Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

sfondo_wm
venerdi 23 agosto 2019 logo winemeridian.com
Italian daily news for key players and wine lovers

Siddura enosocial.com


valdoca pertinace vinojobs Wine Monitor Cantina Santa Maria La Palma Fondazione Edmund Mach Siddura WineNet CVA Canicatti Bixio https://www.cantinafrentana.it Corte De Pieri www.ilvinocomunica.it https://www.accordinistefano.it/ http://www.cantinavicobarone.com/ Vigna Belvedere italian wine academy https://www.marchesibarolo.com/ http://www.varramista.it/it/ http://www.grafical.it/it/ www.prosecco.wine Farina Cantina Valpolicella http://www.consorziomorellino.it/ Tebaldi

Tasting

Wine Meridian vuole raccontare a suo modo i vini italiani attraverso l'esperienza di professionisti e appassionati. Scoprili con noi.



sabato 10 agosto

Italian wines in the world: Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898

Abbiamo degustato per voi la Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898


Italian wines in the world: Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898
Grappa Secolo Barrique Millesimata

Colore: giallo
Prezzo: € 45,00
Produzione annua: ca 800 bottiglie
Denominazione: Grappa riserva barrique Millesimata
Affinamento: almeno 8 mesi in serbatoi di acciaio inox, dopo un invecchiamento di almeno 18 mesi in barrique di rovere
Uvaggio: vinaccia di uve 

DOMENIS1898 è una distilleria che, nel tempo, ha voluto trasmettere nelle proprie creazioni tutta la sua filosofia aziendale, cercando sempre di dare ai prodotti quelle caratteristiche che esaltino e facciano comprendere gli sforzi fatti in ricerca e tecnologia, e che hanno come unico obiettivo il veder crescere un piacere sensoriale, mai banale, del grande distillato italiano riconosciuto nel mondo: la grappa.
Il poeta Soldati, definendo il vino la poesia della terra, sosteneva che la grappa fosse la sua anima; ed è proprio la grappa degustata oggi, Secolo Barrique Millesimata, che esprime a nostro avviso le caratteristiche poetiche di un prodotto che racchiude un’anima sincera e decisa nella sua piacevole complessità. L’invecchiamento di questa grappa per oltre 18 mesi permette di avere un colore soavemente ambrato come solo i grandi passiti di importanti uve bianche possono avere, perché anche la limpidezza che trasmette nel bicchiere testimonia l’ottimo lavoro di cura e di affinamento. L’olfatto ci dona un’armonia equilibrata di profumi di nobili barrique e sentori di cuoio mescolati al miele di castagno, alcune spezie esaltano il completamento che in bocca emerge nel suo potente equilibrio. Una grappa, la Secolo Barrique, che vanta una gradazione importante, 60 gradi di avvolgente armonia che riempiono il palato con la gioia di percorrere un’esperienza piena di quella verità che il buon Soldati riconoscerebbe come l’anima della vinaccia da lui, splendidamente, descritta. 



Company Profile
Nel 1898 i Domenis si stabiliscono a Cividale del Friuli e l’avo Pietro Domenis fonda la distilleria che comincia a distribuire i suoi prodotti nel territorio friulano. Nel 1986 nasce Storica: il perfetto connubio tra gradazione alcolica e corredo di aromi fanno di questa grappa giovane un prodotto di immediato successo che consente a Domenis di imporsi come leader riconosciuto nel mercato dei distillati. Dopo aver festeggiato i primi 100 anni di attività di distillazione, nel 1998 nasce Storica Nera, la punta di diamante dell’azienda. Domenis spinge la sua arte creando Secolo, una grappa a 60° ed un omaggio al fondatore Pietro. Nel 1999 nasce, invece, la Linea Biologica di Domenis, e infine con il 2016 si segna l’inizio di un nuovo corso per lo storico marchio DOMENIS® e per la prestigiosa distilleria di Cividale del Friuli, che torna protagonista del mercato dei distillati di alta qualità come “DOMENIS1898 srl”.

