Era un matrimonio annunciato gi da tempo, quello tra il vino italiano e il Giappone. Lascesa del vino del Belpaese, a spese dei pi conosciuti cugini francesi, avvenuta gradualmente negli ultimi 15 anni, con la progressiva affermazione della moda dellItalian style, ma la strada da percorrere ancora molta in termini di formazione sulla cultura del vino italiano. Questo sicuramente il momento migliore per il vino italiano in Giappone, le importazioni di vino dal Belpaese hanno infatti segnato un +12% nel 2014, ma il consumatore ha bisogno di familiarizzare ancora molto con le variet di vino e i diversi terroir. Per fare questo le aziende italiane che vogliano entrare in questo difficile mercato sono chiamate ad azioni promozionali mirate. 

Soave by the glass

A nostro avviso il Consorzio del Soave sulla buona strada, con “Soave by the glass”, un evento reso possibile dalla collaborazione del Consorzio con lICE, lIstituto per il Commercio Estero, e con lagenzia di comunicazione WellCom. Assaggi, incontri e formazione saranno i tre pilasti di “Soave by the glass”, la campagna promozionale ideata per il Giappone in programma dal primo luglio al 16 di agosto, che coinvolger oltre 150 tra ristoranti, locali ed enoteche. Ad oggi ci sono 10.000 ristoranti italiani in Giappone (60% a Tokyo) di cui il 99% sono gestiti da giapponesi. Il vino italiano si sposa bene con la cucina giapponese. Labbinamento cibo e vino aiuta sicuramente la promozione, perch il territorio del Giappone simile allItalia, con una distribuzione di mare, terra e montagna. Le materie prime per cucinare e i prodotti di base sono paragonabili: verdure, pesce, riso e cereali

Degustazioni, seminari formativi e una concorso che premia i ristoranti pi Soave-friendly

Nei ristoranti aderenti alliniziativa si terranno incontri dedicati agli operatori, seminari formativi e degustazioni guidate, con il Soave declinato in tutte le sue forme, secondo lorigine, lo stile e i valori che da sempre lo contraddistinguono. “Soave by the glass” inoltre premier anche questanno i due locali giapponesi che avranno stappato pi bottiglie di Soave. Ai due vincitori verr offerta una settimana di ospitalit nelle terre del Soave alla scoperta del wine park pi studiato dItalia oltre alla possibilit di partecipare ad eventi quali la presentazione della nuova annata o la Festa del Vino. “Con questa operazione spiega Arturo Stocchetti presidente del Consorzio del Soave  si riconferma unimportante azione di valorizzazione e di promozione del Soave. Liniziativa si caratterizza per una forte capillarit e questo ci permetter non solo di vedere da vicino come il nostro vino sia percepito dai consumatori, ma ci metter anche nelle condizioni di capire come migliorare ulteriormente la nostra azione in questo mercato”.

La campagna promozionale

Analizzando limmagine della campagna promozionale di Soave by the Glass comprendiamo quanto lo sforzo per integrare le due culture allapparenza agli antipodi del mondo sia grande. Alla traduzione in giapponese dellimmagine promozionale corrisponde anche la creazione di un sito interamente dedicato alla promozione nel Paese del Sol Levante (www.soavestyle.jp), con tanto di riferimenti di importatori per ogni azienda aderente. Se analizziamo limmagine della campagna chiaro lintento comunicativo: lItalian Style tutto l (sottolineato anche dal titolo Soave style, che ricorda tanto Italian style). Due giovani sorridenti vestiti in pieno stile italiano con in mano un bicchiere di vino allinterno di un paesaggio con vigneti con il castello di Soave sullo sfondo. In basso a destra, per chi non lo avesse ancora capito che si tratta di vino italiano, una bandiera italiana.