Si “celebrata” la sera del 12 novembre nella straordinaria sede della Guildhall di Londra (forse il luogo pi suggestivo al mondo dove realizzare una premiazione di un concorso enologico) la cerimonia di premiazione della 45a edizione dellInternational Wine and Spirit Competition (IWSC). Utilizziamo il termine celebrare perch ormai da numerosi anni la premiazione di questo concorso, che lo si pu considerare tra i pi autorevoli a livello internazionale, si svolge con una modalit e in un luogo che conferiscono al vino unimmagine straordinaria. Quindi gi essere tra i vini che hanno partecipato al concorso e che hanno conseguito i riconoscimenti, anche quelli meno importanti, rappresenta motivo sicuramente di soddisfazione e, a nostro parere, anche di ottima opportunit di comunicazione e promozione.
Ma veniamo agli aspetti pi importanti. LItalia ha portato a casa numerosi riconoscimenti ma, siamo onesti, limportanza e lautorevolezza del Concorso meriterebbe una partecipazione ancor pi importante delle nostre case vinicole e siamo convinti che nelle prossime edizioni questo avverr e consentir di mettere ancor pi in risalto leccellenza della nostra enologia.
Questanno lo sponsor del premio “Miglior produttore italiano allIWSC” era il Consorzio vini del Trentino che per altri due anni accompagner il famoso concorso internazionale nelle varie tappe di tutto il mondo.
Vincitore di questo premio stata lazienda Andreola di Stefano Pola che ha conquistato i favori dei giudici con il suo 6 Senso Prosecco di Conegliano Valdobbiadene Superiore docg (che si aggiudicato anche il premio Prosecco Trophy).
Altro riconoscimento importante per i vini made in Italy stato lInternational indigenous grape varieties trophy (il premio internazionale per i vini prodotti con variet autoctone), conseguito dallazienda siciliana Vigneti Zabu per il suo Nero dAvola Terre Siciliane igt 2011.
I giudici hanno riconosciuto che, in generale, questo stato un anno molto positivo per lItalia, con un aumento del 20% per le partecipazioni italiane. possibile che laumento sia dovuto a un incremento negli sforzi di comunicazione.
Una soddisfazione particolare anche per il nostro Wine Meridian, da questanno media partner del Concorso.
Per visualizzare lelenco completo dei vincitori dei premi individuali dei vini e dei liquori, utilizzare il tabulatore dei risultati presente sul sito.
Per maggiori informazioni sullInternational Wine and Spirits Competition, visitare http://www.iwsc.net/home