DOMENIS1898
Via Darnazzacco 30 Cividale del Friuli 33043 IT
www.domenis1898.com
Italian wines in the world: Grappa Secolo Barrique Millesimata di DOMENIS1898


Download scheda formato PDF



mercoledi 07 agosto

Italian wines in the world: Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché

Abbiamo degustato per voi il Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché


Italian wines in the world: Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché
Barbera d'Asti Superiore

Colore: rosso
Anno di produzione: 2015
Prezzo: 15 €
Produzione annua: 2000 bottiglie
Denominazione: DOCG
Affinamento: 6 mesi in acciaio inox, 18 mesi in barrique
Uvaggio: 100% Barbera


“Generosa Barbera, bevendola ci pare d’esser soli in mare sfidanti una bufera”. Così scriveva Giosuè Carducci affascinato dalla potenza di questo vino. Vitigno principe del Piemonte, coltivato prevalentemente nelle province di Asti e Alessandria, interessa circa il 30% della superficie vitata. Declinato al femminile per l’eleganza, la poliedricità, la versatilità è troppo spesso oscurato dal cugino Nebbiolo. Un vino che oggi incontra il gusto di un pubblico sempre più vasto e che Cascina Ciuché interpreta con una Barbera d’Asti Superiore in chiave moderna e internazionale. Azienda di Costigliole d’Asti dove il legame tra famiglia, storia e territorio è il punto di partenza per la realizzazione di vini unici. La tradizione al servizio della viticoltura: vinificazioni lunghe, travasi e filtrazioni. Diciotto mesi di affinamento in barrique e l’ampiezza di un bouquet che alterna il floreale al fruttato, la balsamicità alle spezie orientali, i profumi di cipria ai sentori di tabacco bianco. Al palato è dinamico, con una acidità vivace e con una buona persistenza. Una bellissima Barbera ottima per accompagnare un fritto alla piemontese. Consigliamo una temperatura di servizio di 18-20 gradi. 



Company Profile
Cascina Ciuché è un'azienda vitivinicola situata a Costigliole d'Asti, nel cuore del Monferrato. Da tre generazioni produciamo molti dei vini tipici di questa area geografica. La nostra cantina vanta di una superficie di 300 mq, a fronte di un podere che si estende per circa 25 ettari. I vini vengono prodotti con metodi del tutto tradizionali: tutto il processo di produzione avviene in modo del tutto naturale, senza l'utilizzo di acceleranti e coloranti . Il nostro obbiettivo è portare avanti la tradizione di famiglia, producendo vini genuini e schietti. Nonostante il nostro attaccamento alla tradizione abbiamo voluto proporre un packaging "diverso" e all'avanguardia, per sottolineare la nostra voglia di accompagnare l'azienda verso il futuro.


Cascina Ciuché
Strada Fornace Costigliole D'Asti, AT 14055 IT
info@cascinaciuche.it
+39 393 4986 5445

www.cascinaciuche.it
Italian wines in the world: Barbera d'Asti Superiore di Cascina Ciuché


Download scheda formato PDF



sabato 03 agosto

Italian wines in the world: Rosato IGT Trevenezie 2018 dell'Azienda Vinicola Anna Spinato

Abbiamo degustato per voi Rosato IGT Trevenezie 2018 dell'Azienda Vinicola Anna Spinato


Italian wines in the world: Rosato IGT Trevenezie 2018 dell'Azienda Vinicola Anna Spinato
Rosato IGT Trevenezie 2018

Colore:
Rosé
Anno di produzione: 2018
Prezzo: 3,40 €
Produzione annua: 16.000 bottiglie 
Denominazione: IGT Trevenezie
Affinamento: No
Uvaggio: Corvina 60% Rondinella 30% Molinara 10%


