La Regione Lazio ha pubblicato la Call Lazio Wine&Spirits in the UAE 2022  – Destination Wine to UAE che ha la finalità di selezionare 6 imprese del settore vitivinicolo aventi  sede legale e/o operativa nella Regione Lazio e promuovere la diffusione della ricchezza enologica del Lazio negli Emirati Arabi.

Le attività oggetto della misura si riferiscono al marketing e alla promozione e sono così classificabili:

  • Diffusione commerciale, in collaborazione con un distributore locale individuato, che si occuperà del ritiro del prodotto, della importazione, dello sdoganamento; in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana negli EAU (IICUAE) e con il supporto specialistico dell’Associazione Italiana Sommelier del Lazio
  • Attività promozionali specifiche, che potranno avere luogo sia a Dubai che presso le Cantine del Lazio, e coinvolgeranno il pubblico appassionato di enogastronomia.

La misura è dettagliatamente illustrata sul sito della Regione Lazio.
La Regione rendiconta dati molto confortanti per l’export italiano nel comparto agrifood nel periodo gennaio-maggio 2022, con il dato emergente del +74,5% per bevande, alcolici e aceti. In particolare poi, le esportazioni delle cantine del Lazio evidenziano un trend in ripresa dopo due anni molto impegnativi per tutto il settore.

La Call prevede, tra le condizioni imprescindibili per la partecipazione, la presenza di un sito internet in lingua inglese e la disponibilità di materiale promozionale e schede tecniche delle etichette in lingua inglese. Le specifiche modalità di partecipazione sono indicate al link Partecipazione a “LAZIO WINE&SPIRITS IN THE UAE 2022 – Destination Wine to UAE” – Lazio International – Lazio Innova.

Tra i requisiti di ammissibilità si segnala l’operatività delle imprese nel settore vitivinicolo, ad esclusione delle candidature presentate da imprese che possiedono il solo codice ATECO di Imprese Agricole, e la presenza di una serie di stringenti requisiti tra i quali:

  • sede legale e/o operativa nella Regione Lazio;
  • coerenza dell’attività dell’azienda con il settore o i settori economici cui la manifestazione è rivolta;
  • essere una micro, piccola o media impresa, in forma singola o associata in Consorzi, Società Consortili o Reti di imprese con personalità giuridica (Reti-soggetto).

Saranno selezionate le prime 6 cantine che ottengano il maggior punteggio in base ai due criteri di:

  • varietà della gamma del prezzo delle etichette proposte al pubblico;
  • rappresentatività del territorio in termini di diffusione.

Le domande devono essere presentate entro le ore 13.00 di mercoledì 18 gennaio 2023, secondo le modalità indicate nel sito.