Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
mercoledi 26 giugno 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it roncoblanchis.it https://corte-de-pieri.business.site/ www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://events.editricetemi.com/events/WorkshopFood&Beverage/registrazione.html?idpg=497 Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura

Tasting

Wine Meridian vuole raccontare a suo modo i vini italiani attraverso l'esperienza di professionisti e appassionati. Scoprili con noi.



tuesday 25 june

Italian wines in the world: Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015

We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015


Italian wines in the world: Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015
Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015

Color: Garnet Red
Year of production: 2015
Price: 15.00 euros
Annual production: 30,000 bottles
Denomination: Cannonau di Sardegna DOC
Aging: The wine is matured partly in oak barrels and partly in barriques. The assembly and the final refinement in the bottle enhance the elegant structure and the harmonious fragrances.
Grapes: Cannonau of Sardinia

The wine we have tasted is the fruit of the most widespread black berry vine in Sardinia, Cannonau. A name that evokes in itself a marked territoriality, maybe the oldest vine in the Mediterranean area, with a path and a history that is lost in the mists of time. The recent discoveries on the island are indeed corroborating the millennial theses that make it even more protagonist of its strong belonging to Sardinia.
The different areas of the island differentiate the Cannonau thanks to the composition of the soils and the microclimate, and it is here that the winery Santa Maria la Palma uses, for this Reserve, three real Cru, areas that have shown their wine vocation over the years , further enhancing this true red heart of the island. Three small production areas with low production and therefore a further qualitative value, which wisely assembled together, give life to a real pride of the Alghero winery. This reserve has a color that tends towards garnet but expresses all its noble depth and the nuances of the glass are really very intriguing, but it is the smell that the riot of red fruit, accompanied by a spiciness with a few equal for a varietal in purity, already expresses in itself a concept of strength inextricably linked to its elegance.
Cannonau is above all this, an emotion so ancient and always current because the same olfactory sensations are then enhanced by an entrance in the mouth that confirms all its charm and makes the palate so rich in a balance also given by the wood that has refined it for a short time. We recommend the Cannonau reserve of La Palma winery with the furred game and with all those meat dishes of modern Italian cuisine, because its long history will make them even more current.


Company Profile
It all began in 1946, in the Nurra area, which had been reclaimed and given to the farmworkers following the Agrarian Reform that was implemented in Sardinia in the immediate post-war period. The locals were blessed with skilled, courageous hands that had the capacity to capture the soul of a part of the island that seems to have been designed for winemaking. And so, in 1959, one hundred of them decided to enter into a co-operative and to found the Cantina Santa Maria la Palma (Santa Maria la Palma Winery).
Today, past and future are being combined seamlessly through the new technologies deployed in every project put together by the Winery, which can leverage a tradition that has always married innovation to love for the local soil.
700 hectares of land on the estate are under vine, giving rise to a wealth of highly nuanced Sardinian wines, all made with the same passion and dedication as always, while also taking advantage of everything that state-of-the-art technology has to offer.

Cantina Santa Maria la Palma
Loc. Santa Maria La Palma Cantina Alghero, SS 07041 IT
vini@santamarialapalma.it
+39 079 999008
www.santamarialapalma.it 
Italian wines in the world: Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015


Download sheet PDF format



sabato 22 giugno

Italian wines in the world: Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma

Abbiamo degustato per voi Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma


Italian wines in the world: Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma
Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015
Colore:
Rosso Granato
Anno di produzione: 2015
Prezzo: 15,00 euro
Produzione annua: 30.000 bottiglie 
Denominazione: Cannonau di Sardegna DOC
Affinamento: Il vino viene fatto maturare parte in botti di rovere e parte in barriques. L’assemblaggio e l’affinamento finale in bottiglia ne esaltano l’elegante struttura e l’armoniosità dei profumi.
Uvaggio: Cannonau di Sardegna



