Senza ombra di dubbio, la fase della vendita del vino al termine di una visita è lo step più delicato per gli hospitality manager. Infatti, per chi non è un venditore esperto, il tema “denaro” è spesso la danger zone da evitare il più a lungo possibile.

Ecco alcune delle azioni che puoi adottare fin da subito:

  • Finita la degustazione, permetti ai visitatori di terminare l’assaggio di vino da soli e avvisali che li aspetterai al wine shop. Avranno così modo di rilassarsi, confrontarsi e arrivare in autonomia;
  • Indica i prezzi già nelle schede di presentazione dei vini: in questo modo permetterai all’enoturista di arrivare al wine shop con le idee chiare;
  • Durante la degustazione, specifica fin da subito se offri l’opportunità di degustare dei calici extra ed indica il loro costo;
  • Rendi ben visibili vini e prezzi nel wine shop; evita al visitatore l’imbarazzo di dover chiedere.

Leggi anche: L’enoturismo non è solo visite in cantina: il potenziale delle vendite dirette

Tutti questi sforzi sono però inutili se il tuo wine shop non dispone degli strumenti di pagamento essenziali: il pos e la possibilità di ricevere il resto sono dei requisiti fondamentali per ogni tipo di negozio!

Ti servono altri consigli utili per vendere più vino o attirare più enoturisti? Iscriviti al corso di formazione per Hospitality Manager: WTH Academy è il percorso di formazione che spiega come attirare visitatori, vendere vino e fidelizzare.

Per maggiori informazioni scrivi a formazione@winemeridian.com