Le dolci colline moreniche a sud del Lago di Garda delineano un territorio dominato da una natura rigogliosa, che l’uomo ha saputo valorizzare dimostrando che lo sviluppo del turismo può e deve coesistere con il rispetto per l’ambiente e la cura del paesaggio. In queste terre di saliscendi tutto è curato, ben organizzato ed anche i vigneti sembrano giardini incantati in cui i filari s’intrecciano e si rincorrono per godere delle fresche e miti correnti provenienti dal Garda. Un contesto perfetto per coltivare vitigni come corvinone, rondinella e molinara che animano questa bottiglia di rosato, un vino capace di raccontare la storia di una natura pura e rispettata, disposta ad essere ancora amica.
Il suo rosa è tenue, elegante come il colore di un tessuto antico, morbido come un velluto, trasparente ed intrigante come l’abito leggero di una giovane ragazza. Incuriosito, ti accosti un poco per sentire il suo profumo ed arriva la fresca armonia delle fragoline di bosco che dialoga con l’essenza dei petali di rosa. Ti metti in ascolto, chiudi gli occhi e non hai più dubbi: iodio nell’aria, una distesa di sale, note agrumate di cedro e bergamotto, lampi di rosmarino, sfumature balsamiche, echi di vaniglia e cardamomo con memorie di crème de cassis. Non puoi resistere, la conoscenza deve continuare con la bocca e ti sorprende: nessuno schermo di dolcezza, torna la rosa, la fragolina, il ribes e la buccia degli agrumi che fluttuano in un mare di sale. Piacevole il suo carattere, si veste di rosa ma la sua anima rossa si sente e si esprime decisa, si racconta nervosa e si rivela forte ed inafferrabile come il vento che soffia dal mare. Con Lei viene voglia di sedersi a tavola per gustare vitello tonnato, melanzane alla parmigiana, fritti di pesce, tartare di tonno, carpaccio di fassona, roastbeef oppure… una bella pizza!



Company Profile 
La storia di Anna Spinato è il racconto di una famiglia veneta, animata dalla passione per le viti e dall'amore per il vino. Creata da Pietro nel 1952, oggi è condotta dalla figlia Anna che intuì presto le potenzialità dei vini veneti e decise di diventare ambasciatrice del vino italiano nel mondo: un progetto di successo, fondato sulla fama e la qualità del Prosecco ma capace di dare identità, valore e prestigio agli altri vini del Veneto. Oggi, Anna Spinato è affiancata dal figlio Roberto e guida l’espansione nel nome della tradizione italiana seguendo un progetto strategico fondato sui valori che il mondo intero riconosce allo stile italiano, fatto di cose buone, belle e sane.
Da sempre attenta ai processi di coltivazione e vinificazione, la Cantina Anna Spinato è caratterizzata anche da una grande sensibilità ad interpretare l’evoluzione del gusto nei mercati internazionali dove oggi esporta il 97% della sua produzione.
La gamma Anna Spinato interpreta vitigni autoctoni ed internazionali, è ampia, articolata, completa e risponde ad un solo vincolo, quello dettato dalla ricerca della massima qualità dei profumi e dei sapori. Una qualità apprezzata dai clienti e testimoniata dai numerosi riconoscimenti ottenuti nell’ambito di prestigiosi concorsi enologici internazionali.

Anna Spinato
Via Roma, 106, 31047 Ponte di Piave TV
Facebook: @AnnaSpinatoWinery
Instagram: annaspinato_winery
info: marketing.communication@spinato.it


www.spinato.it 
Italian wines in the world: Rosato IGT Trevenezie 2018 dell'Azienda Vinicola Anna Spinato
Fabio Tavazzani

Download scheda formato PDF



sabato 27 luglio

Italian wines in the world: Saracè di Cantina Polito

Abbiamo degustato per voi Saracè di Cantina Polito


Italian wines in the world: Saracè di Cantina Polito
Saracè

Colore: bianco
Anno di produzione: 2018
Prezzo: 6,90 €
Produzione annua: 8000 bottiglie
Denominazione: DOC
Affinamento: 6 mesi in acciaio
Uvaggio: 100% Fiano


È storia antica quella che vede quest’angolo d’Italia protagonista nella mitologia che bagnava il buon Ulisse con il canto delle sirene, in una terra compresa tra mare e sogni. Il Cilento è espressione di grandi vini da sempre, sia per una complessità derivante dal terroir che contraddistingue questa regione, sia per la cultura locale che da sempre condivide sapori enogastronomici frutto della naturalità di questo luogo patrimonio dell’umanità.
La vendemmia 2018 ci ha presentato un’espressione di alta qualità, oltre che per i grandi vini rossi come l’Aglianico, anche per un vitigno che da secoli si nutre della forza del Cilento come il Fiano, perché nei suoi grappoli il sole è presente con la dolcezza e la forza che solo lui sa donare.
Saracè è un Fiano DOC dedicato a chi ama esplorare un vitigno così importante e ricco di fascino, un po' come hanno fatto i Saraceni entrando nelle coste italiche, sorprendendosi dei loro misteri. Un vino, quello della famiglia Polito, che si presenta con un colore solare, così invitante allo sguardo che invita l’olfatto ad entrare in un bouquet di fiori di campo estivo ed anche se è affinato esclusivamente in acciaio, emergono piacevoli note di vaniglia fresca, che ritroviamo al palato mescolate ad una mineralità che unita ad un’armonia di sapidità ed acidità fanno di questo vino un autentico emblema dell’abbinamento con la più moderna cucina italiana. La nota alcolica ben bilanciata ci permette di abbinarlo ad un buon aperitivo tra amici per poi continuare a degustarlo con le “alici in tortiera”, per unire la modernità alla grande tradizione cilentina. 



