E’ stata avviata in questi giorni una nuova importante indagine sullo situazione attuale del Prosecco in 3 mercati chiave internazionali: Stati Uniti, Canada e UK. Si tratta di un’analisi rilevante e preziosa che vuole sondare lo stato di salute del Prosecco (nelle sue diverse tipologie DOC e DOCG) su quelli che oggi sono considerati alcuni tra i principali mercati di sbocco.

Peculiarità assolutamente originale di questa indagine è che viene realizzata da una delle più autorevoli aziende coinvolte storicamente nella produzione di Prosecco, Villa Sandi, il noto brand di proprietà della famiglia Moretti Polegato, che rappresenta da numerosi anni un testimonial chiave del Prosecco sui più importanti mercati globali del vino.

Un’indagine, pertanto, in grado di guardare ai mercati del Prosecco da “molto vicino”, direttamente dall’esperienza dei principali protagonisti della vendita della nota bollicina italiana (importatori e distributori) e dei più autorevoli opinion leader (media, sommelier, ecc…). Una ricerca frutto della collaborazione tra Villa Sandi e Wine Meridian: magazine specializzato, da numerosi anni, nell’analisi dei più importanti mercati del vino a livello internazionale.

“Per noi si tratta di un progetto molto importante – ha sottolineato Flavio Geretto, Global Export Director di Villa Sandi – perché siamo tra le azienda maggiormente coinvolte nell’export di Prosecco in tutte le sue diverse tipologie. Ma abbiamo ritenuto interessante ed utile sviluppare una ricerca in collaborazione con Wine Meridian che potesse essere preziosa per tutto il sistema Prosecco”.

“Solo approfondendo al meglio le dinamiche di sviluppo del Prosecco – ha proseguito Geretto – sarà possibile garantire un futuro positivo a questa tipologia di vino che è così strategica per molte imprese vitivinicole del nostro Paese”. Per tale ragione sono stati selezionati oltre un centinaio di buyer ed opinion leader oggi coinvolti nell’universo Prosecco ai quali è stato sottoposto un questionario.

Attraverso il sondaggio potranno esprimere la loro valutazione sullo stato attuale del mercato della nota bollicina italiana, sulla distinzione tra Prosecco DOC e Prosecco Valdobbiadene Conegliano Superiore DOCG, sul suo posizionamento e, soprattutto, sulle sue prospettive future. Agli operatori del settore verrà anche chiesto quali azioni sarebbero oggi più opportune per garantire il giusto posizionamento ed immagine del Prosecco nei diversi mercati indagati. Insomma c’è grande aspettativa sui risultati che questa indagine potrà dare e che saranno diffusi nei prossimi mesi.

“Siamo veramente ansiosi di poter conoscere i risultati – ha concluso Geretto – perché pensiamo ci potranno dare indicazioni preziose per comprendere non solo l’attuale stato di salute del Prosecco nei mercati internazionali più importanti ma anche fornirci indicazioni utili su come garantire la competitività del Prosecco anche nel prossimo futuro”.

Per partecipare all’indagine: https://forms.gle/bRSZCTSxHvdCPY489