Il Verdicchio � il vino locomotore delle Marche, con 14.000 aziende vinicole e 17.000 ettari di vigneto. Secondo un�indagine realizzata da Nomisma – Wine Monitor per l�Istituto Marchigiano di Tutela Vini (IMT) il vino bianco autoctono marchigiano cresce pi� del doppio della media italiana in export. In consorzio di produttori marchigiani ha deciso di investire ad oggi 2.000.000 di euro per promuovere il bianco fermo marchigiano, perch�, come dice Alberto Mazzoni, direttore IMT, “senza l�export non si sar� ossigeno per vivere nei prossimi 10 anni. Insieme vinciamo la sfida dell�internazionalizzazione”.
E proprio sull�internazionalizzazione si sono concentrati gli sforzi nel 2014, con una crescita delle esportazioni rispetto al 2013 del 2,9%, contro un +1,4% della media nazionale. Rimangono ancora prevalenti le vendite sul mercato interno, ma per pochi punti percentuali: su un fatturato annuo dell�imbottigliato di oltre 37,5mln di euro, il 52% (19,5mln di euro) del valore proviene dal mercato interno e il 48% (18mln) dall�export. Secondo l�indagine Nomisma i Paesi sul podio dell�export sono Stati Uniti (22%), Belgio e Olanda (20%), Germania (17%), seguiti da Regno Unito (8%) e Cina (6%).
“Oltre all’ottima performance sull’export � ha detto il responsabile Wine Monitor di Nomisma, Denis Pantini – il Verdicchio ha buone opportunit� anche sul mercato nazionale. Infatti tra gli user di Verdicchio in Italia, sono prevalenti quelli con consumo abituale (almeno 2-3 volte a settimana), pari al 68%. Le altre leve di espansione del Verdicchio sono il bio e la comunicazione. Il 70% dei consumatori di Verdicchio � ha proseguito – � interessato a provare vino bio, cos� come a conoscere l’identit� del vino: dai luoghi dove � prodotto a come � fatto, rappresentando al contempo una potenziale leva per lo sviluppo dell’enoturismo”.
Per il direttore dell�Istituto Marchigiano di Tutela Vini, Alberto Mazzoni: “Negli ultimi 5 anni, a fronte del successo sul mercato, il valore del Verdicchio � cresciuto di circa il 175% a ettolitro. Ma il rischio adesso � che gli ettari coltivati non bastino pi�, perch� siamo sotto scorta. E� perci� necessario impiantare ulteriori nuovi 100 ettari di vigneti”.


Warning: Illegal string offset 'ID' in /home/customer/www/winemeridian.com/public_html/wp-content/themes/winemeridian/template-parts/content/content-post-default.php on line 140