IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Mercoledi 15 Settembre 2021

Lugana: un autunno con i riflettori puntati sui produttori

Il Consorzio dI Tutela del Lugana DOC inaugura con il press tour internazionale un mese denso di eventi che mettono al centro il territorio ed i suoi protagonisti.

di Agnese Ceschi

Relazione con la stampa internazionale, eventi di formazione e divulgazione per far conoscere le molteplici sfaccettature di vini e territorio: questi sono solo alcuni dei momenti salienti della densa agenda autunnale del Consorzio di Tutela del Lugana, denominazione della parte meridionale del Lago di Garda. Sono i produttori i veri protagonisti della DOC Lugana, che saranno al centro del fitto programma di appuntamenti del prossimo mese. 

Il bianco del Garda gioca “in casa” con un press tour internazionale dal 14 al 17 settembre che ospita alcuni fra i più importanti giornalisti enologici europei, in un viaggio che tocca i 5 comuni della DOC, Desenzano del Garda, Sirmione, Pozzolengo, Lonato del Garda e Peschiera del Garda, per poi trasferirsi il 17 settembre nel capoluogo lombardo, per un grande evento per pubblico e operatori, “Lugana Armonie Senza Tempo”, presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”. Infine l’agenda del prossimo mese si chiude con la partecipazione alla Milano Wine Week (dal 2 al 10 ottobre), a Hostaria Verona (8-10 ottobre) e la realizzazione di eventi dedicati alla DOC all’estero, in Austria in particolare.

I prossimi eventi saranno anche l’occasione per parlare dell’annata oggetto di vendemmia proprio negli stessi giorni, la quale “si preannuncia molto interessante – afferma il Presidente Ettore Nicoletto –. Sarà una vendemmia tardiva come tempi di raccolta, come non accadeva da 15 anni a questa parte, e con quantitativi medio bassi come produzione, ma con notevoli prospettive qualitative. L'uva è molto bella dal punto di vista sanitario, con ottimi equilibri sia nella maturazione, grazie a notti fresche e temperature diurne non troppo elevate, che nel rapporto tra zuccheri, acidità e PH”.

Tutte le diverse sfumature ed interpretazioni del vitigno autoctono Turbiana si esprimeranno in tutta la loro evidenza all’eventoLugana Armonie Senza Tempo”, cui parteciperanno oltre 50 diverse cantine e che si terrà il 17 settembre al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano dedicato al genio eclettico di Leonardo da Vinci che, come è noto, nutriva una grande passione per il vino, per la viticoltura e l’enologia, al punto da disegnare e progettare macchine per l’agricoltura e dispensare consigli e suggerimenti per le pratiche di vigna e di cantina.

L’appuntamento si articolerà in due momenti: dalle 15.30 alle 17.30 una Masterclass di approfondimento, condotta dal Presidente del Consorzio Ettore Nicoletto e da Luciano Ferraro caporedattore centrale del Corriere della Sera, dedicata alle diverse tipologie previste dal disciplinare di produzione e riservata a giornalisti, blogger e professionisti del settore. A partire dalle ore 18, e sino alle ore 22.30 apertura del wine tasting al pubblico degli eno-appassionati che potranno così degustare, avvolti dall’affascinante atmosfera del Chiostro del Museo, oltre novanta espressioni del Lugana.

Gli impegni del Consorzio proseguiranno poi a pieno ritmo ad ottobre, con la partecipazione alla Milano Wine Week (dal 2 al 10 ottobre) e a Hostaria Verona (8-10 ottobre). Alla Milano Wine Week, in particolare, Consorzio sarà sponsor del distretto di Porta Romana per l'intera settimana ed organizzerà due masterclass: il 6 Ottobre dalle 16:30 alle 17:45 con Filippo Bartolotta e il Presidente Nicoletto in collegamento con Miami ed il 9 Ottobre dalle 11:45 alle 13:00 con Andrea Grignaffini e il Presidente in collegamento con Tokyo. 

 “Questo sono tutte occasioni diverse ma complementari nella strategia del Consorzio di promuovere una più profonda conoscenza della Denominazione, coinvolgendo in parallelo la stampa e il pubblico – conclude Nicoletto –. La nostra intera attività è tesa ad accrescere il prestigio e la reputazione del Lugana, valorizzando gli oltre 50 anni di storia di questa DOC e il lavoro quotidiano dei produttori che l’hanno resa grande e celebre a livello internazionale”.