IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

News Lunedi 04 Aprile 2022

Tutte le sfide dell'essere Sommelier donna nel mondo del vino

Tre interessanti testimonianze di donne che lavorano nel mondo della sommellerie asiatica tra difficoltà e la realizzazione di un sogno.

di Agnese Ceschi

Atiporn Khaengraeng, Sommelier al Mia Restaurant

Il ruolo del sommelier è senza dubbio di vitale importanza nel mondo della ristorazione internazionale, specialmente in quei mercati dove il consumo del vino avviene solo in certi ambienti ricercati e dove l'abbinamento al piatto costituisce un requisito fondamentale. Dalla scelta della lista vini all'assistenza ai commensali nella scelta del migliore abbinamento di vino, i sommelier sono un riferimento per l’industria del vino. Negli ultimi anni si sono affacciate nella platea internazionale numerose sommelier donna che hanno portato una nuova visione al femminile in un mondo tradizionalmente dominato da uomini. In quest’ottica abbiamo trovato di grande interesse un’intervista tripla a tre tra le più interessanti figure di sommelier in Tailandia condotta dalla testata online Prestige, un media lifestyle che approfondisce tematiche di rilievo e di alto profilo per i mercati asiatici. È interessante comprendere che visione queste professioniste abbiano nei confronti del ruolo delle donne nel mondo della sommellerie e quali siano i consigli che si sentono di dare alle future leve. 

“Sono molto orgogliosa di essere una sommelier donna. Amo indirizzare i miei coetanei nel capire i diversi modi di avvicinarsi al vino, che sia per un'occasione speciale o semplicemente per sorseggiare un calice con gli amici. Per quanto riguarda le sfide, essere una sommelier ha richiesto molti anni di studio e duro lavoro, ed è stato difficile dimostrare che come donna non sono da meno degli altri” ha raccontato Nutawan Jumpanak, attualmente considerata la ‘Wine Guru’ del Anantara Siam Bangkok Hotel, incoronata nel 2019 ‘Thailand’s Best Sommelier’. 

Essere donna nel mondo della sommelierie non è un percorso sempre facile, come conferma Atchara Wongthai Palleros, sommelier al Central Wine Cellar, con un passato da General Manager e brand ambassador di Riedel per il Riedel Wine Bar & Cellar di Gaysorn. “Mi sento orgogliosa di essere una donna e di rappresentare il vino da una nuova prospettiva, quella femminile. Mi rendo altresì conto che ciò che conta sono le caratteristiche individuali e l’expertise di un sommelier, elementi ben più importanti del genere. Questo lavoro richiede tanta applicazione ed impegno, ma io non mi fermo qui e punto a diventare una Master Sommelier e condividere le mie esperienze e conoscenze con donne che amano il vino ma che non hanno l’opportunità di studiare”. 

Spesso essere donna è anche motivo di scarsa fiducia da parte dei commensali che pensano di non avere di fronte una persona con conoscenze nel campo. “La più grande sfida che ho incontrato come sommelier donna è il fatto che molti ospiti tendono a sottostimarmi in quanto donna. Tendono ad avere preconcetti, pensano che i sommelier siano sono uomini e fanno fatica a darmi piena attenzione. Non sono scoraggiata e sono qui per provare di valere la loro stima e fiducia” ha spiegato Atiporn Khaengraeng, attualmente sommelier del Mia Restaurant, precedentemente al Sühring and Bangkok Marriott Marquis Queen’s Park Akira Back.

Se chiamate ad esprimere un consiglio per le future leve della sommellerie, le tre sono abbastanza concordi nel motivare a realizzare i propri sogni come loro hanno fatto.  “Crea il tuo stile unico e diventa la versione migliore di te stesso” ha detto Nutawan Jumpanak. Secondo Atchara Wongthai Palleros essere fedeli a sé stessi è la carta vincente, a prescindere dal genere. “Conosci il tuo obiettivo e lavora sodo per raggiungerlo. Fai qualcosa ogni giorno che ti avvicini ai tuoi obiettivi”. Infine Atiporn Khaengraeng ironizza su una tematica che forse preoccupa di più un sommelier “Forse potresti non essere in grado di indovinare cosa sta cercando esattamente i tuoi ospiti, ma puoi rendere tutto più facile avendo una buona conversazione con loro”.