IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Martedi 24 Maggio 2022

Green Wine Future 2022 di Wineally - Prima Giornata

Prende il via la conferenza Green Wine Future con un'eccezionale line-up di relatori.

di Redazione Wine Meridian

Green Wine Future 2022 è iniziato il 23 maggio 2022 con diverse lezioni magistrali e sessioni a cui hanno partecipato personalità di spicco sia all'interno che all'esterno del business del vino. Wines of Chile e California Wine sono stati i primi due Paesi ospitanti di questa conferenza virtuale, che si terrà in altri sei Paesi.

Green Wine Future di Wineally è la sesta edizione di una conferenza lanciata nel 2006 sotto il nome di World Conference on Climate Change & Wine. Questa edizione 2022 si terrà virtualmente da otto fusi orari mondiali, comprese le regioni ospitanti di Cile, California, Sud Africa, Portogallo, Spagna, Francia, Barossa Australia e Nuova Zelanda.

La prima giornata della Conferenza è iniziata nel fuso orario di Santiago del Cile, con il benvenuto dei suoi fondatori Pancho Campo e dei co-organizzatori David Furer e Michael Wangbickler, Ole Nielsen di Wineally, sponsor principale dell'evento, e il Ministro del Turismo, della Cultura e dello Sport della Columbia Britannica, Melanie Mark. Wines of Chile ha ospitato le sessioni mattutine con il suo presidente, Aurelio Montes, aprendo la giornata. California Wines ha ospitato le sessioni pomeridiane, con Robert Koch, presidente del California Wine Institute, che ha accolto i partecipanti alla sezione nordamericana del programma.

Tra le presentazioni principali della giornata c'era Greg Jones, CEO di Abacela wine, coinvolto da decenni nella ricerca sui cambiamenti climatici. Jones ha dato il via alla conferenza e ha fornito ai partecipanti un aggiornamento sui cambiamenti climatici e le ultime scoperte. Natalia Bayona, Direttore degli ambiti di Innovazione, Educazione e Investimenti per l'Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO) ha chiuso le sessioni mattutine con una presentazione sul turismo sostenibile.

Il pomeriggio si è aperto con il discorso di uno dei nomi più leggendari del mondo del vino, Miguel Torres, presidente di Torres Family Vineyards e sostenitore della sostenibilità nelle operazioni di cantina/vigneto. La giornata si è conclusa con un discorso di Pau Roca, Direttore Generale dell'Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino (OIV) sul cambiamento climatico e le sue implicazioni sul futuro del business del vino.

 

Le sessioni della giornata hanno riguardato argomenti quali:

  • Emissioni di gas serra: identificazione, istruzione e mitigazione
  • Sostenibilità e prodotti di lusso possono coesistere?
  • Pratiche enologiche sostenibili: perché e come?
  • Il passato, presente e futuro delle vecchie vigne
  • Sfruttare nuove tecnologie e servizi per costruire una maggiore sostenibilità
  • Finanza Sostenibile ed ESG

 

Il secondo giorno della conferenza Green Wine Future includerà le presentazioni di:

  • Hans Schultz, Presidente dell'Università di Geisenheim
  • Paul Colditz, Direttore Commerciale di Fairtrade Africa Southern Africa Network
  • Kim Nicholas, scienziato della sostenibilità presso l'Università di Lund e autore di Under the Sky we Make
  • Clarence Louie, capo della banda indiana di Osoyoos

 

Comprenderà anche sessioni su:

  • La biodiversità e il vigneto di domani
  • Il futuro dell'enoturismo
  • Che cos'è il sequestro del carbonio e perché dovrebbe interessarci?
  • Il Protocollo di Porto
  • Gli alti e bassi delle posizioni dei vigneti
  • Rendere più verde la catena di approvvigionamento

L'evento ha il sostegno di OIV, California Wines, Wines of Chile, Barossa Australia, Thompson Okanagan Tourism Organization, Interprofesional del Vino de España, Viniportugal, Wines of South Africa e molte delle principali aziende vinicole del mondo.

Visita il sito www.greenwinefuture.com per registrarti per i giorni due, tre e quattro.