Company Profile
Polito Viticoltori nasce negli anni ’60 quando Vito Polito impianta i primi vigneti sulle dolci colline di Agropoli, proprio di fronte al mare. Le uve prodotte erano inizialmente vendute, e solo una piccola parte veniva vinificata per il consumo familiare. Nel 2000 dopo il reimpianto di parte dei vigneti per opera del figlio Vincenzo, fitopatologo specializzato in viticoltura, si ha una svolta nell'azienda. Si inizia a vinificare e nel 2005 si imbottigliano le prime 5.000 bottiglie di Cilento Bianco DOC e Aglianico Cilento DOC. L’azienda ha attualmente circa 10 ettari di vigneti in produzione, e nuovi vigneti sono stati impiantati. La vecchia cantina di famiglia ha lasciato il posto ad una ampia e funzionale struttura dotata di spazi adeguati sia per la lavorazione che per l’invecchiamento in rovere, ove sono messe in atto moderne tecniche di vinificazione che esaltano la qualità del prodotto finale senza nulla togliere alla tradizione, e si è così arrivati ad una produzione di circa 60.000 bottiglie.


Cantina Polito
Via Malagenia, 19, Agropoli, SA 84043
info@politoviticoltori.com
+39 0974 198 7052

www.politoviticoltori.com 
Italian wines in the world: Saracè di Cantina Polito


Download scheda formato PDF



mercoledi 24 luglio

Italian wines in the world: Falanghina del Sannio dell'Azienda Agricola Castelle

Abbiamo degustato per voi Falanghina del Sannio dell'Azienda Agricola Castelle


Italian wines in the world: Falanghina del Sannio dell'Azienda Agricola Castelle
Falanghina del Sannio

Colore:
bianco
Anno di produzione: 2017
Prezzo: 8,50 euro
Produzione annua: 85.000 bottiglie
Denominazione: DOC
Affinamento: 5 mesi in acciaio inox
Uvaggio: 100% Falanghina

Castelvenere terra campana, terra beneventana, terra di vite. Sono i nomi come Falanghina, Sciascinoso, Piedirosso, Agostinella, Coda di Volpe, Aglianico, Palombina, Olivella che risuonano tra queste colline dove la viticoltura è l’anima e la vocazione. Il Sannio è, infatti, una delle aree storicamente più inclini alla coltivazione della vite. Il fiume Calore, le colline beneventane, il Monte Taburno, suoli di silice e arenaria che alle pendici montuose diventano scheletro e sassi bianchi calcarei, terre arse dal sole e escursioni termiche che generano profumi intensi, il mare ad un soffio. La natura tende la mano, il clima asseconda una viticoltura condotta sempre di più in modo sostenibile. Nasce qui Falanghina “Castelle” un calice luminoso che a tratti regala delicate sfumature oro. Al naso fa presagire quello che sarà in bocca, un vino elegante e molto intenso. Delicate nuance floreali e minerali note gessose, una sferzata di salinità e soffi di salsedine. In bocca un'intrigante sapidità, la croccantezza di una mela verde, i dolci sapori del mango maturo. Trama fitta, struttura importante, persistenza e un finale amaricante di mallo di noce. Un vino fatto di quotidianità, da accompagnare a burrata e pane nero, un filo d’olio e sale per goderne appieno. Da servire a 10/12 gradi.





Company Profile
Nel 1992 due giovani fratelli, Mariano e Raffaele, danno vita a Castelle. Parole d’ordine: intraprendenza, amore per il territorio, innovazione, cambiamento. La loro storia affonda però le sue radici in una tradizione più antica che arriva fino al trisavolo e all’Unità d’Italia.
Quattro generazioni al lavoro nello stesso territorio, ricordando sempre le proprie origini!