Il vino che abbiamo degustato è frutto del vitigno a bacca nera più diffuso in Sardegna, il Cannonau. Un nome che evoca già di per sé una spiccata territorialità, si ritiene infatti che sia il vitigno più antico del bacino mediterraneo, con un percorso ed una storia che si perde nella notte dei tempi. Le recenti scoperte sull’isola infatti ne stanno avvalorando le tesi millenarie che lo rendono ancor di più protagonista della sua forte appartenenza Sarda.
Le diverse aree dell’isola differenziano il Cannonau grazie alla composizione dei terreni ed al microclima, ed è qui che cantina Santa Maria la Palma utilizza, per questa sua Riserva, tre veri e propri Cru, aree che hanno dimostrato negli anni la loro vocazione enologica, valorizzando ancor di più questo vero e proprio cuore rosso isolano. Tre piccole zone produttive a bassa produzione e quindi dall’ulteriore valore qualitativo, che assemblate sapientemente assieme, danno vita ad un vero e proprio orgoglio della cantina algherese. Questa riserva si presenta con un colore che tende al granato ma che esprime tutta la sua nobile profondità e le sfumature al bicchiere sono davvero molto intriganti, ma è all’olfatto che il tripudio di frutta rossa, accompagnata da una speziatura con pochi uguali per un vitigno in purezza, esprime già di per sé un concetto di forza legata in maniera indissolubile alla sua eleganza.
Il Cannonau è soprattutto questo, una emozione così antica e sempre attuale perché le stesse sensazioni olfattive vengono poi valorizzate da un ingresso in bocca che conferma tutto il suo fascino e rende il palato così ricco di un equilibrio donato anche dal legno che lo ha affinato per un breve periodo. Consigliamo il Cannonau riserva di Cantina la Palma con la selvaggina a pelo e con tutti quei piatti a base di carne della moderna cucina italiana, perché sarà la sua lunga storia a renderli ancora più attuali.


Company Profile
Tutto inizia nel 1946, nei terreni della Nurra, bonificati e consegnati ai contadini in seguito alla Riforma Agraria che interessa la Sardegna nell’immediato dopo guerra. Mani esperte e coraggiose, in grado di cogliere l’anima di un territorio che sembra essere fatto per il vino. È così che cento di loro decidono di diventare Soci e, insieme, fondare la Cantina Santa Maria La Palma. È il 1959.
Oggi, passato e futuro si incontrano, vivendo naturalmente l’uno nell’altro, in ogni nuova tecnologia e in ogni progetto portato avanti dalla Cantina, figli di una tradizione che da sempre unisce innovazione e amore per la propria terra. 700 ettari di terreno, messi a frutto per dare vita alle diverse e profonde sfumature del Vino Sardo, con la stessa passione e la stessa dedizione al lavoro di allora, e con le migliori tecnologie di oggi.

Cantina Santa Maria La Palma
Loc. Santa Maria La Palma Cantina Alghero, SS 07041 IT
vini@santamarialapalma.it
+39 079 999008
www.santamarialapalma.it 
Italian wines in the world: Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 di Cantina Santa Maria La Palma


Download scheda formato PDF



mercoledi 19 giugno

Italian wines in the world: Montepulciano d'Abruzzo DOC di Cantina Wilma Il Vino di Donna Thieti

Abbiamo degustato per voi Montepulciano d'Abruzzo DOC di Cantina Wilma Il Vino di Donna Thieti


Italian wines in the world: Montepulciano d'Abruzzo DOC di Cantina Wilma Il Vino di Donna Thieti
Montepulciano d'Abruzzo DOC 2016
Colore: Rosso
Anno di produzione: 2016
Prezzo: 8,50 euro
Produzione annua: 4000 bottiglie
Denominazione: Doc
Affinamento: botti di acciaio inox per 8 mesi
Uvaggio: 100% Montepulciano

