Continua la nostra indagine sulle iniziative dei Consorzi di tutela delle denominazioni italiane per la promozione dei territori vitivinicoli. L’enoturismo si sta dimostrando un volano molto potente per la crescita dei territori: il crescente interesse del pubblico degli eno-appassionati nei confronti del turismo tematico richiede una sempre maggiore capacità di coordinamento da parte dei Consorzi.

Leggi anche: Promozione dell’enoturismo: le iniziative del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese

Le recenti norme europee, e in particolare il Regolamento UE 2024 / 1143 riformano il sistema delle IG e conferiscono ai Consorzi nuovi poteri e responsabilità: tra queste, intervenire in termini di sostenibilità ambientale, sociale ed economica, anche sviluppando servizi turistici nella propria area geografica.

Abbiamo chiesto ai vertici di alcuni Consorzi di descrivere il ruolo svolto in materia di promozione del territorio e di sostegno all’enoturismo, di illustrare i principali strumenti utilizzati a sostegno di queste attività, anche alla luce dell’ampliamento dei compiti di aggregazione e coordinamento previsti dalla normativa europea. 

E’ oggi la volta del Sannio Consorzio Tutela Vini. Nelle parole del Direttore Nicola Matarazzo, il ruolo del Consorzio è quello di promuovere il rapporto tra territorio culturale, vini a IG tutelati e viaggiatori, con l’obiettivo di contribuire alla creazione di una destinazione Sannio, all’interno della quale il territorio diventa esso stesso esperienza, e non semplice spazio in cui si esplica l’attività enoturistica.

Gli strumenti utilizzati dal Consorzio sono principalmente attività formative e informative aventi come tema le produzioni vitivinicole del territorio, la conoscenza del vino, del paesaggio, del patrimonio storico e culturale, attraverso l’organizzazione di percorsi di conoscenza. 

“Almeno due volte l’anno conduciamo wine tour per giornalisti e operatori del settore, attraverso la costruzione di wine experience in cooperazione con i consorziati. Tutte le iniziative consortili hanno come strategia quello di creare valore sostenibile per la comunità locale, attraverso il benessere sociale ed economico degli attori locali e di quanti decidono di trascorrere il loro tempo nel Sannio, che per noi non sono ospiti ma nuovi amici”. 

In prospettiva dell’ampliato ruolo consortile previsto dalle nuove norme regolamentari europee, il Sannio Consorzio ha dato vita al “progetto Sannio Academy, un laboratorio di condivisione di percorsi e itinerari esperienziali, volto a fornire servizi di formazione e di supporto alle attività di accoglienza e ospitalità delle aziende consorziate. 

In fase di completamento è poi il progetto SannioWay, un portale digitale con la georeferenziazione delle aziende sul territorio, dove i wine lovers potranno conoscere tutte le offerte dei singoli consorziati e prenotarle direttamente: uno strumento di promozione per mettere a sistema l’offerta enoturistica locale e migliorare l’organizzazione dell’accoglienza e l’esperienza degli enoturisti”.