IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Mercoledi 14 Aprile 2021

IWM s.p.a. delibera l'emissione di un prestito obbligazionario fino a massimi euro 130 milioni

L’operazione è funzionale a dotare IWB S.P.A. delle risorse finanziarie necessarie per essere un protagonista nel contesto di consolidamento di settore sostenendo possibili future acquisizioni.

di Redazione Wine Meridian

Il Consiglio di Amministrazione di Italian Wine Brands S.p.A. (“IWB” o la “Società”) riunitosi in data odierna, valutate le condizioni favorevoli di mercato in relazione alla riconosciuta solidità e capacità di concretizzare progetti del Gruppo, ha deliberato l’emissione di un prestito obbligazionario senior, non convertibile, non subordinato e non garantito per un ammontare nominale compreso tra un minimo di Euro 100 milioni e un massimo di Euro 130 milioni, destinato sia al pubblico indistinto in Italia sia ad investitori qualificati in Italia e all’estero, con esclusione degli Stati Uniti, ovvero di qualsiasi altro Paese - quali ad esempio Australia, Canada o Giappone - in cui non sia consentita l'offerta di strumenti finanziari se non autorizzata dalle autorità competenti di tale Paese (le “Obbligazioni”). La durata del prestito è stabilita in sei anni a decorrere dalla data di emissione, con un tasso di interesse fisso, non inferiore al 2,00% lordo su base annua e un rimborso totalmente bullet a scadenza. Le Obbligazioni verranno emesse ad un prezzo pari al 100% del loro valore nominale di sottoscrizione, con un taglio pari a Euro 1.000,00 e verranno offerte per la sottoscrizione attraverso la piattaforma del Mercato Telematico delle Obbligazioni (MOT) organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A.. Il prestito obbligazionario, in linea con la prassi riferibile a termini e condizioni di strumenti obbligazionari di natura analoga, sarà soggetto, inter alia, al rispetto di covenant relativi al livello di indebitamento finanziario netto complessivo di Gruppo.

Previo rilascio delle necessarie approvazioni da parte della Banca Centrale d’Irlanda (Central Bank of Ireland – CBI), quale autorità competente ai sensi della normativa applicabile e di Borsa Italiana S.p.A., si prevede che le Obbligazioni siano ammesse alla quotazione presso il Mercato Telematico delle Obbligazioni - MOT organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., con la previsione di un dual listing anche sul mercato regolamentato (Regulated Market) dell’official list (Official List) dell’Irish Stock ExchangeEuronext Dublin (Euronext Dublin). All’ottenimento dell’autorizzazione da parte della CBI sul prospetto per l’offerta e l’ammissione alle negoziazioni delle Obbligazioni (il “Prospetto”), sarà espletata la c.d. procedura di “passporting” del Prospetto in Italia ai fini dell’offerta al pubblico indistinto, ai sensi delle applicabili norme comunitarie.

Si prevede che, subordinatamente all’ottenimento delle necessarie autorizzazioni e compatibilmente con le condizioni di mercato, l’offerta del prestito obbligazionario possa concludersi entro il 30 maggio 2021. Le date di avvio e chiusura del periodo di offerta saranno indicate nel Prospetto e comunicate dalla Società al pubblico mediante successivo comunicato stampa.

L’emissione del prestito obbligazionario è funzionale, da un lato, a dotare la Società delle risorse necessarie per supportare la strategia di crescita del Gruppo attraverso linee esterne e, in particolare, per operazioni di acquisizione e consolidamento di società target nell’ambito del frammentato mercato italiano del “wine & food”, rafforzando così la propria offerta di prodotti tra categorie rientranti nel core business di IWB, e, dall’altro, per diversificare le fonti di finanziamento e, ove ritenuto opportuno, razionalizzare le linee di finanziamento esistenti in un contesto che non pone sostanziali limitazioni alla capacità di dividend payment del Gruppo.

Equita S.I.M. S.p.A. agirà quale placement agent e operatore incaricato di esporre le proposte in acquisto delle Obbligazioni sul MOT.

Ulteriori dettagli saranno forniti nell’imminenza dell’avvio dell’operazione.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società, Alessandro Mutinelli, dichiara “L’ambizione di Italian Wine Brands è quella di diventare il primo gruppo italiano non cooperativo nel settore vinicolo per dimensione, solidità e redditività, con capacità di diffondere e valorizzare la proposta dei propri marchi sui mercati internazionali.

IWB, con una vocazione di consolidatore, già oggi aggrega 4 aziende leader di settore. Il percorso di sviluppo di sinergie e crescita organica da noi intrapreso nel corso di questi anni è stato sicuramente molto positivo e ci convince che il settore vinicolo italiano, per competere sui mercati internazionali, abbia la necessità di convergere su campioni capaci di consolidare. In tale contesto, il nostro gruppo, si vuole porre quale leader aggregante e stiamo a tal proposito valutando concretamente l’acquisizione di alcune realtà vinicole che condividano la nostra stessa visione, i nostri valori e gli obiettivi ambiziosi che ci poniamo.