Val delle Rose lancia la sua nuova etichetta Rosamante Morellino di Scansano DOCG, in uscita sui mercati con l’annata 2022 e presenta l’annata 2021 del suo vino di punta, il Morellino di Scansano DOCG Riserva Poggio al Leone. Sono entrambi vini biologici certificati prodotti a Poggio la Mozza nel comune di Grosseto, dove i vigneti mettono radici sulle colline della Maremma Toscana, affacciate lungo le sponde del Mar Tirreno, ricche di sedimenti e con esposizioni soleggiate e ventilate.

Da sempre i valori di Famiglia Cecchi vedono un profondo rispetto per l’ambiente, per la tradizione e le varietà autoctone come elemento di continuità con l’identità territoriale. Centrale il ruolo dell’innovazione, in particolare in riferimento alle pratiche sostenibili e di conversione biologica che vedono Val delle Rose 100% organic.

La nascita di Rosamante Morellino di Scansano DOCG

Rosamante è ottenuto, conformemente al disciplinare, da uve Sangiovese al 90% e da uve Merlot per il restante 10%, coltivate su arenarie ricche di roccia in decomposizione, a un’altitudine di 150 s.l.m ed è prodotto orientativamente in 80.000 bottiglie. La sua storia è un intreccio affascinante tra il carattere maremmano e l’amore di Famiglia Cecchi per Val delle Rose.

«La storia di Rosamante affonda le sue radici nella passione e nell’audacia del nostro avo Luigi Cecchi – dichiara Andrea Cecchi, attuale guida di Cecchi e delle Tenute della famiglia Cecchi – che nel 1996 acquistò la tenuta e intraprese un’avventura enologica nella Maremma Toscana, intravedendo il potenziale di questa terra, allora considerata decisamente selvaggia rispetto ad altre zone già famigerate per la produzione di vino. Val delle Rose, tenuta avanguardistica per il suo tempo, tanto da essere definita uno Château maremmano, rappresenta oggi il risultato di questa visione: un luogo dove la bellezza dei paesaggi si fonde con un’eccellente produzione vitivinicola in cui il Sangiovese regna sovrano, brillantemente affiancato da Vermentino e vitigni internazionali che trovano qui una terra di elezione, altamente vocata. Questa etichetta è il riflesso del nostro amore per Val delle Rose e proprio nella crasi tra amore e rose, nell’unione di questi concetti, risiede la genesi del nome stesso Rosamante».

Annata 2022

morellino di scansano immagine

La vendemmia del 2022 è stata caratterizzata da una fioritura leggermente ritardata a causa di un inverno freddo, seguito da una primavera con temperature sopra la media, che ha permesso di riallineare i tempi della vegetazione. L’estate, calda e secca, ha portato piogge alla fine di agosto, garantendo un’ottimale maturazione dei grappoli. Queste condizioni climatiche hanno contribuito a conferire al Rosamante Morellino di Scansano DOCG le sue caratteristiche organolettiche distintive. Il vino presenta un colore rosso rubino con riflessi violacei e al naso si aprono note di frutti rossi quali prugna e mora, accompagnate da accenni di fiori rossi come la rosa. In bocca, emerge una piacevole sapidità, con toni di frutta rossa, buona acidità e tannini morbidi, conferendo al vino una struttura elegante e armoniosa.

Rosamante è simbolo di convivialità e accoglienza che caratterizza l’esperienza legata alla tenuta. Oltre a essere un’eccellenza enologica, Val delle Rose è anche un polo di ospitalità: i visitatori possono immergersi nel territorio partecipando a degustazioni, pic-nic tra i vigneti,giri in e-bike lungo i filari e percorsi di trekking che permettono un’intima connessione con la natura e la cultura locale. La ricca programmazione estiva anima le serate a tema con spettacoli musicali ed eventi gastronomici, garantendo un’esperienza immersiva indimenticabile che va oltre il semplice atto di degustare buon vino: un viaggio sensoriale che permette di scoprire e apprezzare appieno la bellezza e l’autenticità della Maremma Toscana.

Poggio al Leone Morellino di Scansano DOCG Riserva: espressione di eccellenza territoriale di Val delle Rose

Dai 10 ettari del Poggio al Leone, il vigneto principale dell’azienda, singolo appezzamento in ottima esposizione, vengono raccolte le uve destinate alla produzione dell’omonimo Morellino di Scansano Riserva Docg Poggio al Leone; prodotto in sole 26.000 bottiglie, affina per 12 mesi in barrique e tonneaux e circa 9 in bottiglia. Le uve, Sangiovese al 90% e Cabernet Sauvignon al 10%, sono coltivate su arenarie ricche di roccia in decomposizione a un’altitudine media di 150 metri s.l.m.

Annata 2021

poggio al leone immagine

L’inverno 2021 si è caratterizzato per temperature miti e precipitazioni adeguate, fondamentali per una stagione vegetativa prospera. La primavera fresca ha portato a un leggero ritardo nelle fasi di germogliamento e fioritura, mentre l’estate, contraddistinta da temperature elevate e scarse piogge, ha creato il clima ideale per un’ottima maturazione delle uve. Il Poggio al Leone si distingue per il suo colore rosso rubino molto intenso e al naso offre un bouquet di frutta rossanote terziarie di tabacco, liquirizia e vaniglia, con una leggera sfumatura erbacea del Cabernet Sauvignon. In bocca è morbido, con tannini integrati e una lunga persistenza.