IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

WinePeople Martedi 22 Marzo 2022

Basta lamentarti sul lavoro: impara a trasformare i perché in come

Come smettere di focalizzarsi sul problema ed iniziare a pensare alla soluzione.

di Lavinia Furlani

Perché il mio vino non sta andando bene nei mercati esteri?
Perché il mio team commerciale non è attivo e produttivo?
Perché il mio e-commerce non sta performando bene?
Perché non riesco ad avere nuove relazioni con importatori?
Perché ho ancora pochi appuntamenti per la prossima fiera?

La nostra cultura ci orienta verso la ricerca del “perché”: ma spesso il “perché” è esterno a chi cerca una risposta, non è controllabile e soprattutto non ci mette in movimento.
Focalizzarsi sulle cause di quello che ci capita porta a reprimere ogni forma di creatività e, nella migliore delle ipotesi, permette di crearci alibi che legittimano la situazione di stallo del nostro business.

È opportuno invece rimanere sul “come” risolvere il problema attuale, riconoscere le modalità che mantengono il problema nell’ottica della ricerca di una soluzione.
Ammettiamo che ci possa essere una risposta a tutte le domande che ci siamo posti: che cosa cambierebbe? Pensiamo forse  che la frustrazione diminuirebbe, dopo aver attribuito una causa a ciò che non funziona?

 

Cambiare focus per risolvere il problema

A volte siamo più portati a concentrarci sui “perché” e non ci rendiamo conto che così rimaniamo fermi nella nostra situazione e non facciamo nulla per uscirne ed andare avanti.
Cerchiamo allora di trasformare la domanda sul “perché” in una domanda sul “come”, che, a partire da noi stessi, porti ad una maggiore consapevolezza ed avvii una ricerca di nuove azioni da portare avanti con proattività.

Ad esempio invece di chiedersi ostinatamente “Perché l’export non cresce”, proviamo a farci le seguenti domande: “Come posso incontrare  un nuovo potenziale importatore? Cosa posso fare per affrontare il mercato ? Chi mi può aiutare? Come posso fissare incontri in una fiera?" o ancora: “Cosa finora ho fatto, o non fatto, per superare questa situazione?”.

Questo è un modo per valorizzare noi stessi, le nostre aziende e le nostre risorse e per assumere una parte più attiva nella nostra vita.
Certo, ci sono situazioni che non dipendono da noi, ma sicuramente è importante che noi agiamo come se le cose dipendessero da noi.