Da ragazzo ho avuto una grande passione: giocare a calcio. Ma come molti altri della mia generazione, gli anni 60, non ho appreso le tecniche di questo straordinario gioco dalle scuole calcio o da competenti allenatori ma dalla strada. Quando da adolescente iniziai a giocare in qualche squadra di giovani dilettanti gli allenatori mi dicevano sempre “saresti anche discreto ma ti mancano completamente i fondamentali”. Questo mi impedì sempre di elevarmi da una sostanziale mediocrità. La stessa cosa la potrei dire su altre mie esperienze sportive come il tennis o lo sci. Tutte discipline che ho appreso sul campo senza mai un vero e proprio insegnamento di base.

Questa lunga premessa autobiografica per evidenziare come il tema dei fondamentali, delle tecniche base sta emergendo in maniera rilevante anche in molte nostre imprese del vino che oggi si trovano ad affrontare problematiche sempre più complesse privi di alcune competenze che sono invece determinanti per garantire la competitività delle loro realtà produttive.

A questo riguardo, proprio in questi giorni, il noto produttore campano ma altrettanto autorevole economista del vino, Piero Mastroberardino, durante la presentazione del nuovo Executive Master Indietro

News recenti