Azienda Agricola Castelle
Via Nazionale Sannitica, 48, Castelvenere BN 82037 IT
castelle@castelle.it
www.castelle.it 


Italian wines in the world: Falanghina del Sannio dell'Azienda Agricola Castelle


Download scheda formato PDF



tuesday 23 july

Italian wines in the world: Siddùra's Spèra 2018

We have tasted for you Siddùra's Spèra 2018


Italian wines in the world: Siddùra's Spèra 2018
Spèra

Color: white
Year of production: 2018
Price: 10.50 euros
Annual production: 150,000 bottles
Denomination: DOCG
Aging: the grapes are harvested by hand in small baskets. After a soft pressing, the must ferments in stainless steel tanks at temperature
controlled. Medium-slow fermentation
Grapes: 100% Vermentino di Gallura

In the play of light that Sardinia gives to the eyes, even those local people's ones that are used to this amazing view, there is a part of the charm of this extraordinary Italian island. If we then think of those who, on this earth, spend a few days of vacation, these luminosities make sure they touch all the senses, because perfumes accompanied by the sea breeze, bring into the palm of the hand every essence gathered by the wind that feeds on the aroma of the coast.
If we remain upright, to savor the sensations that emerge, we feel the power of granite beneath us that makes our emotions even stronger.
This Vermentino, was baptized with the name Spèra, which in the Gallurese language means beam of light, and never a name could be more evocative if you look at it in the glass against the light, because it manages to filter through the eyes, even once back on land , those emotions that the inimitable colors of a bright yellow have transmitted to us that are then the same ones penetrated in the vineyard that gave it birth.
The nose instead makes us think about that spring garden where white flowers express its subtle delicacy which then evolves into summer fruit with white pulp already cut and ready to be enjoyed.
In the mouth its territorial origin and the strength of a summer sun that accompanied the ripening of the bunches emerges, a wine that is never intrusive, with a very soft finish. Accompanied with vegetable or mushroom soups, it manages to complete its path of pleasantness, even if the best of it is given by tasting it, thinking with closed eyes, to that strip of sea from where everything is born.



Company Profile
Siddùra was born from the discovery made by two entrepreneurs who identified and fell in love with an abandoned but enchanting property in the heart of Gallura, collecting the legacy of an ancient wine production that in the fifties of the last century already bottled vermentino to sell on the nearby market . The company has made Sardinia a brand of purity, tradition, quality and innovation. Thirty hectares of vineyards that give life to a collection of nine wines: the vermentino of Gallura Spèra, Maìa and Bèru, the rosé cannonau Nudo, the cannonau, DOC and Riserva, Èrema and Fòla, the Cagnulari Bàcco, the international Tìros and the passito Nuali. The wines received over 350 medals.

Siddùra
località Siddura Luogosanto, SS 07020 IT

www.siddura.com 
Italian wines in the world: Siddùra's Spèra 2018


Download sheet PDF format



sabato 20 luglio

Italian wines in the world: Spèra 2018 di Siddùra

Abbiamo degustato per voi Spèra 2018 di Siddùra


Italian wines in the world: Spèra 2018 di Siddùra
Spèra 

Colore: bianco 
Anno di produzione: 2018
Prezzo: 10.50 euro
Produzione annua: 150.000 bottiglie
Denominazione: DOCG
Affinamento: le uve vengono raccolte a mano in piccole ceste.Dopo una pressatura soffice, il mosto fermenta in serbatoi di acciaio inox a temperatura
controllata. Medio-lenta fermentazione
Uvaggio: 100% Vermentino di Gallura

