Faye Cardwell, organizzatrice di eventi per l’industria del vino, ha lanciato una serie di cene enologiche online che mettono in contatto i nuclei familiari direttamente con selezionati produttori di vino italiani. Gli eventi Quaranvino si caratterizzano per la capacità di offrire in un unico format: intrattenimento per gli amanti del vino durante questo periodo di distanziamento sociale, supporto commerciale per i distributori e brand awareness per le aziende vinicole.

Gli eventi di Quaranvino sono iniziati sabato 28 marzo con l’enologo sudtirolese Klaus Lentsch, titolare di Tenuta Klaus Lentsch e comprenderanno 6 cene online con produttori di vino provenienti da tutta Italia, cantine del calibro di Medici Ermete, Librandi, Garofoli, Nicolis e Donnafugata.
Gli eventi sono un’esperienza coinvolgente e collettiva, i partecipanti ricevono una selezione predefinita di vini per poter partecipare.
Ogni serata è a tema e gli ospiti sono supportati e stimolati nella preparazione dei piatti suggeriti, interagendo tra loro e con l’enologo.

“Ci sono tre elementi essenziali in questi eventi: il vino, il cibo e gli amici. Il web ci dà l’opportunità di riunire tutti questi elementi, ma con un orizzonte spaziale molto più ampio” puntualizza Faye Cardwell, ideatrice del format.
“Quando i partecipanti si iscrivono ad una serie di eventi, si sviluppa una dinamica di gruppo che li fa sentire a proprio agio, disposti a condividere e a confrontarsi apertamente col gruppo, questo contribuisce a creare una atmosfera completamente diversa rispetto ai tradizionali eventi online”.

Le cene si concentrano su un solo produttore ma i vini vengono raccontati in un contesto più ampio per dare anche un taglio formativo agli eventi. Alessandro Medici di Medici Ermete, ospite del secondo appuntamento di Quaranvino, ha dichiarato: “Quaranvino è un’idea creativa, divertente e formativa. Trascorrere un’intera serata connessi con persone da svariati Paesi, così distanti, è stata una vera e propria soddisfazione. Condividere un bicchiere di vino con altri che, come noi, stanno vivendo un periodo difficile è stato molto significativo. Quaranvino è un format unico, che dimostra che la passione e l’amore per il buon vino e il buon cibo non ha confini. Infatti nonostante una pandemia globale e la distanza tra tutti i partecipanti abbiamo trascorso una serata all’insegna dell’enogastronomia, del divertimento e della solidarietà. E’ stata inoltre un’ottima occasione per parlare di Lambrusco, della sua storia e della nostra regione, l’Emilia Romagna. Mi auguro possa diventare un appuntamento sempre più frequente.”

Le cantine e i distributori risentono della chiusura del settore Horeca, le aziende vinicole ed i distributori stanno assistendo a un significativo aumento della domanda online ed i consumatori sono curiosi di saperne di più sulle peculiarità dei vari prodotti.
Come ha detto Klaus Lentsch della Tenuta Klaus Lentsch: “Questo format può aiutarci ad avere più contatti con il cliente finale, le persone che bevono effettivamente il vino”.
A questi primi incontri di Quaranvino hanno partecipato wine lovers provenienti da Germania, Francia, Belgio, Regno Unito e Italia, e ci sono state richieste da altri continenti.
“Nonostante il periodo di distanziamento sociale, iniziative come Quaranvino ci danno la possibilità di sentirci più vicini”, ha detto Faye Cardwell, creatrice degli eventi.
Un secondo round di Quaranvino partirà a maggio con cantine distribuite principalmente in Germania.