Artigianalità: iniziere
mmo così per raccontare questo calice di Montepulciano, impenetrabile, profondo intenso e semplicemente sincero. Il produttore Maurizio Nonno, nella sua piccola Cantina Wilma, realizza 12 mila bottiglie da 8 ettari vitati a Pecorino, Trebbiano e Montepulciano. Raccoglie solo 4 grappoli per ogni singola pianta vinificandoli secondo “natura”, cioè con fermentazioni spontanee, lieviti indigeni e affinamenti in acciaio. Il vino? Beh, rispecchia il territorio: una regione difficile da descrivere perché ricca di mille aspetti, dal fascino del color fucsia degli oleandri al giallo delle ginestre, i suggestivi promontori e i caratteristici trabocchi, luoghi come sospesi nel tempo. I suoli minerali, ricchi di ostriche e conchiglie su terreni sciolti e argillosi, tracciano un gusto dalla vena sapida e piacevoli sensazioni di calore. Un vero artigiano chietino in una terra abruzzese che, seppur godendo di grande biodiversità nella coltivazione della vite, riesce ancora parzialmente a valorizzare il suo rosso per eccellenza. Sorso da interpretare, un calice che si concede a fatica, dal colore rosso rubino e dalle profonde sfumature china. Il “Vino di Donna Theti” regala il sapore delle prugne mature e delle ciliegie sotto spirito, note di botaniche, erbe medicinali e profumi di spezieria per un ingresso di bocca a tratti polveroso e dal tannino ancora lievemente allappante.
Da assaporare con lasagne abruzzesi e polpette, preferendo una temperatura di servizio di 18 gradi. 







Company Profile
Immersa in 8 ettari di terreno è nata nel 2007 ed è un'azienda a conduzione familiare. Da 2 ettari, Cantina Wilma ottiene i suoi vini da i vitigni di Montepulciano d'Abruzzo, Pecorino Colline Teatine e Trebbiano d'Abruzzo. Da 3 ettari, l'azienda ottiene il suo olio dalla tipologia di oliveto Leccino.


Cantina Wilma
Madonna della Vittoria , Chieti, 66100 (CH)
mauriziononno@hotmail.it
Tel. 320.0351963
www.cantinawilma.wixsite.com 
Italian wines in the world: Montepulciano d'Abruzzo DOC di Cantina Wilma Il Vino di Donna Thieti


Download scheda formato PDF



lunedi 10 giugno

Italian wines in the world: Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina

Abbiamo degustato per voi il Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina


Italian wines in the world: Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina
Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018

Colore: bianco
Anno di produzione: 2018
Prezzo: 5,90€
Produzione annua: 250.000 bottiglie
Denominazione: DOC TREVISO
Affinamento: 30 giorni in autoclave
Uvaggio: Glera 100%


Una bottiglia che si presenta in modo elegante e con un’immagine davvero importante, questo Prosecco millesimato 2018 è frutto di un’annata tra le più classiche, notevoli, storiche. Lavorato con tecniche di sapiente avanguardia e particolare cura al mantenimento delle peculiarità date dalla raccolta di uve sanissime, al giusto punto di maturazione, dona sin dalla sua apertura un bouquet di frutti a polpa bianca e note dolci di fiori di campo che si esaltano mentre lo versiamo nel bicchiere che si riempie di una spuma delicata, mai invasiva. Il perlage di questo vino è ricco, vivo, finissimo nelle bollicine e decisamente impattante in termini di equilibrio all’olfatto, dove si arricchisce di note di frutta tropicale ancora acerba mescolate a note di pompelmo e gelsomino che lo rendono fine nella sua complessità.
L’ingresso in bocca è pieno, intenso, ampio, piacevole al palato e mai pervasivo in termine di effervescenza, in armonia con le sensazioni olfattive, lascia un retrogusto che rispecchia un basso tenore zuccherino, con una lunghezza davvero importante.
Uno spumante di grande classe e di ottima bevibilità, solare nel suo complesso e ben bilanciato nella sapidità, armonizzata da una acidità che esprime appieno le caratteristiche dei terreni di origine.
Consigliato con un aperitivo a base di finger food di pesce dell’adriatico, grazie al suo perlage favorisce la pulizia del palato e ci riporta a grandi momenti di festa con gli amici più veri.

Company Profile
Vigna Dogarina Vi.V.O. Agricola, società del Gruppo Vi.V.O. Cantine dal 2016, è un’azienda vitivinicola votata a vini di qualità, dove la massima attenzione per ogni singolo dettaglio, a partire dalle operazioni di gestione dei vigneti, per completarsi con quelle di imbottigliamento, consente il raggiungimento di standard di assoluta eccellenza.
Una solida esperienza viticola, unita all’uso delle più moderne tecnologie, consente invero la produzione di vini moderni ed eleganti, espressione massima del territorio, all’interno di un’area ricca di storia e di importanti città quali Venezia e Treviso.