Nei giochi di luce che la Sardegna regala allo sguardo, visti con occhi mai troppo preparati anche per la sua popolazione, si racchiude una parte del fascino di questa straordinaria isola italiana. Se poi pensiamo a chi, in questa terra, passa alcuni giorni di vacanza, queste luminosità fanno in modo di toccare tutti i sensi, perché profumi accompagnati dalla brezza marina, fanno arrivare nel palmo della mano ogni essenza raccolta dal vento che si nutre dell’aromaticità della costa.
Se rimaniamo in piedi, ad assaporare le sensazioni che emergono, sentiamo sotto di noi la potenza del granito che rende ancora più salde le nostre emozioni.
Questo Vermentino, è stato battezzato con il nome Spèra, che nella lingua gallurese significa fascio di luce, e mai nome potrebbe essere più evocativo se lo si guarda nel bicchiere in controluce, perché riesce a far filtrare agli occhi, anche una volta tornati sulla terraferma, quelle emozioni che ci hanno trasmesso le inimitabili cromie di un giallo brillante che poi sono le stesse penetrate nel vigneto che lo ha fatto nascere.
Al naso ci fa invece rivivere quel giardino primaverile dove fiori bianchi esprimono la sua sottile delicatezza che evolve poi in frutta estiva a polpa bianca già tagliata e pronta per essere gustata.
In bocca emerge la sua origine territoriale e la forza di un sole estivo che ha accompagnato la maturazione dei grappoli, un vino mai invadente, con finale morbidissimo.
Accompagnato con zuppe di vegetali o di funghi, riesce a completare il suo percorso di piacevolezza, anche se il meglio di sé lo dona gustandolo, pensando ad occhi chiusi, a quel lembo di mare da dove tutto nasce.



Company Profile
Siddùra nasce dalla scoperta fatta da due imprenditori che individuarono e si innamorarono di una proprietà abbandonata, ma incantevole, nel cuore della Gallura. La cantina, al centro della tenuta, è perfettamente interrata.
Qui si svolge l’intera filiera produttiva, dall’uva alla bottiglia, privilegiando le fermentazioni spontanee e utilizzando i più diversi tipi di contenitori. I terreni delle vigne di Siddùra sono un misto di granito, sabbia e argilla. L’obiettivo dell’azienda è quello di produrre vini che si identifichino con il terroir dal quale provengono: raccolti limitati per garantire la massima qualità, vendemmia selettiva a mano, micro vinificazione e invecchiamento nelle migliori botti di quercia
costruite in Francia. I vini hanno ricevuto oltre 300 medaglie.


Siddùra
località Siddura Luogosanto, SS 07020 IT

www.siddura.com 
Italian wines in the world: Spèra 2018 di Siddùra


Download scheda formato PDF



mercoledi 17 luglio

Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci

Abbiamo degustato per voi Venere di Azienda Agricola Nenci


Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci
Venere

Colore: rosso
Anno di produzione: 2015
Prezzo: 10,00€
Produzione annua: 1.500 bottiglie
Denominazione: IGT
Affinamento: 1 anno in rovere francese, 1 anno in bottiglia
Uvaggio: Sangiovese 100%

Fascino antichissimo quello che lega la città di Chiusi in provincia di Siena alla cultura del popolo italico che si stava via via formando e che grazie anche alla confluenza di fiumi che portavano acqua al Tevere, aiutava in questo modo a rendere la sua conformazione geografica ulteriormente attraente non da ultimo per la ricca fertilità dei suoli.
Cantina Nenci è un esempio di questo affascinante percorso storico, perché radicata in uno dei territori più incantevoli della Toscana ma, al tempo stesso, attenta agli equilibri e all’armonia che il microclima che la circonda riesce a donare ai suoi vini.
Uno dei vini simbolo dell’azienda è non a caso è “Venere”, Dea simbolo ed icona della bellezza, che mitologicamente esce dalle acque per donare quella fertilità unita all’amore che ha conquistato il cuore delle popolazioni antiche e dei più grandi artisti del mondo.
“Venere” è un vino ottenuto da un 100% di Sangiovese toscano che per un anno si affina in legno e un secondo anno in bottiglia, per riportare all’olfatto quegli aromi che come la rosa ed il mirto (accompagnati da sentori di erbe aromatiche e frutti rossi), che erano gli attributi che i popoli antichi attribuivano alla divinità.
In bocca la sua calda e forte vigoria, data anche dalla splendida annata 2015, riesce anche a valorizzare un tannino mai banale come quello del Sangiovese, con un complesso armonico e strutturale davvero notevole e bilanciatissimo anche nel retrogusto.
Da provare con la cacciagione o con le carni tipiche della vicina Valdichiana, ma anche da degustare all’ombra del profumo dei cipressi in compagnia del paesaggio che circonda la splendida città di Chiusi.



