IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Giovedi 12 Gennaio 2017

Quinta edizione Master Wine Export Management: partita la selezione alla Fondazione Mach

Chi saranno i 25 a possedere il Wine-Factor? La commissione composta da due referenti di Fondazione Mach e due di Wine Meridian valuterà in questi giorni l'accesso al percorso formativo della Fondazione Edmund Mach

Il Master della Fondazione Mach rivolto alle aziende e ai professionisti del vino, in partenza il prossimo 27 gennaio, ha aperto i battenti alle selezioni dei futuri 25 partecipanti che avranno la possibilità di accedere all’esclusivo percorso formativo per diventare o affinare le competenze come Wine Export Manager.
Molte le richieste pervenute e che verranno valutate a partire da oggi.

Colloqui serratissimi di 30 minuti in cui verranno valutate la motivazione, le capacità relazionali e le competenze specifiche di questi professionisti del vino. Anche noi di Wine Meridian siamo nella commissione che porterà alla decisione su chi saranno i 25 selezionati.

Cosa significa fare Wine Export management oggi? Il WEM implica un complesso di conoscenze e competenze relative al tema dell’internazionalizzazione delle imprese. L’export, infatti, è solo l’attività terminale di un processo di azioni che devono far essere l’azienda pronta ed adeguata ai mercati internazionali.
Per questo è necessaria una figura come il Wine Export Manager, o figure analoghe che ne condividano gli obiettivi e le competenze, biglietto da visita dell’azienda sui mercati, in grado di raccontare l’identità di un brand.
A tal fine L’Executive Master proporrà lezioni di approfondimento e testimonianze di protagonisti del settore che vanno dalla fase della produzione a quella del vero e proprio export management. Il tutto attraverso numerose esercitazioni, e attività di simulazione guidata in modo da fornire al partecipante sia solidi fondamenti teorici sia esempi pratici, che saranno da guida a svolgere il proprio ruolo in mercati internazionali con contesti caratterizzati da competizione e nuovi paradigmi.

Chi saranno dunque i 25 selezionati che parteciperanno all’esecutive Master di quest’anno?
Lo scopriremo solo al termine di queste giornate di selezioni in cui racconteremo attraverso le voci dei selezionatori quali sono le figure professionali che gravitano oggi nel mondo del vino e quali attitudini, competenze e obiettivi sono necessari per rappresentare al meglio il Made in Italy enologico nel mondo.