Vigna Dogarina
Via Arzeri 35 Salgareda 31040 IT
info@vivoagricola.it
+39 0422 80419
www.dogarina.it 
Italian wines in the world: Prosecco Spumante Brut Millesimato 2018 di Vigna Dogarina


Download scheda formato PDF



sabato 08 giugno

Italian wines in the world: Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo

Abbiamo degustato per voi Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo


Italian wines in the world: Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo
Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010

Colore: rosso
Anno di produzione: 2010
Produzione annua: 40.000 bottiglie
Denominazione: DOC
Affinamento: 24 mesi in legno
Uvaggio: 80% Montepulciano, 20% Aglianico


Una regione piccola e spesso “messa da parte”: il Molise regala borghi unici e paesaggi da fiaba oltre a denominazioni che valorizzano vitigni interessanti quanto straordinari, come Montepulciano e Aglianico. Tante le potenzialità di un territorio sospeso nel tempo tra località arroccate e natura incontaminata. I lievi pendii, dove sono coltivati i vigneti di Borgo Colloredo, guardano al mare Adriatico e godono di un microclima favorevole. Qui i fratelli Di Giulio, enologo e agronomo, lavorano la terra rispettandola e preservandola. Un amore che traducono in vini di forte personalità, insigniti di importanti riconoscimenti a conferma della sincerità del loro lavoro. Da uve Montepulciano e Aglianico raccolte dai migliori vigneti di questa Azienda Agricola, veri e propri Cru, nasce Gironia Biferno Rosso. Un calice dal color granato, intenso e impenetrabile. Un bouquet etereo e variegato che si apre con profumi di prugne e visciole per poi declinarsi alle spezie orientali, alle note di vaniglia, alla noce moscata. Nessuna fretta di mostrarsi, è ospite e compagno. Racconta la sua terra con sorsi lunghi, a tratti piccanti e sempre intensi. Un corpo e una struttura tipica dei più importanti vini del sud, il calore e l’avvolgenza che fanno da filo conduttore. Ci si aspetterebbe tutt’altro che leggerezza, invece ogni assaggio scorre via in ragione di bevute che si connotano per un legame d’amore con le pietanze e che con esse profondamente si armonizzano, complice un tannino levigato, fine e ben integrato. Da godere con piatti di selvaggina e formaggi stagionati, preferendo una temperatura di servizio di 18 gradi. 






Company Profile

Borgo di Colloredo è la storia di un sogno che si è evoluto di generazione in generazione. L’azienda è situata a Campomarino, immersa nelle verdi campagne del Molise, su morbidi pendii che si affacciano sul mare Adriatico, terra che da sempre gode di un clima mite e temperato, ideale per la coltivazione delle uve. La Famiglia Di Giulio vive in questa terra da oltre 50 anni. Nel 1960 Silvio Di Giulio acquistò una tenuta che, nel corso degli anni, ha raggiunto oltre 80 Ha di terreno i quali, velocemente, dal livello del mare, diventano collina baciata da venti gentili. Enrico e Pasquale Di Giulio rappresentano la terza generazione di questa famiglia di produttori di vino, e insieme sono stati capaci di imprimere una svolta produttiva e commerciale all’azienda, tanto che oggi la cantina è riconosciuta come un punto di riferimento nel panorama vinicolo molisano.


Cantine Borgo di Colloredo S.R.L. 
Via Colloredo 15 Campomarino, CB 86042 IT
info@borgodicolloredo.com
+39 0875 57453
www.borgodicolloredo.com 
Italian wines in the world: Gironia Biferno Rosso Riserva DOC 2010 di Cantine Borgo di Colloredo


Download scheda formato PDF



sabato 01 giugno

Italian wines in the world: Najma 2017 dell'azienda Vigna Belvedere

Abbiamo degustato per voi il Prosecco DOC Najma 2017 Brut dell'azienda Vigna Belvedere


Italian wines in the world: Najma 2017 dell'azienda Vigna Belvedere
Prosecco DOC Najma Brut
Colore: bianco
Anno di produzione: 2017
Prezzo: € 8,00
Produzione annua: 7.000 bottiglie
Denominazione: DOC
Affinamento: spumantizzazione in autoclave 4 mesi
Uvaggio: 100% Glera

