IL PRIMO MAGAZINE ONLINE ITALIANO
PER ORIENTARTI NEL MONDO DEL VINO

WinePeople Martedi 16 Febbraio 2021

La visione è la chiave per il futuro del vino italiano.

The Wine Village - Intervista allo Sciamano: quando il futuro diventa presente.

di Cristian Fanzolato

Oggi iniziamo le interviste agli abitanti di  “The Wine Village”, il “gioco” che vi consentirà di sviluppare la vostra azienda del vino, valorizzandone il potenziale umano e i punti di forza in modo coinvolgente e soprattutto con una nuova chiave di lettura.

Abbiamo “incontrato” per voi i vari personaggi del villaggio, conoscerli vi aiuterà a migliorare la vostra efficacia e quella del vostro team anche se pensate di aver già fatto il massimo e a scoprire “nuove strade” là dove vi sembra che non ce ne siano.

Il primo abitante che abbiamo intervistato è lo Sciamano.  Provate a vedere se vi riconoscete in lui o riconoscete qualcuno dei vostri collaboratori o colleghi.

 

Attorno alla tua figura c’è un alone di magia, ma cosa fai di concreto per la tua azienda? 

“Vero, mi associano alla parola magia, questo dipende dalle mie capacità che riuniscono un misto di competenze e attitudini non comuni, riesco a cogliere la complessità dell’insieme e a vedere, oltre “il reale e il presente”, quello che non c’è: situazioni, rapporti, mondi. 

Immagino quello che sarà domani là dove altri vedono incertezza e paura di fallire. Aiuto la comunità fornendo la mia visione del futuro, la mia sfida infatti consiste nel riuscire a far intravedere a chi mi sta attorno la mia visione, per indicare un cammino da seguire che sia percorribile e sostenibile. Sono un vero e proprio motore del cambiamento, un fulcro contagioso di energie vitali. ”

 

Come ti comporti quindi all’interno dell’azienda?

“Creo coinvolgimento emotivo per favorire il cambiamento. Comprendo i diversi livelli di interconnessione dell’organizzazione. Interagisco correttamente con ruoli, responsabilità, competenze e le persone all’interno di un’organizzazione, comprendo l’impatto delle singole azioni sul sistema. Ho grande capacità di sintesi e sono proiettato nel futuro, per questo sono colui che parla per primo quando è il caso di cambiare rotta.”

Come si traduce tutto questo per un’azienda del vino? In che modo può essere utile avere uno sciamano in azienda?

“Se immaginate che un’azienda del vino voglia arrivare da qualche parte, è difficile non pensare che serva avere qualche sciamano nel team.

Se è già grave per un’azienda normale non avere una visione, per un’impresa del vino questa lacuna può trasformarsi in un grande fallimento. 

In che modo sono utile? Sono in grado di dire dove dovrà e potrà essere l’impresa tra dieci, vent’anni, monitorando quotidianamente quanto essa sia vicina o lontana dagli obiettivi che mi sono preposto nella mia visione.  

So leggere meglio le direzioni che prendono i competitor. 

Ho una vista lunga che mi consente di capire prima degli altri anche le possibili dinamiche future dei mercati.

Intuisco con grande anticipo le nuove tendenze dei consumatori.” 

 

Una frase che ti rappresenta?

“Una massima di Eraclito, secondo cui “l’unica costante è il mutamento”. Per me è esistenziale il rapporto col tempo, guardo sempre avanti, sono velocemente proiettato verso il futuro e la gestione della contingenza presente tendenzialmente mi annoia.”

Saper riconoscere questo personaggio è di grande importanza per permettervi di esprimere tutte le competenze e abilità vostre e del vostro staff, per creare collaborazioni proficue. Per queste ultime è altrettanto importante saper riconoscere lo “sciamano” anche nei vostri competitor, nei clienti, nelle persone che incontrate, così da riuscire ad assumere comportamenti mirati che vi apriranno porte comunicative prima inesplorate.

 

Sicuramente ci sono anche alcuni punti “deboli” dello Sciamano, di cui qui non ne abbiamo parlato, ma che è bene prenderne consapevolezza, per saperli affrontare e gestire al meglio. 

Inoltre, oltre a questo abitante ce ne sono molti altri e sarà strategico conoscerli per scoprire come sia composto il vostro “villaggio” o come dovrebbe essere composto in base alle vostre peculiarià e ai vostri obiettivi.

 

Se vuoi saperne di più puoi acquistare il libro THE WINE VILLAGE.