In Cina la massiccia rete di supermercati è un motore di crescita chiave per il mercato multimiliardario del vino.
Come riporta Vino Joy News riprendendo i dati Euromonitor, in Cina oltre il 40% alle vendite off-trade di vino passa attraverso il canale GDO (iper e supermercati). Questo significa che gli esportatori e le cantine interessate a vendere vino in Cina devono non possono sottovalutare questo canale e rivolgersi unicamente all’e-commerce in rapida espansione o ai canali on-trade.

Durante la pandemia, l’importanza dei supermercati nelle vendite di vino si è rafforzata. Secondo la China Chain Store & Franchise Association (CCFA), i 100 supermercati ed ipermercati più performanti del paese hanno generato 968 miliardi di RMB (150 miliardi di dollari) di vendite, con una crescita annuale del 4,4% nel 2020.

È quindi importante per qualsiasi cantina intenzionata ad entrare sul mercato cinese o a sviluppare il proprio business, conoscere i primi 10 supermercati per fatturato sulla lista CCFA.

10. Zhongbai Warehouse

Zhongbai Warehouse (中百倉儲) è una catena di 898 negozi al dettaglio con sede a Wuhan (provincia di Hubei), fondata nel 1994 da Zhongbai Holdings Group.
Ora il gruppo Zhongbai, inizialmente legato a prodotti di fascia medio-bassa, si è espanso verso la fascia alta con l’apertura del supermercato premium “Zhongbai Life Theatre” a Wuhan nel 2018. Più del 40% dei prodotti presenti sono importati da 35 paesi esteri.
Dal momento che il primo focolaio di COVID-19 è stato segnalato a Wuhan nel 2020, il fatturato di Zhongbai Holdings Group è sceso del 15,3% a 23,7 miliardi di RMB (3,7 miliardi di dollari).

9.  Better Life
Better Life Group, con sede a Changsha della provincia di Hunan, ha registrato nel 2020 un fatturato di 24,5 miliardi di RMB (3,9 miliardi di dollari), in crescita dello 0,8%, mentre la sua copertura di negozi al dettaglio si è estesa a 377 punti vendita, da Hunan alle vicine province di Guangxi, Jiangxi e Sichuan.
Il gruppo ha recentemente aperto il suo primo supermercato premium a Changsha nel 2021 per attirare i giovani e i consumatori di fascia medio-alta. Il nuovo supermercato offre quasi un migliaio di brand di vino e dispone di una “zona di degustazione” dove i consumatori possono interagire con i sommelier.

8. Carrefour

Fondata nel 1959, Carrefour è una multinazionale francese di vendita al dettaglio con oltre 200 negozi in 22 province e 51 città cinesi di grandi e medie dimensioni. 
Nel 2019, il gruppo ha venduto l’80% delle sue operazioni cinesi a Suning.com, uno dei più grandi rivenditori con sede a Nanjing, in Cina.
Nel 2020, il fatturato di Carrefour ha raggiunto 27,3 miliardi di RMB (4,3 miliardi di dollari), un calo del 12,6% rispetto al 2019. Anche la sua copertura di negozi si è ridotta del 2,1% a 228 negozi. 
Per aumentare le sue vendite di vino offline, Carrefour ha tenuto congiuntamente un grande evento di degustazione di vini con Sunning.com a Chengdu nel 2020, e ha ampliato il suo portafoglio di vini a migliaia di marchi importati da Bordeaux, Pomerol, Australia, Spagna e Giappone, oltre ai rinomati marchi cinesi tra cui Changyu, GreatWall e Grand Dragon.

7. Jiajiayue

Nel 2020, la copertura dei negozi Jiajiayue si è espansa rapidamente del 16,4% (868 negozi) ed ha registrato una crescita del fatturato del 9,3% a 27,9 miliardi di RMB (4,4 miliardi di dollari).
Nel 2021, Jiajiayue ha aperto il suo primo magazzino all’ingrosso per soci a Jinan, capitale dello Shandong e il suo primo supermercato a Pechino. Il suo nuovo negozio nella capitale cinese è visto come una mossa per espandere la sua portata di mercato nelle città più ricche del paese.

