La crisi si vince all’estero e il vino � uno dei settori che meglio riesce a performare. ambasciatore di quel made in Italy che tanto piace agli stranieri. Ad affermarlo con sicurezza � stato Antonio Fossati, presidente di Rds&Company, societ� che organizza il Salone del franchising in corso a Fieramilanocity e che chiuder� i battenti oggi.

�Per le imprese italiane lo sviluppo � l�estero e il franchising si sta rivelando la forma pi� efficace � ha spiegato nel corso di una intervista di bilancio. Oggi il 23% dei franchisor italiani sono all�estero con una crescita del 15% rispetto a sei anni fa e del 5,1% nell�ultimo anno�. Si tratta di un segmento importante che raggruppa circa 220 marchi italiani all�estero per 2.400 punti vendita. Tra i mercati di sbocco sui quali puntare c�� sicuramente la Cina, dove oggi �� tempo di vendere. C�� spazio per fashion, food&wine e furniture, le tre F simbolo del made in Italy di qualit�, ha concluso Fossati.�
E a condividere l’impostazione del presidente di Rds&Company � anche una imprenditrice cinese, Helen Tu, fondatrice di Keyi Shangai, societ� internazionale di business conulting e sviluppo retail, a supporto soprattutto di imprenditori italiani che vogliono andare in Cina: �L�Italia deve esportare la sua qualit� della vita di cui noi cinesi abbiamo bisogno. Dal food al fashion, dal vino all’arte. La Cina � un grande paese che sta cambiando rapidamente e abbiamo bisogno di respirare nuovi stili, brand, fashion. Per voi � facile creare tutto questo perch� avete dei prodotti meravigliosi�.testo news qui


Warning: Illegal string offset 'ID' in /home/customer/www/winemeridian.com/public_html/wp-content/themes/winemeridian/template-parts/content/content-post-default.php on line 140