Antonio Capaldo, Presidente – Feudi di San Gregorio
Qual è lo stato d’animo, l’umore di questa ripartenza ufficiale?

Siamo molto contenti, siamo carichi. Stamattina non mi sembrava neppure possibile ritrovarmi nuovamente ad un grande evento. Siamo felici e speriamo davvero di tornare alla normalità per il prossimo anno.

Elise Rialland, Responsabile export – Casale del Giglio
Qual è lo  stato d’animo della ripartenza, come stanno andando i vostri mercati?

Sentiamo che i mercati si stanno riaprendo in vari paesi, possiamo dire che la ripartenza c’è e siamo tutti desiderosi di ripartire. Speriamo che duri e che tutto vado avanti così. 

Raccontaci le tue impressioni per quanto riguarda questa giornata importante di ripartenza per le manifestazioni in presenza.

È il primo evento dopo quasi un anno e mezzo, penso che tutti i produttori siano molto felici, c’è un po’ di agitazione ed eccitazione, però vedo tutti molto positivi e felici di riprendere finalmente anche gli eventi in presenza.

Umberto Cosmo, Presidente del consiglio di amministrazione – Bellenda 
Qual è l’emozione della ripartenza come state affrontando questa OperaWine? 

La affrontiamo con grande fiducia e grande voglia di ripartire ovviamente, anzi siamo già ripartiti ed in alcuni mercati non ci siamo mai fermati.
Però l’Italia ha bisogno di fiducia perché ancora vedo tanta paura soprattutto nel pubblico, quindi credo sia necessario portare avanti degli eventi su questo modello.
Non credo più alle grandi fiere, dove ci si trova ammucchiati in mega-stand. Per me l’ideale sono queste manifestazioni: ti presentiamo un vino, se ti piace parliamo del resto, se non ti piace, grazie e amici come prima.

Matteo Lunelli, Amministratore Delegato – Gruppo Lunelli S.p.A.
Qual è lo stato emotivo di questa ripartenza e quali sono gli obiettivi per i prossimi mesi e le prossime manifestazioni?

Siamo tutti entusiasti di vedere finalmente un nuovo evento in presenza, abbiamo anche degli ospiti internazionali. 
Sono rimasto stupito perché sono presenti ospiti dagli Stati Uniti e dai paesi europei limitrofi, un segno di ritorno alla normalità. 
Noi con il nostro Prosecco Bisol e con il Ferrari Trento DOC facciamo bollicine che sono legate alla convivialità e quindi auspichiamo che il prima possibile questa convivialità possa tornare e i segnali sono molto positivi anche dal mercato. 
In Italia sta ripartendo l’Horeca e c’è tanta voglia credo da parte delle persone di tornare nei ristoranti e nei bar, specialmente all’aperto. 
All’estero abbiamo dei mercati che sono già aperti completamente come la Florida negli Stati Uniti. Londra stava dando dei segnali molto positivi, adesso ci preoccupa un po’ la ripresa dei contagi, però io tendo ad essere molto ottimista , ci sono segnali positivi ed oggi ci godiamo quello.

Joe Bastianich, Titolare – Bastianich Wines
Com’è l’umore a questa prima manifestazione internazionale del vino in presenza?

Tanto entusiasmo, è il primo evento pubblico per il vino, torniamo a Verona città del vino e siamo tutti molto contenti.

Per quanto riguarda i mercati della tua azienda, come si sta evolvendo la ripartenza?

È stato un anno difficile ma comunque c’è una grande richiesta, Il mondo sta ripartendo, gli States sono già partiti alla grande, la gente ha voglia di bere qualità, noi ci siamo.