Centosessanta aziende espositrici, più di 100 trattori in movimento e oltre 200 attrezzature per il vigneto in esposizione. Sono i numeri dell’edizione 2024 di Enovitis in campo, la rassegna dinamica di Unione italiana vini (Uiv) dedicata alle tecnologie per la viticoltura che prenderà il via mercoledì fino a giovedì (12 e 13 giugno, 9.00-18.00) tra i vigneti dell’azienda agricola Agrivar di Palazzo di Varignana (Castel San Pietro Terme – BO). In vetrina, le più moderne tecnologie, materiali e attrezzature impiegabili in tutte le operazioni agronomiche: impianto del vigneto, protezione fitosanitaria e nutrizione, gestione del suolo e della chioma, irrigazione, sistemi di controllo e rilevamento per la viticoltura di precisione. “In queste 18 edizioni Enovitis in campo ha quadruplicato gli espositori partecipanti e triplicato i visitatori – spiega il segretario generale di Uiv, Paolo Castelletti –, diventando il punto di riferimento tra le fiere dimostrative. Come ogni anno attendiamo aziende vitivinicole, enologi, agronomi, tecnici e viticoltori da tutto il Paese”.

Dall’esordio nel 1998 in Lombardia, Enovitis in campo è l’unica fiera dinamica in Italia interamente dedicata alle tecnologie per la viticoltura. La formula itinerante, che ha già trasformato in “palcoscenico” i vigneti di 15 aziende agricole in 9 regioni italiane, consente di contestualizzare l’impiego delle tecnologie nei vari ambienti pedoclimatici e colturali che caratterizzano il vigneto Italia, allargando lo sguardo all’olivicoltura là dove – come per l’edizione 2024 – l’areale di svolgimento lo consente. Tra le aree tematiche, Enovitis in campo Bio, uno spazio realizzato da FederBio Servizi in collaborazione con Unione Italiana Vini con la partecipazione di sponsor tecnici che punta ad approfondire le migliori tecniche di coltivazione per la conduzione di un vigneto in agricoltura biologica.