Company Profile
Nel piccolo paese di Chiusi nel sud della Toscana nasce l'azienda, nella quale è possibile immergersi a trecentosessanta gradi vedendo e toccando con mano ogni singolo processo aziendale.
Il salto generazionale è stato un impatto importante nella storia aziendale. Dall’agricoltura 1.0 l’azienda è stata proiettata nell’agricoltura 4.0 grazie a Paolo Nenci, nipote del proprietario il quale si è piazzato sul mercato italiano come il primo Contadino Social in Italia.

Azienda Agricola Nenci
Loc. San Lazzaro, 37, Chiusi, SI 53043 IT

www.aziendaagricolanenci.com 
Italian wines in the world: Venere di Azienda Agricola Nenci


Download scheda formato PDF



sabato 13 luglio

Italian wines in the world: Frasca di Fattoria Varramista

Abbiamo degustato per voi il Frasca di Fattoria Varramista


Italian wines in the world: Frasca di Fattoria Varramista
Frasca

Colore:
rosso 
Anno di produzione: 2015
Prezzo: 19,00 euro
Produzione annua: 7000 bottiglie
Denominazione: IGT Toscana
Affinamento: 14 mesi Sangiovese in botte grande da 80hl, Syrah e Merlot barrique
Uvaggio: Sangiovese 50%, Syrah 25%, Merlot 25%


È interessante e sorprendente poter degustare un vino che, anche grazie ad un’annata molto favorevole come è stata quella del 2015, esprima al meglio la ricerca che è stata fatta per abbinare un terreno così minerale ad alcuni vitigni che rappresentano la tradizione e l’innovazione toscana.
Siamo non lontani dal mare in Varramista, località che si può definire “fuori dal tempo” per bellezza e storicità, ricca di tutti quei profumi che caratterizzano un’area, ancora e in parte fuori dalle rotte tradizionali, del turismo regionale. 
Frasca è un vino ottenuto con una maggioranza del vitigno principe toscano, il Sangiovese, che unito a due colonne della viticoltura internazionale come il Merlot ed il Syrah, crea un blend di assoluto spessore, armonizzando quell’insieme di caratteristiche così piacevoli già all’impatto olfattivo.
Chiudendo gli occhi, annusando questo vino, si esaltano le note aromatiche che portano al cioccolato fondente e alla liquirizia, assemblate da sentori di cuoio e tabacco da sigaro ed è già di per sé un tripudio di curiosità che arricchisce l’olfatto. Al palato emerge però tutto il suo corpo, elegante, franco e pieno, facendo in modo che gli aromi olfattivi ritornino in bocca in termine di grande equilibrio. Assaggiando poi questo vino la nota esaltante è la morbidezza dei suoi tannini, cosa mai banale quando si parla di maggioranza di Sangiovese toscano nel blend.
Vorremmo limitarci a scrivere di abbinamenti con selvaggina o carni nobili, ma degustandolo assieme ad un piatto di pasta con sugo di cortile ha regalato momenti di vera nobiltà.


Company Profile
Fattoria Varramista S.p.A. è un’azienda, con un passato legato ad importanti famiglie nobili fiorentine e ad imprenditori moderni, che produce vini rossi nelle splendide Terre di Pisa. Agli inizi degli anni ’90, Giovanni Alberto Agnelli, che ereditò la magnifica tenuta dal nonno Enrico Piaggio, inventore della Vespa, attuò una riconversione dei vigneti e del sistema produttivo, sotto la guida dell’enologo Federico Staderini, che ancora oggi ci assiste nella produzione dei vini. Il Sangiovese, vitigno di nota tradizione toscana, è stato affiancato da alcune varietà internazionali, fra le quali è stato scelto il Syrah come protagonista del Varramista, che rappresenta il nostro cru. Il Varramista è stato poi affiancato nel tempo da altri tre vini Frasca, Sterpato e Chianti Monsonaccio. Ciò che ci proponiamo oggi è raccontare e far vedere come lavoriamo, ospitando wine lovers e professionisti nelle nostre cantine, dove con estrema attenzione, ci dedichiamo alla ricerca della qualità per i nostri prodotti.