6. Lianhua

Lianhua Supermarket Holdings è un operatore di catene di negozi a livello nazionale di proprietà dell’impresa statale Bailian Group con sede a Shanghai. 
Nel 2020, Lianhua ha registrato una crescita del 4% delle entrate annuali a 56,8 miliardi di RMB (8,9 miliardi di dollari) con 3192 punti vendita in 20 differenti province e comuni.
Quasi la metà della rete di negozi Lianhua è centrata a Shanghai con 1.251 supermercati e 31 ipermercati.

5. Wumart

Wumart è la principale catena di vendita al dettaglio a Pechino ed il fatturato 2020 di Wumart è stato di 58,8 miliardi di RMB (9,3 miliardi di dollari), in crescita del 55,1%. La sua copertura di negozi ha registrato la più grande crescita nella top ten, con un aumento del 32% a 627 negozi.
Dal 2015, una delle chiavi del successo di Wumart è stato l’utilizzo della sua piattaforma digitale “Dmall” che aiuta i rivenditori a integrare le vendite online e offline offrendo servizi di consegna istantanea e marketing associativo.

4. Walmart

Il gigante americano della vendita al dettaglio è entrato in Cina nel 1996 e ora è la quarta catena di supermercati più popolare nel paese.
Nel 2020, Walmart ha registrato un fatturato di 87,4 miliardi di RMB (13,7 miliardi di dollari) con 429 negozi in più di 100 città.
Oltre alla vasta rete di distribuzione, Walmart offre una ampia gamma di vini importati di qualità attraverso il negozio online presente su JD.com ed anche attraverso eventi come l’Autumn Wine Festival.

3. China Resources Vanguard

Fondata nel 1984, CR Vanguard ha la più grande copertura di negozi con 3261 negozi in 30 province cinesi. Nel 2020, CR Vanguard ha registrato un fatturato annuo di 87,8 miliardi di RMB (13,8 miliardi di dollari). Nel 2016, Sileni Estate, uno dei maggiori produttori neozelandesi, ha iniziato a collaborare con CR Vanguard e nel 2018 CR Vanguard ha firmato accordi con il gigante australiano Treasury Wine Estates, YVON MAU SA di Bordeaux e il marchio cileno Vina San Rafael S.A per distribuire i loro vini in più di 300 dei suoi negozi.

2. Yonghui Superstores

Fondato solo nel 2001, Yonghui Superstores è rapidamente diventato il secondo supermercato più popolare in Cina. 
Nel 2020, Yonghui ha registrato un fatturato di 104,5 miliardi di RMB (16,4 miliardi di dollari) e ha 1172 punti vendita in 29 province.
Per entrare nel business del vino, Yonghui ha aperto il suo primo negozio fisico “Cheers to Joy” a Fuzhou l’anno scorso.

1. RT-Mart

RT-Mart è una catena di ipermercati entrata a Shanghai nel 1997. Nel 2017, è stata acquisita da Sun Art Retail Group, sostenuto dal gigante dell’e-commerce Alibaba.
Nel 2020, RT-Mart ha registrato un fatturato di 106 miliardi di RMB (16,7 miliardi di dollari) e possiede 490 negozi a livello nazionale. 
RT-Mart ha preso di mira inizialmente le città di seconda e terza fascia e si è espanso nel mercato di prima fascia nel 2010 grazie al suo primo negozio a Pechino.
Per distinguersi dai suoi primi concorrenti come Walmart e Carrefour, RT-Mart non si è concentrato sull’abbassamento dei prezzi di vendita, ma ha offerto più varietà di prodotti ai consumatori e ha enfatizzato i servizi al cliente.