Che la Cina sia sempre un passo avanti è risaputo. Ogni esperienza di successo viene valutata nei suoi molteplici aspetti e fatta sapientemente fruttare per quanto può potenzialmente rendere. Non a caso l’interesse di Douyin, la popolare app di streaming video cinese che vanta 600 milioni di utenti attivi giornalieri, nella crescita del suo stesso e-commerce di vino e alcolici è in linea con la strategia generale dell’azienda di potenziare il loro sistema di vendite online.
Vino Joy News riferisce che secondo i media cinesi, Douyin sta mettendo in piedi un team di vendita e reclutando acquirenti per la vendita di vino e spirits su app, tramite live streaming e brevi video.

La virale app di social media è entrata per la prima volta nel mondo dell’e-commerce nel 2018, per competere contro i giganti della vendita al dettaglio Alibaba e Pinduoduo. L’app ha raggiunto 500 miliardi di RMB (78,6 miliardi di dollari) di volume delle transazioni nel 2020 e, secondo quanto riferito, ha messo come target 1 trilione di RMB (157 miliardi di dollari USA) nel 2021, dando la possibilità ai negozi di aprire su Douyin.

Nel 2021, gli utenti di short video hanno raggiunto 934 milioni, il 90,5% dei cittadini totali del paese, mentre gli utenti di live streaming hanno raggiunto 703 milioni. Con gli strumenti per le live e i consigli su contenuti personalizzati Douyin sta diventato uno “luogo” importante per i brand alla ricerca di nuovi clienti. Gli utenti possono far visita ai vari negozi con pochi clic; le visualizzazioni hanno mostrato un crescente interesse per vini e liquori che hanno superato a dicembre 2020 i 67 milioni, in aumento di oltre il 62% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Secondo Trend Insight, la piattaforma di marketing digitale di proprietà di ByteDance, a dicembre 2020 erano più di 27.000 i commercianti di vino presenti su Douyin, una crescita impressionante di quasi il 600% dal mese di gennaio. L’importo della transazione mensile di vini e liquori su Douyin ha raggiunto 80 milioni di RMB (12,6 milioni di dollari USA) ed è aumentato del 70% nel secondo semestre del 2020, secondo il rapporto di Tech Xiuqiu.

È interessante notare come, al contrario, il numero di influencer quella da milioni di follower è ancora relativamente piccolo. Nel 2020 gli account con contenuto vino con oltre 10.000 follower sono stati circa 1500 sulla piattaforma. Un dato comunque importante se visto in relazione all’anno precedente, con un aumento del 329%
Nel 2018, ByteDance ha prodotto un proprio marchio di Baijiu l’acquavite cinese rivolto un target giovane che vuole imporsi a livello internazionale. Ha anche realizzato un’etichetta di vino rosso “Byte Vivant” insieme a un’azienda vinicola a Ningxia, la regione vinicola cinese premium. Purtroppo, a causa di un’attività di promozione insufficiente l’andamento delle vendite online è stato deludente.