Fattoria Varramista SPA
Via Ricavo - Varramista Montopoli Val D'Arno, PI 56020
commercialevino@varramista.it
+39 0571 44711
www.varramista.it 
Italian wines in the world: Frasca di Fattoria Varramista


Download scheda formato PDF



tuesday 09 july

Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's grappa TABACUM XLV

We have tasted for you Tenuta Montemagno's grappa TABACUM XLV


Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's grappa TABACUM XLV
TABACUM XLV

Year of production: 2018
Price: €. 22,00
Annual production: 3000 bottles
Denomination: TABACUM XLV
Aging: infusion in Kentucky tobacco leaves grown in Italy.
Grapes: distilled from the pomace coming from the best grapes of the company

Writing about this grappa is like being able to unite the points of our Italy from north to south and discover the vastness of emotions they provoke in us. Tenuta Montemagno tobacco grappa is the result of an idea that want to combine the pomace of the excellent wines produced by the Tenuta, to the Kentucky tobacco leaves cultivated with masterly skill by one of the greatest connoisseurs of the cigar in Italy, Federico Marino, so passionate and competent, that after years traveling the world to learn about the best cigar plants, he wanted to plant this type of tobacco in the province of Palermo, and by combining the leaves produced with the northern distillation tradition, Tenuta Montemagno gave birth to this grappa, unique in its kind.
Tobacco grown in Sicily and Piedmontese pomace symbolically unite Italy in a relationship that gives value to our beloved peninsula.
The olfactory impact is of rare harmonic complexity, a mix of aromas that confuse elegance, enrich the nose with spices and noble barks, with memories that bring thought to the greatest distillates in the world, of which grappa is an integral part, but where the expressiveness of this tobacco product enhances its wise combination. On the palate it is concrete harmony, warm and enveloping with such a penetrating softness that leaves an aftertaste that allows you to be discovered slowly, and a balance that gives all the enthusiasm of those who created this incredible product.
Grappa TABACUM XLV is a real set of emotions, so fine and unique in the genre that they are difficult to tell, because the characteristic is typical of products of great prestige and therefore unique in their kind.


Company Profile
Tenuta Montemagno arises on Monferrato hills, a Piedmont area highly suitable for vines. The vineyards facing south-west, the microclimate enjoyed by this area with its clayey calcareous soil, the process carried out entirely by hand and the technology used in production processes, contribute to the production of important wines, representing, at the same time, the Italian, the Piedmont and Monferrato excellences in the world. The estate is surrounded by 100 hectars, 20 of which dedicated to vine cultivation. Every Tenuta Montemagno's bottle is created joining together the peculiarity of Monferrato ground, the brilliant intuitions of Tiziano Barea and the expertise of oenologist Gianfranco Cordero.

Tenuta Montemagno
Via Cascina Valfossato, 9 - Montemagno, Asti 14030, Italy
Telefono: +39 0141 63624
E-mail: info@tenutamontemagno.it

www.tmwines.it
Italian wines in the world: Tenuta Montemagno's grappa TABACUM XLV


Download sheet PDF format




Notizie dalla prima pagina
Da una nostra indagine emerge come la comunicazione, sia quella tradizionale che attraverso i social media, continua ad essere una leva utilizzata poco e male da molte imprese vitivinicole del nostro paese venerdi 23 agosto 2019

Comunicazione: tutti ne parlano, pochi la fanno

Da una nostra indagine emerge come la comunicazione, sia quella tradizionale che attraverso i social media, continua ad essere una leva utilizzata poco e male da molte imprese vitivinicole del nostro paese

Fabio Piccoli
A quasi un anno dal riconoscimento, il Soave festeggia con i suoi wine lovers il prestigioso riconoscimento e parlerà di cru ed enoturismo
giovedi 22 agosto 2019

Soave Versus, 3 giorni per celebrare il Soave, patrimonio agricolo globale

A quasi un anno dal riconoscimento, il Soave festeggia con i suoi wine lovers il prestigioso riconoscimento e parlerà di cru ed enoturismo

Cinque tra le maggiori realtà esperte del proprio settore saliranno sul palco del Wine Export Manager Day come sponsor il prossimo 16 settembre giovedi 22 agosto 2019

Wemday 2019: chi sono i nostri sponsor?

Cinque tra le maggiori realtà esperte del proprio settore saliranno sul palco del Wine Export Manager Day come sponsor il prossimo 16 settembre



sfondo_wm