Cosa rende vincente un Export Manager del vino? L’hanno scoperto gli aspiranti professionisti dell’export che oggi hanno partecipato al seminario “Diventare Export Manager”, organizzato da Wine Meridian in sinergia con Competenze in Rete

La carta vincente per vendere vino è la riconoscibilità e dunque l’identità che definisce il prodotto, l’azienda, il territorio in maniera chiara e comprensibile. “Identità è ciò che caratterizza ognuno come singolo, unico e inconfondibile. Lo stesso vale per un’azienda vinicola. Purtroppo il trend attuale di molte aziende è di adattarsi alla massa, negando la propria identità e dando messaggi falsati” ha detto Lavinia Furlani, direttore editoriale di Wine Meridian. Ma come fare a trasformare tutto ciò in operatività? “Gran parte del lavoro dell’Export Manager si basa sulle relazioni, ma mettersi in relazione significa soprattutto mettere in gioco sé stessi. Perciò prima ancora di identificare un prodotto, identificate voi stessi” ha continuato Andrea Pozzan di Competenze in Rete. Dunque, come abbiamo già detto altre volte, la relazione è la chiave di tutto, ma il prerequisito è comunicare un’identità chiara. “Dovete prepararvi a vendere prima di tutto la vostra persona. L’Export Manager deve sapere comprendere le proprie caratteristiche, punti di forza e punti deboli, per poi cercare di capire chi ha davanti” ha spiegato Roberta Zantedeschi di Competenze in Rete, che insieme ad Andrea Pozzan ha condotto la seconda parte del seminario.

Identità, capacità di relazione, ma anche una buona dose di creatività. “Siamo in una fase in cui c’è bisogno di idee nuove per vendere il vino all’estero. Spesso gli importatori chiedono agli Export Manager un supporto nel formulare gli strumenti per vendere il vino in modo efficace e chiedono loro di affiancarli nelle attività di promozione. Servono idee creative ed innovative” ha detto Fabio Piccoli, direttore responsabile di Wine Meridian.

Ricapitolando: se la vendita è un insieme di processi concatenati tra loro, il collante di tutti questi processi è la relazione che l’Export Manager riesce a creare con la rete di interlocutori e per avere la carta in più per giocarsi il poker è necessario per prima cosa capire che identità comunicare e poi farlo in maniera chiara e comprensibile.

20151113 182012