Si fa presto a dire Prosecco. Una sola denominazione e sfumature differenti di un racconto che parte dalla vigna e arriva al calice. Provenienze territoriali diverse seppur collocate nella medesima area nord orientale dell’Italia e provenienti da 4 province del Friuli Venezia Giulia (Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine) e 5 province del Veneto (Belluno, Vicenza, Padova, Treviso, Venezia), luoghi dalle condizioni pedoclimatiche uniche. Vigna Belvedere, azienda agricola della provincia di Pordenone è collocata in luoghi particolarmente vocati per la produzione di Prosecco, pianure dai terreni limosi argillosi con stratificazioni sabbiose che dalle Alpi muovono verso il mare. Con grande passione per la propria terra e con alle spalle le conoscenze della tradizionale Scuola di Potatura di Simonit Sirch, lavora otto ettari di vigneto di quattro differenti cloni di uve Glera. E se ancora non fossimo riusciti a spiegarci il successo del Prosecco Doc, il suggerimento rimane scegliere un calice di Najma 2017 Vigna Belvedere Brut. Incontrerà il favore e il gusto di tutti coloro che al vino si approcciano in modo “pop” mentre soddisferà i desideri dei palati più esigenti. Una bollicina elegante, un calice dal colore giallo paglierino tenue e dal perlage fine, continuo e persistente. Intrigante per le suggestioni olfattive e gustative che offre, un vino concreto per la freschezza dei profumi di mela e pera, fiori bianchi di acacia, biancospino e delicati sentori di agrumi. Fresco e leggermente sapido si consiglia di degustarlo in abbinamento ad un risotto al Prosecco Doc e una spolverata di lime e pecorino. Da servire ad una temperatura di servizio di 8 gradi.



Company Profile
L’azienda Vigna Belvedere deve la sua storia all’appassionato lavoro di una famiglia di commercianti di legname e proprietari terrieri attivi nel nord-est d’Italia fin dal XV secolo e che all’inizio dell’800, decise di investire in diversi terreni e proprietà immobiliari, su cui ora sorgono i vigneti, nella pianura tra il Friuli Venezia Giulia ed il Veneto, al fine di facilitare il trasporto del legname dalle rigogliose foreste del Cadore alla laguna dell’antica Repubblica marinara di Venezia. Dopo un periodo di interruzione durante gli anni '80, nel 2017 grazie ad un totale rinnovo dei vigneti, l' azienda ha preso un nuovo slancio, senza dimenticare la tradizione. 


Vigna Belvedere
Via Belvedere, 8 - 33087 Pasiano Di Pordenone (PN) - ITALIA
Tel. +39 340 6098086
info@vignabelvedere.it
www.vignabelvedere.it 
Italian wines in the world: Najma 2017 dell'azienda Vigna Belvedere


Download scheda formato PDF



sabato 25 maggio

Italian wines in the world: 137 Brut Oltrepo' Pavese Metodo Classico Pinot Nero DOCG dell'Azienda Agricola Manuelina

Abbiamo degustato per voi il 137 Brut Oltrepo' Pavese Metodo Classico Pinot Nero DOCG dell'Azienda Agricola Manuelina


Italian wines in the world: 137 Brut Oltrepo' Pavese Metodo Classico Pinot Nero DOCG dell'Azienda Agricola Manuelina
137 Brut Oltrepo' Pavese Metodo Classico Pinot Nero DOCG

Colore: bianco
Anno di produzione: 2013
Prezzo: 22,00 euro
Produzione annua: 3000 botti
Denominazione: DOCG
Affinamento: 48 mesi sui lieviti
Uvaggio: 100% Pinot Nero


