IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Giovedi 17 Ottobre 2013

Ocm, Friuli virtuoso drena fondi anche dalle altre Regioni

Al termine ultimo del 15 ottobre erano stati erogati 9,14 milioni, quando i fondi ammontavano a 8,14.

di Redazione Wine Meridian

Friuli Venezia Giulia "primo della classe" nella graduatoria per la campagna 2013/2014 relativa ai progetti presentati sulla misura “Promozione sui mercati dei Paesi Terzi” dell’OCM vino (Organizzazione Comune di Mercato).
Si tratta di uno strumento con il quale è possibile erogare un contributo comunitario, fino al cinquanta per cento dell’importo complessivo, per la realizzazione di azioni d’informazione e promozione dei vini comunitari nei Paesi extra Unione Europea, definiti appunto Paesi terzi.
L’obiettivo è migliorare la competitività delle aziende vinicole in tali Paesi e favorire la loro conoscenza in nuovi mercati.
«L’insieme di misure che fanno riferimento all’Organizzazione comune di mercato (Ocm) vino è stato capace di muovere in Regione qualcosa come oltre 18 milioni e mezzo di euro». Lo ha affermato il vicepresidente e assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Bolzonello.


Commentando il bilancio tracciato dagli uffici dell’Area risorse agricole e forestali della Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali, Bolzonello sottolinea che le misure hanno permesso «di far conoscere e apprezzare all’estero i nostri vini e di conseguenza il nostro territorio, e infine di ristrutturare il 3% dei vigneti regionali, valore che è perfettamente in linea con il trend ideale di rinnovo indispensabile a una viticoltura dinamica e moderna».
Il bilancio riguarda le azioni realizzate nella campagna 2013/2014 e finanziate dall’Unione europea con il Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo. «Alla data del 15 ottobre, termine ultimo per l’effettuazione dei pagamenti alle aziende vitivinicole da parte di Agea - prosegue Bolzonello - i contributi erogati complessivamente ammontano a 9,14 milioni, ma la cosa che mi preme sottolineare è che a inizio campagna i fondi a disposizione per il Friuli Venezia Giulia ammontavano a 8,14 milioni: in altre parole, dimostrando le nostre esigenze finanziarie siamo riusciti a farci assegnare dal Ministero delle Politiche agricole circa un milione di risorse non utilizzate da altre Regioni».

Le azioni finanziabili dal progetto in questione, che riguardano i vini DOC (Denominazione Origine Controllata) e IGT (Indicazione Geografica Tipica) e i vini varietali sono riconducibili a: azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità che mettano in rilievo i vantaggi dei prodotti comunitari in termini di qualità, sicurezza alimentare e rispetto dell’ambiente; partecipazione a manifestazione, fiere ed esposizioni di importanza internazionale; campagne di informazione, sui sistemi comunitari delle DOC delle IGT e della produzione biologica; studi di nuovi mercati, necessari all’ampliamento degli sbocchi di mercato; studi per valutare i risultati delle azioni promozionali e di informazione.
I progetti finanziati sono risultati nove, di cui uno a valenza multiregionale (Friuli Venezia Giulia con Veneto relativamente alla promozione del Prosecco).