalazione di Maddalena Mazzeschi, tra le più storiche esperte di comunicazione del vino che ci ha organizzato, incastrando come un tetris il nostro appuntamento in azienda. Ed è stato bello averla vista in cantina, arrivata solo per salutarci ed accoglierci.

La visita è stata affidata a Francesco Rosi, enologo dell’azienda dal 2011.

Francesco ci ha subito portati in vigneto e ci ha coinvolto in un racconto che raramente ho sentito fare da un enologo. Un mix bilanciato tra parte tecnica, parte narrativa e parte aneddotica. Sono proprio questi tre gli ingredienti per rendere accattivante e completa una visita in azienda.

Per poi proseguire in una degustazione direttamente dalle botti, spiegandoci con chiarezza e con grande capace divulgativa che cosa ci saremmo dovuti aspettare dai singoli assaggi e il perché di alcune scelte. L’enologo di una azienda è una pedina strategica quando riesce ad abbinare la credibilità tecnica alla capacità comunicativa. E Francesco ci è riuscito con semplicità e sobrietà.

 

La degustazione al tavolo è stata condotta da Diletta Catalano, commerciale Italia che si mette a disposizione anche per la parte di degustazione a supporto del team Hospitality.

Il suo compito in azienda, principalmente votata per mercati internazionali, non è facile ma con la giusta modalità comunicativa e una buona dose di preserveranza stanno arrivano i risultati. Competenza tecnica e informazioni chiare, senza mai esagerare e lasciandoci molto liberi di esprimerci, hanno contraddistinto il suo stile. Da brava commerciale ha saputo valorizzare la nostra presenza per raccoglie informazioni sui nostri pareri e nostre preferenze!

 

I suggerimenti e le idee di accoglienza che abbiamo colto da Tolaini:

  • se la storia dell’azienda e dei fondatori è affascinate e avvincente è sempre importante raccontarla;

  • avere un sottobicchiere dedicato ad ogni vino, per accompagnarlo alla degustazione e poterlo ricordare facilmente.