Vinolok® stringe un’importante quanto strategica collaborazione con Samcor, fornitore europeo di apparecchiature per l’automazione industriale con oltre 25 anni di esperienza, specializzato in attrezzature per la movimentazione dei materiali e nella progettazione di soluzioni personalizzate per specifiche esigenze.

È proprio da qui che nasce SAMCOR DIA+, uno speciale macchinario esclusivamente pensato per l’imbottigliamento con le chiusure in vetro di Vinolok®. L’alta tecnologia di SAMCOR rende questa macchina rivoluzionaria e unica perché si tratta di un modulo mobile universale, agganciabile a qualsiasi linea già esistente in soli 15 minuti.

“La nuova Samcor DIA+ è il classico esempio di “think out of the box” – spiega Gaia Gottardo, Country Manager di Vinolok®. Quando, quattro anni fa abbiamo creato una struttura commerciale dedicata a Vinolok®, uno dei grandi limiti era la possibilità di tappare le bottiglie con l’attrezzatura già esistente nelle cantine. Le macchine tappatrici per tappi cilindrici o tappi a vite infatti, non possono gestire l’applicazione anche dei tappi in vetro. Esistevano soluzioni dedicate, ossia vere e proprie linee a parte per le quali erano necessari investimenti importanti. Per questo abbiamo pensato di coinvolgere Samcor con un obiettivo semplice ma rivoluzionario: creare un modulo agganciabile in pochi minuti a qualsiasi altra linea già esistente e dal costo contenuto.”

Numerose e vantaggiose sono le specifiche tecniche di Samcor DIA+. Il macchinario infatti, oltre a potersi adattare a qualsiasi linea d’imbottigliamento multi-testa, sincronizza la velocità fino a 5.200 btg/h, consente il carico fino a 2500 pezzi. È inoltre disponibile per il test direttamente presso il cliente, e al primo imbottigliamento un tecnico Samcor è presente gratuitamente per la corretta gestione dell’applicazione del macchinario e della procedura di imbottigliamento.

Il dipartimento tecnico di Vinolok® Italia ha lavorato a stretto contatto con Samcor per prototipizzare e industrializzare questo modello. Il macchinario in fase Beta è stato poi testato con uno dei più grandi gruppi vinicoli italiani: Argea.

“L’installazione della macchina DIA+ Samcor nel nostro stabilimento di Poderi dal Nespoli – spiega Roger Calzavara, Head Group Manufacturing Services di Argea, ci ha permesso di ampliare la gamma della nostra offerta di prodotti di fascia alta con delle chiusure premium: i tappi in vetro Vinolok, infatti, oltre a essere molto belli e in materiale riciclabile, ci garantiscono un ottimo risultato in termini di preservazione organolettica del prodotto. Grazie alla collaborazione con Vinolok abbiamo potuto, poi, gestire molto efficacemente la fase di installazione e collaudo della macchina. Questa, essendo studiata per inserirsi in cicli di produzione esistenti, è stata rapidamente integrata nella nostra linea produttiva.”

L’intuizione di Vinolok® unisce la grande attenzione all’innovazione alla sensibilità verso le esigenze di aziende di diverse dimensioni e diversa capacità di spesa, proponendo una soluzione di grande efficacia a fronte di investimenti contenuti.