Uno scorcio di Oltrepò Pavese: piccole e grandi aziende vitivinicole che seguono un filone produttivo fatto di grandi potenzialità per un territorio che vanta grandissima qualità, ma troppo poco ancora percepito in un mercato che rimane prevalentemente lombardo. Manuelina è una cantina ricca di storia che, sin dagli inizi del 900, ha prodotto vino per un consumo famigliare e che oggi consta di 22 ettari di vigneti in una zona fortemente vocata per lo spumante metodo classico. “137”, secondo la mappa catastale, è il vigneto dell’azienda agricola sita a Santa Maria della Versa dove, la varietà Pinot Nero, rappresenta la vera e propria nobiltà. Qui si esprime secondo il suo carattere, unico e deciso. Ottenuto da uve raccolte a mano, vinificate in acciaio e affinate almeno trentasei mesi sui propri lieviti, è un metodo classico dalle caratteristiche di potenza ed eleganza. Il colore giallo paglierino con sfumature rosa antico, il perlage finissimo e dal moto perpetuo, la beva decisa, ne fanno un vino di struttura e persistenza. Al naso vi è tutto il fascino del Pinot Nero che si rinsalda nelle percezioni retrolfattive con profumi di arancia rossa, note di rabarbaro, sidro di mele e la gradevole nota ferrosa. Non mancano i profumi di pasticceria che declinano in un finale più citrino e amaricante. Un vino la cui potente struttura permette di poterne godere a tutto pasto o con primi della tradizione lombarda. Da servire ad un temperatura di 8/10 gradi. 






Company Profile
L’Azienda Agricola Manuelina è ubicata nel comune di Santa Maria della Versa, nel cuore dell’Oltrepò Pavese. La sua storia inizia nella prima metà del ‘900, quando Luigi Achilli e il fratello Guido decidono di non limitarsi a una produzione per il consumo personale o di pochi affezionati amici e clienti. Nasce così l’Azienda Agricola Achilli Luigi, un'azienda fatta di grande passione che Luigi Achilli ha trasmesso ai figli Paolo e Antonio. La modifica del nome in Azienda Agricola Manuelina è storia di oggi. Per distinguere la nostra azienda dalle numerose cantine a nome Achilli presenti nel comune di Santa Maria della Versa, è stato registrato un nome semplice legato alla famiglia, Manuela è infatti il nome di una delle figlie di Paolo.


Azienda Agricola Manuelina s.s.a
Fraz. Ruinello di Sotto 3/a S. Maria della Versa, PV 27047 IT
info@manuelina.com
+39 0385 278247
www.manuelina.com 




Italian wines in the world: 137 Brut Oltrepo' Pavese Metodo Classico Pinot Nero DOCG dell'Azienda Agricola Manuelina


Download scheda formato PDF



sabato 18 maggio

Italian wines in the world: Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898

Abbiamo degustato per voi la Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898


Italian wines in the world: Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898
Grappa Storica Nera Bio

Colore: bianco carta
Anno di produzione: NS
Prezzo: 34,00 euro
Produzione annua: ca 8000 bottiglie
Gradazione: 50,0%
Affinamento: 12 mesi in acciaioUvaggio: vinacce friulane, uva a bacca nera, certificata biologica

La Storica Nera BIO è una grappa di cinquanta volumi in alcol ottenuta esclusivamente da vinacce di vitigni friulani a bacca nera certificata biologica dal CCPB, autorizzato dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MIPAAF) (ai sensi Decreto Legislativo 220/1995). Le vinacce di uve a bacca nera hanno, infatti, la capacità di donare un prodotto più rotondo e morbido rispetto ai vitigni a bacca bianca, regalando un grado alcolico importante che rimane molto più delicato da un punto di vista gustativo. È chiamata Storica proprio per via dello storico metodo, definito lento. La bassa temperatura di distillazione favorisce il recupero degli aromi migliori, grazie ad un accurato impianto discontinuo a vapore diretto, inventato dalla Maison. Storica Nera BIO è una grappa di compiuta franchezza e rispondente al genere, ovvero rispondente alla tipica grappa friulana, estremamente caratterizzante e resa ancor più intensa dalla gradazione alcolica. Il calice bianco carta è decisamente trasparente e brillante. Al naso tanta finezza e un bouquet armonico, sincero e molto intenso, caratteristiche, quest’ultime, che la rendono di importante pregevolezza. Un bouquet che abbraccia tutti i profumi, dalla scorza di arancia al floreale bianco; è bene ricordare che nell’approccio olfattivo è sempre più importante orientarsi alla ricerca di intensità e finezza più che ai singoli descrittori. In bocca, il calore esercitato è completamente smussato e attenuato dalle morbidezze che la rendono “gentile” nel sorso. La percezione retrolfattiva conferma la raffinatezza, la garbatezza nonché la decisa persistenza. Da degustare a una temperatura di servizio di 18 gradi, in un calice alto a tulipano.
Per tutti coloro che sanno abbandonarsi ai piaceri della vita. 



