Ascovilo punta sul 2023 con un focus su “Brescia Bergamo capitale della cultura“. Il nuovo anno sarà caratterizzato sul territorio di Brescia e Bergamo da 2 degustazioni in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier , 8 “restaurant weeks“ in sinergia con Grana Padano e 2 spettacoli teatrali.
Si parte il 1 Febbraio a Castello Malvezzi con Alberto Lupini con un seminario formativo e cena didattica dedicata alle eccellenze dei vini lombardi in abbinamento con i menù di territorio dove l’ingrediente protagonista è Grana Padano.
Il 26 febbraio, domenica, a Brescia si terrà un singolare Open Day, storico appuntamento di Ais Brescia che nel 2023 è interamente dedicato alle denominazioni di origine protetta delle province di Brescia e Bergamo. Analogo appuntamento si terrà in autunno a Bergamo a cura della Delegazione Ais di Bergamo, volto a sancire il gemellaggio fra le due province.

Del tutto originale è la proposta di due eventi di spettacolo in collaborazione con Francesco Quarna e Maurizio Rossato, protagonisti della programmazione di Radio Deejay, nonchè Laura Donadoni, giornalista e wine educator: si parte a Brescia in giugno al Museo Diocesano e si replica a Bergamo.

Intenso è il programma in Italia per il 2023: si inizia a gennaio con “Wine in Venice“, vetrina internazionale per la sostenibilità vitivinicola , in aprile Ascovilo tornerà ad essere protagonista di Vinitaly al PalaExpo con la Lounge di ospitalità e didattica con Grana Padano nonchè così come in maggio è programmata la presenza congiunta a Tutto Food. In Giugno i Consorzi di Ascovilo torneranno a Vinoforum a Roma e da Luglio saranno a Milano dove ripartirà la programmazione di Identità golose nell’ambito del progetto “Milano Cortina 2026” che faranno da prologo per la “Milano wine week“ di ottobre e il “Merano wine festival“ di Novembre.

Non solo. Continua nel 2023 la promozione delle Denominazioni Dop e Igp in Germania in collaborazione con Grana Padano: in marzo la fiera di Pro Wein a Dusseldorf con i seminari formativi in collaborazione con Vinum e a seguire 10 cene didattiche in collaborazione con Gambero Rosso in apertura di altrettante Restaurant Weeks dedicate al mercato tedesco.

“Un cartellone di eventi e manifestazioni importanti in un anno che vedrà Brescia e Bergamo capitali italiane della cultura – ha sottolineato Giovanna Prandini, presidente di Ascovilo -. Le due città e le realtà vitivinicole hanno radici comuni, il nostro compito è fare emergere le espressioni originali e inaspettate, espressione di patrimoni culturali di straordinaria rilevanza su cui costruire gli appuntamenti annuali. Cultura è testimoniare la tradizione di lavoro, di solidarietà, di innovazione enogastronomica in un territorio dalla bellezza inaspettata, tutto da scoprire. Abbiamo studiato una piattaforma di eventi e iniziative di forte attrattività, che porta i territorio in una posizione di riferimento sulla mappa della cultura europea. Una grande occasione per incentivare il sistema Lombardia“.