Il mondo del vino è in costante evoluzione, spesso guidato dalle tendenze dei consumatori più giovani. In questo scenario, Pernod Ricard UK si distingue per il suo lancio rivoluzionario: Greasy Fingers, una nuova linea di vini progettati per sfidare le convenzioni tradizionali degli abbinamenti cibo-vino. Questa audace iniziativa mira ad attrarre una nuova generazione di consumatori di vino, proponendo combinazioni innovative con il fast food gourmet.

La scommessa di Greasy Fingers sta nel rompere le regole, portando il vino ad essere il compagno ideale di hamburger, patatine fritte e altri piatti amati dai giovani. Lucy Bearman, direttore del portafoglio “Wine & Champagne” di Pernod Ricard UK, ha sottolineato che questa linea di vini mira a rendere l’esperienza del vino più accessibile e senza fronzoli, senza rinunciare alla qualità.

Il nucleo di questa rivoluzione è rappresentato dai due vini principali di Greasy Fingers: il Luscious Red 2022 e il Big Buttery Chardonnay 2022. Il primo, un blend di Shiraz e Grenache, offre un corpo medio e note fruttate di ciliegia e fragola, perfetto per accostarsi alla ricchezza dei sapori del fast food. Il secondo, uno Chardonnay burroso con aromi di pesca, vaniglia e spezie di cannella, è studiato per bilanciare la grassezza e la complessità di questi piatti.

La strategia di lancio di Greasy Fingers è mirata ai consumatori giovani, tra i 25 e i 44 anni, che amano esplorare nuovi sapori, sono appassionati di fast food gourmet e preferiscono godersi il vino nella comodità di casa con amici. Questa fascia di consumatori è alla ricerca di esperienze autentiche e accessibili e Greasy Fingers si propone di soddisfare questa esigenza con una proposta innovativa.

Il posizionamento di Greasy Fingers non si limita solo alle catene di supermercati tradizionali, ma si estende anche a piattaforme online come Amazon e Ocado, puntando su un prezzo al dettaglio di 10 sterline.

È interessante notare come questo lancio si inserisca in un contesto in cui le tendenze dei consumatori sono in mutamento e si registra una decrescita di giovani consumatori di vino. Greasy Fingers rappresenta un esempio interessante che può stimolare altri produttori e che si propone come un’innovativa risposta che passa attraverso un’esperienza più informale e adatta alle esigenze di un pubblico giovane.