Company Profile
Nel 1898 i Domenis si stabiliscono a Cividale del Friuli e l’avo Pietro Domenis fonda la distilleria che comincia a distribuire i suoi prodotti nel territorio friulano. Nel 1986 nasce Storica: il perfetto connubio tra gradazione alcolica e corredo di aromi fanno di questa grappa giovane un prodotto di immediato successo che consente a Domenis di imporsi come leader riconosciuto nel mercato dei distillati. Dopo aver festeggiato i primi 100 anni di attività di distillazione, nel 1998 nasce Storica Nera, la punta di diamante dell’azienda. Domenis spinge la sua arte creando Secolo, una grappa a 60° ed un omaggio al fondatore Pietro. Nel 1999 nasce, invece, la Linea Biologica di Domenis, e infine con il 2016 si segna l’inizio di un nuovo corso per lo storico marchio DOMENIS® e per la prestigiosa distilleria di Cividale del Friuli, che torna protagonista del mercato dei distillati di alta qualità come “DOMENIS1898 srl”.

DOMENIS1898
Via Darnazzacco 30 Cividale del Friuli 33043 IT
www.domenis1898.com
Italian wines in the world: Grappa Storica Nera Bio di DOMENIS1898
Giovanna Romeo

Download scheda formato PDF



mercoledi 15 maggio

Italian wines in the world: Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna

Abbiamo degustato per voi il Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna


Italian wines in the world: Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna
Friuli Colli Orientali Sauvignon

Colore: bianco
Anno di produzione: 2017
Prezzo: 10 euro
Produzione annua: 25.000 bottiglie
Denominazione: Doc Friuli Colli Orientali
Affinamento: 90% in acciaio, 10% in botti di legno in rovere da 1500 litri.
Uvaggio: Sauvignon (100%)

È parere unanime che il Friuli sia la terra dei grandi bianchi. Come sempre ciò che influenza la coltivazione della vite è il clima ma, soprattutto, il territorio. La stratificazione del suolo in particolar modo, che in questa area prende il nome di flysch, ovvero terreni che si originano per sedimentazione da un’alternanza di marne e arenarie e che donano alla vite ricchezza in minerali e un frutto di estrema qualità. Ci troviamo nella zona collinare della provincia di Udine, rilievi tra i 150 e 350 metri, tra gradoni e terrazze vitate riparate dalle Alpi Carniche e Giulie che proteggono dai venti freddi del nord. A sud il mare Adriatico, tra brezze marine e aria mite che affluisce garantendo una viticoltura incomparabile. Qui l’Azienda Agricola Specogna produce un Sauvignon da vigne di quasi quarant’anni e filari posti nelle migliori esposizioni. Un vitigno con un corredo aromatico importante, dalla forte personalità, che si esprime in questo calice in modo intrigante ed elegante. Non predominano le note erbacee; la giusta maturità delle uve racconta di profumi di agrumi, pompelmo rosa e bergamotto, di guava, di timo, olive verdi e capperi. Bella la nota di mela verde che accompagna anche la vista, sfumature tra il giallo paglierino chiaro e i riflessi verdolini. Un bouquet intenso, equilibrato, mai disarmonico. La bocca è tesa, vigorosa, un corpo agile sorretto da acidità e sapidità. Il palato chiude con cenni di mandorla e il desiderio di sorsi infiniti.
Da degustare con un piatto della cucina Thai o con un più tradizionale primo di pansoti al sugo di noci, consigliamo una temperatura di servizio di 12 gradi. 






Company Profile
Era il 1963 quando Leonardo Specogna, dopo alcuni anni da emigrante in Svizzera (sorte tipica per la gente Friulana di quegli anni), una volta tornato in Friuli Venezia Giulia acquistò un piccolo appezzamento di terra sulle colline della Rocca Bernarda a Corno di Rosazzo, nel cuore del vigneto Friuli. Terre ad alta vocazione enologica dove la pianta della vite trova condizioni ideali sin dai tempi Romani grazie al fatto che, in questo lembo orientale della nostra regione, il clima ed i terreni presentano delle peculiarità uniche ed eccezionali per la viticoltura. E da quel giorno tutto ebbe inizio...


