Si può celebrare una storica vittoria con un cocktail? La domanda è retorica se il vincitore è Jannik Sinner e il cocktail si chiama “We Are Sinners”. Lo storico trionfo del tennista azzurro agli Australian Open, oltre a far gioire milioni di sportivi italiani per un successo che mancava da 48 anni nei tornei del Grande Slam, ha ispirato anche l’esperto barman Danilo De Rinaldis che ha creato un nuovo cocktail per celebrare a casa, come nei locali, l’epico trionfo dell’altoatesino a Melbourne. Il cuore di questo mix carico d’energia è proprio il Black Sinner, liquore al caffè ultima creazione di un altro campione internazionale, Bruno Vanzan, barman abituato a stare sul tetto del mondo della propria categoria, mixologist, flair bartender, formatore e imprenditore. Il liquore Black Sinner è distribuito in Italia da Anthology by Mavolo, realtà padovana di spicco del settore specializzata nell’importazione e nella distribuzione esclusiva in Italia di champagne, spirits e distillati.

Black Sinner

Il suo carattere è frutto di una miscela al 100% di caffè arabica mono origine: tra tutti il pregiatissimo Etiopia Sidamo e il Colombiano superiore. La selezione dei chicchi migliori, tostati delicatamente e poi macinati manualmente è la garanzia di una qualità controllata e un’eccellenza uniforme. Naturalmente la ricetta è segreta, ma il talento è naturale.

Il cocktail “We Are Sinners” esalta con intensità e morbidezza il gioco del caffè, eccellente sia da fondo campo, sia in attacco e insuperabile nel sorprendere in controtempo, proprio come Jannik.

Ecco di seguito la ricetta e la guida alla preparazione di “We Are Sinners”, realizzato dal barman Danilo De Rinaldis:

  • 30 ml Black Sinner (distribuito da Anthology by Mavolo)
  • 30 ml London dry gin
  • 20 ml Lime
  • 15 ml Sciroppo di cocco
  • 3 pezzi di zenzero fresco
  • Top black orange

Inserire nello shaker lime, sciroppo e zenzero, pestare tutto insieme con un pestello. Aggiungere il Black Sinner e il gin. Shake and double strain nel tumbler alto full of ice. Chiudere il drink con black orange.