Il produttore di vino inglese in lattina, The Uncommon, ha ottenuto un finanziamento privato di £1,2 milioni, grazie al proprio impegno focalizzato sulla scalabilità della produzione per soddisfare la crescente domanda di vino di qualità in formati alternativi.

Nel 2021, The Uncommon è diventata la prima B Corp certificata (imprese che si impegnano a rispettare determinati standard, conciliando il profitto con l’etica, la sostenibilità e il benessere) del Regno Unito nel settore vitivinicolo, grazie alla sua produzione locale, al formato sostenibile e al sostegno a progetti di conservazione locali.

Questo finanziamento rappresenta la più grande raccolta fondi singola mai effettuata da una azienda certificata B Corp e include contributi da parte di investitori preesistenti e nuovi. Dal 2018, The Uncommon ha raccolto un totale di £3 milioni attraverso cinque round di finanziamento.

Questo ultimo finanziamento sarà utilizzato:

  • per aumentare la superficie del vigneto già produttivo nel Kent,
  • per lo sviluppo di nuovi prodotti,
  • per l’espansione in nuovi mercati.

The Uncommon è attualmente il quinto più grande produttore di vino inglese nel Regno Unito per vendite al dettaglio, grazie alla crescente domanda presso Waitrose, M&S e Ocado. Si propone di rafforzare la sua presenza nel settore della vendita al dettaglio nazionale e le partnership con organizzatori di eventi e compagnie aeree grazie ad un aumento della domanda sui voli British Airways, Virgin Atlantic e Iceland Air.

“Quando abbiamo iniziato nel 2018, la nostra missione era semplice: fare il miglior vino inglese possibile in questo nuovo formato sostenibile e conveniente, la lattina. Non era mai stato fatto prima nel Regno Unito” ha dichiarato Henry Connell, co-fondatore di The Uncommon. “Siamo in un frangente unico per essere protagonisti di due tendenze in crescita: il vino inglese e l’imballaggio alternativo. La nostra crescita costante è testimonianza della crescente ricerca di qualità legata al packaging sostenibile, in linea con gli obiettivi di “emissioni zero” dei rivenditori.

La gamma attuale di The Uncommon include Bubbly White (Bacchus 70%, Chardonnay 30%), Bubbly Rosé (100% Pinot Nero) e due spritz (White Wine Spritzer e Rosé Wine Spritzer) con botaniche infuse e 5,5% di gradazione alcolica. Per distinguersi da altri marchi di vino in lattina, The Uncommon raccoglie tutte le uve dal suo vigneto nel Kent e da partner selezionati in tutto il sud-est dell’Inghilterra.

The Uncommon è una storia di ambizione e innovazione, basata sulla convinzione che il vino inglese possa emergere sul palcoscenico globale. L’impegno del brand per un packaging alternativo non solo sfida le percezioni tradizionali, ma si allinea con la crescente domanda dei consumatori per formati sostenibili.

L’impresa di The Uncommon rappresenta un messaggio chiaro per il mondo del vino: le storie più memorabili sono quelle che osano sfidare lo status quo.