Azienda Specogna
Via Rocca Bernarda, 4, Corno di Rosazzo, UD, 33040 IT
info@specogna.it
www.specogna.it
Italian wines in the world: Friuli Colli orientali Sauvignon dell'Azienda Specogna


Download scheda formato PDF



sabato 11 maggio

Italian wines in the world: Sannio Aglianico 2015 DOP dell'Az. Agr. Castelle

Abbiamo degustato per voi Sannio Aglianico 2015 DOP dell'Az. Agr. Castelle


Italian wines in the world: Sannio Aglianico 2015 DOP dell'Az. Agr. Castelle
Sannio Aglianico 2015 DOP

Colore: Rosso
Anno di produzione: 2015
Prezzo: 9,40 euro
Produzione annua: 10.000 bottiglie
Denominazione: Dop
Affinamento: 1 anno di rovere, 6 mesi in acciaio inox
Uvaggio: 100% Aglianico

Vizi e virtù del Barolo del Sud: l’Aglianico, vitigno a bacca rossa dell’Italia meridionale, originario della Grecia, coltivato sin dall’epoca Romana e celebrato dai versi di Orazio che ne narrava le sue incredibili qualità, mostra le sue migliori espressioni in territori come Basilicata e Campania. La passione dei Fratelli Assini dell’Azienda Castelle, viticoltori in Castelvenere, ha permesso di recuperare una tradizione agricola famigliare che nasce ai tempi dell’Unità d’Italia. Una famiglia che con il proprio lavoro racconta di vitigni come Fiano e Falanghina e in particolar modo di Aglianico, definito Barolo del Sud per la sua grande forza e concentrazione, Sannio Aglianico DOP presenta caratteristiche di considerabile complessità, eleganza e souplesse. É un calice dai profumi erbacei, fruttati di prugne e more di rovo, a tratti piccanti e tostati che si distendono a un sorso vinoso. In gioventù, regala alla vista sfumature rosso rubino, un corpo snello e fresco, e un tannino ancora da ingentilire. Un vino capace di grande invecchiamento, 10 o 20 anni, da aspettare per poter godere della sua evoluzione, che renderà il giusto riconoscimento alla sua grande classe proiettata nel tempo.
Aglianico e cacciagione l’accostamento ideale, da degustare preferibilmente ad una temperatura di servizio di 18 gradi. 


Company Profile
Nel 1992 due giovani fratelli, Mariano e Raffaele, danno vita a Castelle. Parole d’ordine: intraprendenza, amore per il territorio, innovazione, cambiamento. La loro storia affonda però le sue radici in una tradizione più antica che arriva fino al trisavolo e all’Unità d’Italia.
Quattro generazioni al lavoro nello stesso territorio, ricordando sempre le proprie origini!

Azienda Castelle
Via Nazionale Sannitica, 48, Castelvenere BN 82037 IT
castelle@castelle.it
www.castelle.it 

Italian wines in the world: Sannio Aglianico 2015 DOP dell'Az. Agr. Castelle


Download scheda formato PDF




Notizie dalla prima pagina
Crescita economica, socio-culturale e turistica alla base dell’aumento delle opportunità del nostro export vitivinicolo in Asia Centrale, a partire dai Paesi come il Kazakistan e l’Uzbekistan

Asia Centrale, area strategica per il futuro del vino italiano

Crescita economica, socio-culturale e turistica alla base dell’aumento delle opportunità del nostro export vitivinicolo in Asia Centrale, a partire dai Paesi come il Kazakistan e l’Uzbekistan

Fabio Piccoli
Quando nella fase di vendita non basta solo raccontare il prodotto e l’azienda.

Il personal branding: chi sei, cosa fai e perchè non puoi farne a meno

Quando nella fase di vendita non basta solo raccontare il prodotto e l’azienda.

Lavinia Furlani
We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015 tuesday 25 june 2019

Italian wines in the world: Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015

We have tasted for you Cantina Santa Maria La Palma's Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2015



sfondo_wm