IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Mercoledi 24 Giugno 2015

Alto Adige, l’altitudine per convincere il mercato Usa

La pubblicità istituzionale dell’Alto Adige negli Usa enfatizza il senso dell’altitudine, della pendenza, della montagna per esaltare le peculiarità della propria vitivinicoltura

di Fabio Piccoli

La forza dell’Alto Adige risiede, in particolare, nella semplicità del suo messaggio, nella chiarezza della sua identità.
Quando hai tante, troppe cose da dire si complica maledettamente il compito del creativo, del comunicatore. Ma quando la tua identità si concentra in pochi ma forti e condivisi concetti il lavoro non solo diventa più semplice ma aumenta anche l’efficacia del messaggio.
Questo abbiamo pensato guardando la pagina pubblicitaria istituzionale dell’Alto Adige su Wine Spectator.
Il pay off potrà anche apparire scontato ma la sua forza sta proprio nell’esprimere una verità e cioè: "Discover Italian Wines at their Peak", "Scopri i vini italiani nella loro vetta, nel loro picco…".
Una vetta che ti è subito chiara osservando quel vigneto in grandissima pendenza, ai piedi di un suggestivo castello altoatesino e sullo sfondo le meravigliose Dolomiti.
La classica immagine che realmente parla da sola e questo è una grande fortuna che i bravi produttori altoatesini da parecchi anni, però, dimostrano di meritare ampiamente dando sempre un ottimo senso di squadra e di condivisione, a partire dalla stessa cooperazione un vero esempio a livello mondiale.
L’Alto Adige, il Sudtirol come è conosciuto nel mondo, veramente rappresenta un esempio ideale del valore "identità riconoscibile", dove sotto il cappello di un denominatore comune i produttori, a prescindere dalle dimensioni e filosofie produttive, si riconoscono senza indugi.
E questo elemento emerge in maniera chiara anche in questa pubblicità istituzionale che dà subito il senso dell’identità altoatesina.
A complemento dell’immagine e del pay off una descrizione a fondo pagina molto interessante che così traduciamo: angolo a nord est dell’Italia, un mix tra la brezza delle Alpi, il sole Mediterraneo, l’altitudine elevata sulla quale sono collocati i vigneti, condizioni ideali per l’espressione migliore di varietà come Pinot Bianco, Pinot Grigio, Gewurtztraminer, Schiava, Lagrein e Pinot Nero, che raggiungono l’apice della qualità e dell’eleganza nella regione di montagna dell’Alto Adige.
Quattro righe in cui è concentrata tutta l’essenza vitienologica dell’Alto Adige.
Facciamo fatica ad individuare punti di debolezza di questa campagna istituzionale. Forse se ce n’è uno, magari a "gioco medio lungo" è proprio l’essere troppo ingessati in uno stereotipo.
Ma quando lo stereotipo è cosi vicino alla realtà i rischi si minimizzano veramente.