C�� stato un tempo in cui il concetto “fare squadra” appariva pi� come un�espressione demagogica che una concreta esortazione ad essere uniti. Lo dicevamo, a volte sembrando quasi convinti e convincenti, ma in realt�, nel nostro profondo, sapevamo che prima di rinunciare al nostro individualismo, ne sarebbe dovuta passare di acqua sotto i ponti.
Agire insieme, condividere i progetti, soprattutto associarsi con i nostri “competitor”, rappresenta forse il principale limite dell�impresa italiana e quella vitivinicola, purtroppo, non � un�eccezione.
Eppure tra gli aspetti principali emersi anche nella nostra recente indagine sulle prospettive del vino italiano sui mercati internazionali, vi era proprio il “vino italiano deve fare squadra”.
E allora cosa c�� di nuovo oggi? Perch� dovremmo considerare oggi pi� attendibili le dichiarazioni degli imprenditori del vino italiani rispetto al passato?
Per una ragione che potremmo dire “freudiana”. Secondo il fondatore della psicanalisi, l�uomo tendenzialmente non cambia mai. C�� solo uno stato che lo pu� portare alla modifica del suo assetto caratteriale, dei suoi comportamenti: la necessit� estrema.
Oggi a nostro parere siamo di fronte ad una necessit� estrema. Non tanto e non solo perch� continua a far sentire il suo peso una crisi economica globale profonda, quanto perch� i mercati si sono profondamente modificati e l�individualismo, l�intuito dei singoli non sono pi� sufficienti per essere competitivi.
Vi � da superare un ultimo scoglio che noi definiamo culturale: l�idea che l�impresa, soprattutto quella italiana, � forte perch� si muove con flessibilit�, senza troppi vincoli, e questo soprattutto perch� � “sola” e ci mette poco a decidere.
Che vi sia ancora del vero sull�affermazione sopra esposta, non vi � dubbio. Ma l�errore � nel pensare che stare insieme significhi inevitabilmente rallentare i processi decisionali o, peggio ancora, costruire sovrastrutture costose.
Qui sta il nodo della questione che i nostri esperti prenderanno in esame molte volte nelle prossime settimane: come costruire reti di imprese efficienti, veloci, poco costose, senza gravare sulle singole imprese e riuscendo al tempo stesso di salvaguardare le singole identit�.
Oggi tutto questo non solo � necessario ma anche possibile, non cogliere queste opportunit� sarebbe oggi gravissimo.


Warning: Illegal string offset 'ID' in /home/customer/www/winemeridian.com/public_html/wp-content/themes/winemeridian/template-parts/content/content-post-default.php on line 140