La giuria della 27ª edizione della Vinitaly Design International Packaging Competition, presieduta da Paco Adin, ha assegnato l“’Etichetta dell’anno 2023” al vino rosso Verona IGT 2022 “Fresco di Masi”, dell’azienda Masi Agricola.

Il premio speciale “Packaging Box 2023” va all’azienda Profilia Spa con Birrificio Ventitre – Italian Keller – Birra chiara.

Premio speciale “Immagine coordinata 2023” alla Coop. Soc. Ama Aquilone – Ama Terra. Il premio “Etichetta GDO” è stato attribuito al Valcalepio Doc Rosso Riserva 2017 della Cantina Sociale Bergamasca, mentre l’IGT Rosso 2020 della Cantina Goccia – Az. Agr. Il Melocotogno – Umbria vince il premio “Ambiente e sostenibilità”.

Al debutto quest’anno, il premio speciale “Tecnologia e innovazione” è stato consegnato a Citra Vini – Ortense – Terre di Chieti IGT Pecorino 2021 – Bag in box.

La Vinitaly Design International Packaging Competition è organizzata da Veronafiere-Vinitaly con l’obiettivo di evidenziare il miglior abbigliaggio dei vini, dei distillati, dei liquori, delle birre e degli oli extra vergine d’oliva, premiando e stimolando l’impegno delle aziende nel continuo miglioramento della propria immagine.

Quest’anno è stato un vero e proprio record di campioni iscritti al concorso: 315 in tutto, provenienti da Italia, Spagna, Slovenia e California.

In aggiunta ai premi speciali, sono 11 le categorie della gara dove conquistare l’Etichetta d’oro, d’argento e di bronzo e non tutti i premi vengono assegnati dalla giuria, per mantenere sempre alto il livello qualitativo della gara.

Le confezioni iscritte al 27° Vinitaly Design International Packaging Competition sono state esaminate da una commissione di esperti a livello internazionale presieduta da Paco Adin, direttore creativo e partner Supperstudio, agenzia di branding e packaging con sede a Madrid e vincitrice per due anni del Design Agency of the Year. A completare la rosa dei giurati: Alessandra Corsi, direttore marketing di Conad, e i designer Chiara Tomasi, Papi Frigerio e Luca Fois. Per la prima volta, il processo di valutazione dei campioni è stato completamente digitalizzato.