IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Mercoledi 04 Dicembre 2013

A Enoteca Italiana il premio Enocultura

Il riconoscimento della Guida "Cantine d’Italia 2014", assegnato a Milano ieri martedì 3 dicembre per il suo ruolo di promozione del vino italiano

di Redazione Wine Meridian

A Enoteca Italiana, l’ente nazionale vini, il premio "Enocultura" il riconoscimento della Guida "Cantine d’Italia 2014", edita da Go Wine Editore, il vademecum del per il turista del vino.

Il premio è stato assegnato ieri martedì 3 dicembre a Milano nel suggestivo Hotel Michelangelo a ritirarlo era presente Salvatore de Lio, direttore di Enoteca Italiana.
Sette i premi speciali istituiti per il quarto anno dalla Guida che ha riconosciuto in Enoteca Italiana, come afferma Massimo Corrado, presidente di Go Wine, il suo ruolo di promozione del vino italiano che, in modo permanente, offre all’enoturista.

All’interno della storica sede (Siena) di Enoteca Italiana, infatti, c’è la mostra mostra "ParladiVino" l’esposizione permanente di oltre 1800 bottiglie della Toscana e di tutta Italia, allestita nella cantine del ‘500, ristrutturate in modo avveniristico; l’esposizione è infatti consultabile attraverso un sistema "palmare", audiovisivo, mediante il quale i visitatori possono scegliere le etichette e pianificare la degustazione oppure l'acquisto dei vini.

"Siamo onorati di aver ricevuto questo premio perché gratifica la nostra mission, quella di trasmettere la cultura enoica, luogo del vino italiano dal 1933. – dichiara soddisfatto Salvatore de Lio, direttore di Enoteca Italiana - I nostri obiettivi da quegli anni si sono evoluti ma abbiamo mantenuto il ruolo principale, quello di educare, informare i consumatori. La nostra sede non è solo promozione di tutte le etichette italiane ma anche luogo di incontro tra i buyer e le aziende italiane. Condivo questo premio con tutto lo staff di Enoteca Italiana che ogni giorno si impegna con passione a valorizzare e promuovere il prodotto vino, l’eccellenza famosa in tutto il mondo grazie all’entusiasmo e all’inziativa di tante aziende italiane".