I #winelovers sono persone provenienti da varie parti del mondo, che condividono la passione per il vino, dotate di social media per favorire la comunicazione, promuovere la formazione e il business del vino nei suoi diversi aspetti, dal vigneto al bicchiere. Alcuni di loro sono i nuovi influenzatori del web, con decine di migliaia di follower su Twitter e di amici su Facebook. Luiz Alberto � il fondatore di questa comunit�, e candidato in corsa per il titolo di Master of Wine. L�abbiamo intervistato affinch� ci racconti della sua passione per il vino italiano.

Quali sono a tuo avviso le potenzialit� di sviluppo dei vini italiani nel mercato americano?
Credo che al giorno d�oggi gli americani bevano pi� vino italiano degli italiani stessi.
Il Pinot Grigio � stato a lungo uno dei vini pi� venduti, ma il Prosecco e il Moscato hanno aiutato a incrementare le vendite, specialmente tra i consumatori pi� giovani.
Il volume � gi� consistente, ma c�� ancora spazio per crescere sul mercato americano.

Hai qualche suggerimento da dare ai produttori italiani per ottenere migliori risultati sul vostro mercato?
Essere presenti! Andare a conoscere il consumatore. E con “essere presenti” non intendo dire che i produttori debbano volare cos� di frequente negli States. Grazie ai social media, possono interagire con i loro clienti attuali o futuri quasi giornalmente, e a un costo molto basso. Alcune cantine lo fanno gi� via Twitter e Facebook e credo stiano raggiungendo i loro obiettivi.

Pensi che Internet e i social media possano contribuire a far rielaborare la percezione del vino italiano da parte del consumatore finale?
Come dicevo prima, non � solo questione di rivedere la percezione… si tratta anche di far sentire la propria presenza. Se consideriamo l�aumento del consumo di vino negli stati Uniti, la generazione Y (quelli nati dal 1980 in poi) si trova nella posizione dominante. I social media hanno un ruolo fondamentale per loro e questo certamente influenzer� il loro processo decisionale quando si tratta di acquistare del vino.

Come valuti il rapporto qualit�/prezzo dei vini italiani?
Non mi piace molto generalizzare. Ci sono vini italiani di qualit� che valgono davvero molto, altri invece sono molto pi� cari di quanto dovrebbero.
Detto questo, l�Italia offre un�ampia variet� di stili e il consumatore trover� sempre un vino di qualit� che apprezza e che non costi un patrimonio.

Quali sono le qualit� dei vini italiani che apprezzi particolarmente?
In cima alla mia lista ci sono la diversit� e l�unicit�. Ad ogni modo, credo di dover citare anche la “prelibatezza”. Alcuni vini italiani sono semplicemente deliziosi e io li adoro!

Che consiglio ti senti di dare ai produttori italiani che cercano di entrare nel vostro mercato?
In realt� il mercato americano pu� essere considerato come 51 mercati diversi (50 stati + Washington DC) con diverse regolamentazioni e diversi comportamenti d�acquisto. Andate a conoscere il vostro pubblico e gli aspetti culturali e legali di ciascun mercato dove avete intenzione di vendere il vostro prodotto. Se non lo fate, quasi sicuramente non riuscirete ad avere successo.

luizalberto