La volontà di essere parte viva di un territorio e di ricercare in esso la storia di vitigni autoctoni, che hanno accompagnato l’uomo nel suo percorso da millenni, sembra essere parte integrante dello stile e della perseveranza qualitativa di Casale del Giglio, un’azienda portabandiera vitivinicola identitaria della regione Lazio. 

Abbiamo avuto la fortuna di assaggiare il Bellone, un vitigno autoctono con radici antichissime. Da qui, forse, la volontà di chiamarlo Radix, ossia radice in lingua latina.

Un vino che è ottenuto da un’uva con buccia spessa e che viene sapientemente lavorata in tonneaux (botte in legno da circa 500 litri) per poi passare, dopo attenta macerazione sulle bucce nobili, ad “ossigenarsi” nelle anfore poste in cantina, che riescono a far respirare questo vino ottenuto da uve citate già dalla inarrestabile curiosità di Plinio il vecchio.

Il colore è un giallo carico ma brillante nel bicchiere che consigliamo ampio, in quanto poi, all’olfatto, la ricchezza minerale accompagnata da sentori di fiori di campo e di macchia mediterranea riescono ad emergere al meglio e donare un’ampiezza di rara complessità.

In bocca è pieno ma mai invadente, con una punta acida e sapida ben equilibrata nel corpo strutturato dal finale intensamente lungo.

Un vino che può essere bevuto anche a distanza di anni dall’imbottigliamento, ma nonostante ciò rimane un vino moderno e adatto a piatti dove la freschezza ne è padrona, dalla pasta fredda con olive, tonno e pomodorini, per arrivare a zuppe di pesce o crostacei gratinati. 

Company Profile

Casale del Giglio è un’azienda vinicola situata nell’Agro Pontino ad una cinquantina di chilometri a sud di Roma. Contrariamente ad altre parti del Lazio o ad altre regioni d’Italia, questo territorio era ancora vergine in termini di viticoltura quando Dino Santarelli e suo figlio Antonio lanciarono il loro progetto di ricerca nel 1985 con l’aiuto del giovane enologo Paolo Tiefenthaler. Oggi, Casale del Giglio ha convertito i suoi 180 ettari in vite selezionando i vitigni che avevano dimostrato il miglior adattamento al territorio e prodotto vini di migliore qualità. Insieme al grande lavoro di selezione portato avanti per individuare i vitigni italici ed internazionali più idonei al microclima dell’Agro Pontino, da sempre vi è stata una particolare attenzione per i vitigni autoctoni del Lazio, riscoperti in zone limitrofe all’azienda, come la Biancolella di Ponza, il Bellone di Anzio, il Cesanese di Olevano Romano e il Pecorino di Accumoli. Casale del Giglio offre una gamma di venticinque etichette – dieci bianchi, un rosato, nove rossi, un passito, tre grappe e un olio extra vergine).

CASALE DEL GIGLIO
Strada Cisterna-Nettuno Km 13 Le Ferriere , LT – 04100
info@casaledelgiglio.it – +39 06 9290 2530
https://www.casaledelgiglio.it

Casale del giglio foto azienda
Mandatory Logo OCM 2024