IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Mercoledi 01 Luglio 2020

Partecipa ai B2B in Polonia e Danimarca

Il 22 settembre a Copenhagen e il 24 settembre a Varsavia: con queste due tappe il Simply Italian Great Wines Tour di I.E.M. prova a ripartire dall’Europa.

Copenhagen, Danimarca

Giunto alla sua undicesima edizione, Simply Italian Great Wines Tour, l’evento ideato da IEM International Exhibition Management per valorizzare l’enologia italiana nel mondo, prova a riprendere le fila del discorso, dopo i duri mesi di lock down e limitazioni, ricominciando con due tappe concatenate che toccano due tra i mercati più interessanti in Europa: la Danimarca e la Polonia. 

Il format dei Simply Italian Tour, con workshop commerciali, degustazioni e seminari guidati, dà alle aziende protagoniste una concreta opportunità di farsi conoscere nei Paesi ospiti, incontrando direttamente il trade locale selezionato.

Il tour toccherà il 22 settembre per la prima volta la capitale danese, Copenhagen, e si sposterà il 24 settembre in quella polacca, Varsavia per confermare la sua quarta edizione in Est Europa. 

Due tappe studiate per consentire l’incontro diretto con i professionisti locali e la stampa di settore, nell’ottica di favorire l’instaurazione e il consolidamento di rapporti commerciali, valorizzare e comunicare al meglio il vino italiano, dando la giusta visibilità alle aziende vinicole protagoniste. 

Perché esportare in Danimarca?

La Danimarca continua a mantenere un consumo pro capite di vino relativamente elevato, fra i primi 10 posti a livello globale, superiore a quello dei suoi vicini nordici, Svezia, Norvegia e Finlandia. Infatti, il consumo pro-capite è continuamente in crescita ed è salito dai 29,54 litri/anno nel 2012 ai 31,18 litri/anno a fine 2017. L’Italia si conferma secondo partner commerciale, ma appena poco distante dalla vicina Francia, con un valore di 143,06 milioni di euro di vino importato fra gennaio e dicembre del 2018, molto avanti rispetto a Spagna, Germania e Stati Uniti. 

Perché esportare in Polonia?

La Polonia invece è il più grande mercato dell’Europa centro-orientale, con oltre 38 milioni di abitanti ed un’economia in crescita. Grazie all’influenza dei Paesi limitrofi, più forti in ambito vitivinicolo, il mercato polacco si sta lentamente trasformando, aprendosi ai consumi di beni considerati di "lusso", come il vino, rientrando nella classificazione di mercato “in crescita” del Wine Intelligence Global Compass

Si diffonde sempre più la cultura del vino fra i consumatori e la maggior attenzione alla salute e al consumo consapevole di alcolici fa registrare un aumento del consumo pro-capite di vino dai 3,44 litri annui del 2013 ai 5,09 litri annui del 2018.  Le vendite complessive di vino in Polonia nel periodo settembre 2018 - agosto 2019 sono aumentate del 9%, stabilendo un record in termini di spese: 3,2 miliardi di zloty (circa 750 milioni di euro). 

Per quanto riguarda le importazioni, l’Italia diventa il primo partner commerciale superando la Germania con 63,84 milioni di euro di vino importato fra gennaio e dicembre 2018, equivalente al 20,6% in più rispetto al 2017.  Nel 2019 aumentano tutte le vendite di vini DOP italiani rispetto all’anno precedente con un aumento dei volumi rispettivamente del +4,8% per i rossi fermi, +5,8% per i bianchi fermi, +4,5% per i rosè, +6,3% per Champagne. 

La struttura di Simply Italian Great Wines International Tour si compone di diversi momenti e iniziative complementari: 

  1. Seminario informativo e degustazione guidata 
  2. Workshop commerciale 
  3. Incontri B2B 

Per avere maggiori informazioni sulla partecipazione al tour, scrivete a: redazione@winemeridian.com

Varsavia, Polonia