Perdonateci se abbiamo utilizzato un titolo usato drammaticamente in questi mesi per manifestare la solidariet� e anche la condanna a chi in nome di un credo integralista uccide senza piet� in tanti angoli del nostro pianeta.
Abbiamo scelto un titolo forte per sottolineare l�importanza di “preservare” un evento come Vinitaly a nostro parere fondamentale per l�immagine e la promozione del vino italiano a partire dal nostro Paese.
Elenchiamo di seguito solo alcuni dei motivi per i quali dobbiamo difendere Vinitaly:
– perch� ogni anni ricorda soprattutto agli italiani che siamo una grande terra del vino, forse per certi aspetti la pi� ricca (in termini “biodiversit�” enologica);
– perch� da Vinitaly pu� ripartire la fiducia per reinvestire e recuperare il mercato Italia;
– perch� Vinitaly dimostra ogni anno che vi sono tantissimi wine lovers nel nostro Paese, molti dei quali giovani, che possono diventare i principali testimonial per frenare il preoccupante collasso di consumi in Italia;
– perch� piaccia o no se i buyer internazionali vogliono trovare il vino italiano nella sua versione pi� completa a Verona devono venire;
– perch� solo se siamo orgogliosamente italiani, solo se ci riconosciamo senza riserve o paure nella nostra identit� possiamo realmente sfruttare al meglio le nostre straordinarie potenzialit� sui mercati esteri;
– per tutto questo e altro ancora je suis Vinitaly.